politica

Piscina Comunale. Via libera al servizio in gestione dell'impianto e al fotovoltaico

martedì 27 aprile 2010
Piscina Comunale. Via libera al servizio in gestione dell'impianto e al fotovoltaico

In un Consiglio Comunale prettamente "tecnico" come quello che si è tenuto ieri, punto focale dei lavori consiliari è stato costituito dagli interventi inerenti la Piscina Comunale. Durante l'assise è stato infatti dato il via libera, all'unanimità, per l'affidamento del servizio di gestione dell'impianto natatorio ad oggi gestito direttamente dal Comune ed è stato approvato lo schema di convenzione tra il Comune stesso e il gestore dei Servizi Energetici Gse Spa di Roma per l'erogazione del servizio di scambio sul posto dell'energia elettrica prodotta dall'impianto fotovoltaico installato presso la Piscina.

"Nell'ambito di un programma di utilizzo delle fonti rinnovabili del comune - ha spiegato l'Assessore all'Ambiente e Sport, Roberta Tardani - lo scorso anno in base alla legge finanziaria 2008, il Comune di Orvieto ha realizzato e completato presso la piscina comunale un impianto fotovoltaico per una potenza di 4,16 kwh che rientra nella categoria per cui è previsto il massimo delle tariffe incentivanti pari, attualmente, a 0,442 euro/Kwh. La convenzione con il Gestore dei Servizi Elettrici GSE S.p.A. di Roma per l'erogazione delle tariffe incentivanti del sistema "Scambio sul posto", è necessaria al fine del riconoscimento economico degli incentivi". Sollecitata da alcuni interventi l'assessore ha precisato che "l'Amministrazione comunale sta lavorando sui progetti per l'energia rinnovabile, a tale riguardo è già pronto un progetto per la scuola elementare di Orvieto scalo e per la scuola media di Ciconia per un totale di 250.000 euro"

Per quanto riguarda l'affidamento in gestione dell'impianto natatorio, il Consiglio Comunale che, in base al Decreto Legislativo 267/2000 ha competenza circa la concessione di pubblici servizi, ha approvato all'unanimità l'autorizzazione per procedere all'esternalizzazione del servizio connesso all'impianto ubicato in località "La Svolta" dando mandato alla Giunta di predisporre tutti gli adempimenti necessari per l'affidamento del servizio dell'impianto natatorio a terzi, nel rispetto delle indicazioni date. In particolare, l'appalto che avrà una durata quinquennale, dovrà dare una risposta adeguata alle problematiche gestionali e contemporaneamente garantire la qualità del servizio verso l'utenza oltre ad assicurare un severo controllo del Comune sotto l'aspetto sociale e tecnico, con verifiche periodiche da parte dei competenti Uffici Comunali che saranno riportate in appositi verbali. Ciò allo scopo di monitorare continuamente il servizio reso ed il rispetto degli oneri di manutenzione degli impianti.

"La Piscina Comunale è un servizio complesso utilizzato da circa 50.000 unità all'anno, - ha spiegato l'assessore Tardani, - e, ad oggi, è gestito direttamente dal Comune di Orvieto. Per il suo funzionamento sono utilizzate 5 unità operative: 1 responsabile tecnico, 1 addetto ai servizi custodia e piccola pulizia e n. 3 assistenti bagnanti addetti al salvamento che sono obbligatori attualmente forniti da un'agenzia di lavoro interinale. Il costo annuo dell'impianto è di 250.000 euro. Negli anni, in base alle leggi vigenti, il Comune non ha potuto stabilizzare gli assistenti bagnanti, né ha potuto indire un bando per la copertura definitiva del servizio. Le forme di contratto finora hanno dato risposte parziali e con un continuo cambio di soggetti causando incertezza nella programmazione del servizio e con costi maggiori per l'Ente. Peraltro, la Legge Regionale prevede l'istituzione di alcune figure oggi non disponibili nella pianta organica né appare possibile istituirle poiché costituirebbero un ulteriore onere per il Comune che, invece, ha necessità di razionalizzare l'erogazione dei propri servizi creando economie di scala compatibili con le risorse di bilancio".

"In questo senso - ha aggiunto - la scelta di razionalizzare i costi, mantenere il servizio e migliorarlo, ove possibile, ci ha portato ad ipotizzare una forma di gestione che da un lato esternalizzi i servizi e alleggerisca l'Ente proprietario del costo delle utenze ma, nel contempo, garantisca la qualità del servizio verso i fruitori; e soprattutto, un severo controllo dello stesso Comune, sia per l'aspetto sociale che tecnico, attraverso verifiche periodiche da parte dei uffici comunali competenti, riportate in appositi verbali. Questo al fine di monitorare continuamente il servizio reso ed il rispetto degli oneri di manutenzione degli impianti. L'affidamento della gestione terrà conto delle indicazioni delle legge regionale e rispetterò i criteri relativi al radicamento sul territorio. Chiediamo alle società sportive di farsi carico dei costi delle utenze e del personale. Il bando di gara e il relativo capitolato d'appalto saranno pubblicati nei prossimi giorni. Il criterio di selezione sarà quello dell'offerta più vantaggiosa sia per il profilo economico e tecnico della gestione dell'impianto, sia per la valutazione degli aspetti sociali riferiti alla disponibilità dell'impianto per anziani, scuole, portatori di handicap. E' auspicabile l'impatto sull'occupazione dei residenti nel comune di Orvieto".

Pubblicato da Luca il 27 aprile 2010 alle ore 21:42
A quanto pare qualcosa sta cambiando. Decidere di esternalizzare la gestione della piscina significa modernizzare la struttura pubblica, alleggerendola di costi che possono essere benissimo sostenuti da altri. Si devono ottimizzare le risorse ed eliminare tutti gli sprechi che hanno ridotto la citt sul lastrico.Complimenti.
Pubblicato da cittadino il 28 aprile 2010 alle ore 08:33
Sarebbe cosi cortese Signor Luca da spiegare a me ed a tutti i lettori, in cosa si modernizzerebbe la struttura esternalizzando la gestione? e sopratutto come si alleggeriscono i costi? e mi spiega anche dove erano gli sprechi riferiti alla piscina comunale? e mi spiega gi che c come mai alcuni servizi che erano stati esternalizzati e dati in gestione a privati, hanno dimostrato di funzionare molto peggio ed a costi assai piu rilevanti della gestione pubblica, tantoch lo stesso centro destra si st muovendo per ripubblicizzarli? ( vedi gestione servizio idrico per esempio).
Pubblicato da "sola" il 28 aprile 2010 alle ore 14:35
Ma non erano le vecchie amministrazioni ad aver venduto/appaltato/sistemato tutto quello che era nostro? Qualcuno mi spiega come un qualcosa di privato pu pagare per gestire una qualsivoglia struttura che poi dovr funzionare come e meglio di quando a gestirla, rimettendoci denaro, era la propriet pubblica? Ovvero, capisco quando a gestirla erano quelle incapaci amministrazioni di sinistra interessate solo a ingrassare i loro carrozzoni ma ora che siamo muniti di capacit, lungimiranza, merito, rinnovamento e metodo scusate, non avevo letto bene, tutti daccordo vecchi e nuovi amministratori
Pubblicato da FRANCESCA il 28 aprile 2010 alle ore 15:29
L'esternalizzazione dei servizi cos detti secondari d la possibilit ai comuni di riversare le risorse su quelli necessari. La piscina non un servizio che il comune deve obbligatoriamente fornire al cittadino e se fornirlo significa un costo eccessivo per le casse comunali trovo assolutamente logico che si esternalizzi. Oggi quasi tutti i comuni si stanno muovendo cos. Certo, questo significa perdere il 'controllo' su qualcosa e soprattutto su qualcuno e pu essere molto doloroso. Ma se si amministra con buon senso non serve controllare nessuno per avere consenso, il consenso viene da se.
Pubblicato da Marco il 28 aprile 2010 alle ore 15:37
La piscina comunale ha un deficit perch il comune ha rinunciato a gestirla come si deve per favorire le societ sportive. Quello che un business per per le societ un costo insostenibile per il comune. Vi sembra giusto? Perch il comune non ha mai stabilizzato il personale cos da gestire direttamente corsi di nuoto e attivit? Perch affitta le corsie alle societ sportive a 7 euro quando noi paghiamo 60 euro al mese a bambino? Perch sempre stato restio a dare corsie al pubblico? Una gestione pi oculata probabilmente avrebbe fatto si che la piscina comunale potesse non dico rendere ma almeno limitare i costi. Cos non stato e se hanno votato tutti a favore vuol dire che qualche esame di coscienza se lo saranno fatto.
Pubblicato da monica il 28 aprile 2010 alle ore 15:42

Leggo dal dibattito che l'ex assessore Tonelli aveva già pensato all'esternalizzazione del servizio.Ma guarda un po'! E perchè non l'ha fatto?

Pubblicato da "sola" il 29 aprile 2010 alle ore 15:57

Vediamo un po’ se ho capito: la pubblica amministrazione che c’era prima (i soldi in solido erano della collettività) costruisce cose, strutture, servizi; poi siccome sono stati incapaci di amministrare cose, strutture e sevizi … noi che invece siamo bravi, capaci, eccetera che facciamo? Prendi la piscina … la gestiamo con capacità così restituiamo un servizio alla collettività (quella che la piscina ha costruito … peggio per lei, si vede che non sapeva che non era indispensabile), ci qualifichiamo in quanto pubblica amministrazione, ci guadagniamo più di qualcosa (che se a parità di condizioni potrà farlo un privato) e ci prendiamo anche il lusso di far vedere a tutti cosa vuol dire rinnovamento e metodo. E no, noi facciamo come fanno ovunque, ci pensiamo noi ad affidarla a qualcuno … appaltiamo a un privato. La “gente” capirà che, stavolta, non è la solita storia dei pasti preparati da tutti per tutti e distribuiti per conto di tutti a qualcuno.

Commenta su orvietonews

Inserisci un commento

Per dare più forza alle tue idee usa la tua vera identità. Puoi anche usare uno pseudonimo.

È obbligatorio inserire la tua e-mail.

È obbligatorio specificare un valore.Formato non valido.

Spunta questa opzione, per rimanere aggiornato: riceverai una e-mail che ti avvisa ogni volta che verrà aggiunto un commento a questa notizia.

Numero massimo di caratteri: 1500

Note:
E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purché rispettoso della persona e delle opinioni. La redazione si riserva pertanto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi. Inviando un commento accetti le nostre regole di pubblicazione. Prima di inviare leggi l'informativa sulla Privacy. .

Commenta su Facebook

Accadeva il 20 maggio

Carlo Tonelli candidato Sindaco a Orvieto. Programma e liste di supporto: "Comunisti Italiani" e "Uniti per Cambiare"

Il PD presenta a Orvieto le candidature alla Provincia: per un ente strategico, candidati di provata esperienza

SU LA TESTA! Venerdì 22 maggio ore 18,30 Assemblea pubblica con M.Cecilia Stopponi, Damiano Stufara, Fabio Amato

Ancora minacce ai candidati Sindaco di Fabro. Lettera aperta dei tre candidati ai cittadini

CGIL Orvieto, Venerdì confronto con i candidati del centrosinistra. Sabato presentazione dei racconti di memoria delle donne dello Spi-Cgil

Elezioni Provinciali. Giampaolo Antoniella per Sinistra e Libertà: onestà, volontà, capacità

Liliana Grasso, candidata per il Consiglio Provinciale, Collegio Orvieto 3

Massimo D'ALEMA a Orvieto giovedì 21 maggio alle ore 21. Sarà intervistato da Massimo Giannini, vicedirettore di Repubblica

Il Lions Club Orvieto consegna le Borse di studio del distretto per l'a.a. 2008-2009

Uisp Scherma Orvieto, Bernardo Ricci è Campione Italiano

Ordinanza relativa alla circolazione stradale nel centro storico per sabato 23 maggio in occasione del Premio Internazionale per i Diritti Umani

Treni: ancora disagi pesanti. Se la situazione non fosse disperata ci sarebbe da ridere!

Venerdì e sabato "Rugantino" al Teatro Mancinelli. Allestimento a cura delle Scuole Secondarie di Orvieto

Inaugurazione del nuovo antistadio in erba sintetica al "Luigi Muzi" di Ciconia

Riflessioni in margine alla nuova lottizzazione Fanello

"Segna la tua meta". Domenica ad Orvieto il grande rugby, solidarietà e festa per l'Abruzzo

Debiti fuori bilancio per la conclusione della causa con l'ex Artesia. Conticelli chiede la convocazione urgente dei capigruppo e scrive alla Prefettura

Comunità Montana: Sinistra Critica stigmatizza l'intollerabile paralisi che dura da mesi

Presentata ad Allerona la lista di Rocchigiani

Meteo

mercoledì 07 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 9.1ºC 94% discreta direzione vento
15:00 8.8ºC 90% discreta direzione vento
21:00 4.4ºC 97% buona direzione vento
giovedì 08 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 8.6ºC 87% buona direzione vento
15:00 12.6ºC 55% buona direzione vento
21:00 7.5ºC 84% buona direzione vento
venerdì 09 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 10.7ºC 81% buona direzione vento
15:00 12.8ºC 69% buona direzione vento
21:00 6.6ºC 97% buona direzione vento
sabato 10 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 10.5ºC 92% buona direzione vento
15:00 11.6ºC 94% buona direzione vento
21:00 10.0ºC 98% foschia direzione vento

Previsioni complete per 7 giorni