politica

L'On. Carlo Emanuele Trappolino a fianco delle lavoratrici della MManifatture di Orvieto

lunedì 19 luglio 2010

"Voglio esprimere la mia piena solidarietà alle lavoratrici di MManifatture che oggi sono costrette a scendere in strada per manifestare il proprio sconcerto e la propria rabbia dinanzi a quella lettera che annunzia la fine di 29 posti di lavoro". È quanto ha dichiarato Carlo Emanuele Trappolino, deputato del Partito Democratico, partecipando al presidio organizzato in prossimità del casello A1 di Orvieto, dalle lavoratrici e dalla CGIL.
"Ho voluto essere accanto alle lavoratrici di MManifatture perché non possiamo assistere inerti all'erosione sistematica di quello che un tempo era uno dei comparti più qualificati della base produttiva orvietana, cioè il tessile".

"Il fatto che tante lavoratrici prima impiegate in MManifatture, Grinta e Sphera ma anche in altre realtà produttive e dei servizi del territorio - ha proseguito Trappolino - siano oggi senza lavoro deprime la forza dei singoli, impoverisce le famiglie orvietane e sottrae valore alla città. È un problema che supera presto la sfera ‘privata' e riguarda invece tutti: le istituzioni, le organizzazioni sociali ed economiche, i cittadini".
"La manovra depressiva del governo - ha concluso Trappolino - e l'assenza di vere misure anticrisi non aiutano i settori produttivi più esposti agli scuotimenti della congiuntura. Dobbiamo, allora, provare a farcela egualmente, mettendo insieme un surplus di coesione, di solidarietà, di cooperazione, salvaguardando anzitutto le capacità, le professionalità, le vocazioni dei lavoratori. È già questo un buon programma per tutelare ciò che può offrire, in un futuro prossimo e concreto, opportunità e benessere".


Questa notizia è correlata a:

MManifatture: spiragli di speranza dopo la calda giornata di sit-in. Impegno comune per un piano di rilancio

Commenta su Facebook

Accadeva il 15 ottobre