politica

Sindaco Manager e UDC Sibilla

mercoledì 17 febbraio 2010
di Massimo Gnagnarini

L'UDC esprime soddisfazione per l'esito del consiglio comunale dello scorso 15 febbraio nel quale si sono finalmente realizzate, con l'approvazione del protocollo Progetto Orvieto per il Futuro, le condizioni per tentare il salvataggio di Orvieto.
La nuova cornice politico-istituzionale in cui si vengono a collocare oggi il confronto e le dure scelte da compiere è un risultato eccezionale merito di tutti o quasi, ma soprattutto del Sindaco per il ruolo svolto attraverso una capacità di mediazione e di ascolto, già dimostrata in carriera, ma che l'uomo ha saputo esercitare con quel di più necessario per muoversi in uno spazio, quello politico, le cui insidie sono spesso maggiori (ma non sempre) di quelle che si possono incontrare in azienda. Per questo da oggi dovremo parlare di Toni Concina non più come "Un manager per Sindaco", ma come di " UN SINDACO MANAGER".

Naturalmente la soluzione dei problemi relativi al riequilibrio del bilancio del comune di Orvieto deve ancora essere costruita nel dettaglio ma appare ora ragionevolmente possibile e l'UDC nel merito si è già espressa con un'ipotesi di interventi già presentata alla stampa lo scorso 17 gennaio.

Sul ruolo svolto dall'UDC in questa nuova stagione politica cittadina ci piace riproporre qui un articolo, pubblicato sia sui giornali on-line cittadini sia in cronaca da quelli stampati, risalente al 17 settembre 2009 nel quale, non certo per pura coincidenza ma forse per lungimirante e incisiva azione politica, già cinque mesi fa, dicevamo:

"L'UDC propone un patto tra i partiti a Orvieto"

di Massimo Gnagnarini - 17 settembre 2009

Bilancio collassato e Sindaco senza maggioranza: prepariamoci a consegnare la città a un commissario straordinario. E' un bene o è un male per Orvieto? Dipende! Se le cose continuano così è senz'altro un bene se, invece, la politica a Orvieto fosse capace di uno scatto di reni, di un risveglio di orgoglio allora sarebbe un male, una occasione persa.

Noi, infatti, siamo convinti che nessun Commissario potrebbe fare meglio o di più di quanto una intera classe politica cittadina sarebbe in grado di realizzare, abbattendo gli schemi convenzionali, per risolvere l'emergenza e riprogettare il futuro della città. Quello che l'UDC propone alle altre forze politiche orvietane è un " patto di legislatura" basato su tre punti fondamentali:

1) Riequilibrio del deficit del bilancio comunale a partire dalla certificazione della sua reale entità che noi abbiamo già da mesi stimato in 10 ML di euro di cui 4 Ml per la spesa corrente e altri 6 Ml di spesa straordinaria. Non è più tollerabile che su queste cifre possano ancora ingenerarsi dubbi o interpretazioni di parte vuoi per minimizzare gli errori del passato oppure, oggi, per schivare una proclamazione di dissesto finanziario in assenza di misure efficaci per evitarlo. E' necessario prendere decisioni impopolari che si riverbereranno sui servizi e sulla qualità della vita degli orvietani almeno per i prossimi 3-5 anni. Queste decisioni potranno essere accettate dai cittadini a due condizioni. La prima è che i primi tagli da effettuare siano inerenti alle spese di funzionamento del comune e degli enti che intorno ad esso ruotano, la seconda è che siano tutte le forze politiche a deciderle e a sostenerne l'impopolarità.

2) Individuazione condivisa tra tutte le forze politiche dei criteri tecnici e politici per la nomina dei rappresentanti negli enti pubblici e di scopo controllati dal comune. Si dovrà tener conto sia per i compensi che per i contributi sia per la programmazione delle attività della particolare e grave congiuntura in cui versa il Comune.

3) Un nuovo "Progetto Orvieto" per Orvieto. Fedeli al pensiero che da ogni crisi nascano opportunità nuove e idee fondamentali, un'intesa sul futuro della città avrebbe lo straordinario effetto, oltre di perseguire lo sviluppo auspicato, anche quello, per molti, di ritrovare le ragioni autentiche del proprio impegno politico.

Il Sindaco Concina con la sua Giunta e altri Consiglieri di tutti i gruppi politici stanno lavorando su alcuni di questi argomenti, tuttavia a nessuno può sfuggire che tutto ciò si svolga in assenza di un quadro politico stabilizzato dove, anzi, prendono sempre più forma e sostanza veti incrociati, atteggiamenti personalistici e disaggreganti dettati dai meri calcoli della lotta politica sia quella svolta tra i partiti sia quella dentro ai partiti. In questo modo ogni sforzo e buona intenzione restano vani e improbabili spalancando porte e portoni a possibili cosiddetti inciuci di piccolo cabotaggio che non servono ad affrontare la realtà e a risolvere le questioni.

Si deve dare atto al Sindaco, e naturalmente a tutta la compagine politica che lo sostiene, della pazienza e della genuina passione verso la città che hanno impedito, finora, la decisione di portare, per così dire, i libri in tribunale - sciogliere il Consiglio - tornare al voto per chiedere (e probabilmente riottenere pensiamo noi) la rielezione a Sindaco insieme a una larga maggioranza a sostegno. Così come si deve dare atto al PD, che fino a pochi mesi fa è stato unico e incontrastato soggetto di governo della città, del ruolo e della forza rappresentativa che pur in una delicata fase di difficoltà interna ha saputo mantenere e che è in grado di esercitare in termini di contributo programmatico e di governo.
In quanto a noi dell' UDC, siamo ben consapevoli della nostra pur modesta rappresentanza numerica in Consiglio comunale, ma siamo anche consapevoli di una antica storia di cultura di governo che ci appartiene e che pensiamo utile tradurre in questa iniziativa politica che collochiamo nella peculiarità della situazione orvietana.

Con questo spirito e per le ragioni sopradette ci apprestiamo nei prossimi giorni a incontrare il Sindaco e i responsabili di tutti i partiti confidando di raccoglierne la disponibilità e il consenso per verificare le condizioni per il successo della nostra iniziativa.


Questa notizia è correlata a:

Progetto "Orvieto nel Futuro". Le reazioni politiche dopo il Consiglio del 15 febbraio 2010

Commenta su orvietonews

Inserisci un commento

Per dare più forza alle tue idee usa la tua vera identità. Puoi anche usare uno pseudonimo.

È obbligatorio inserire la tua e-mail.

È obbligatorio specificare un valore.Formato non valido.

Spunta questa opzione, per rimanere aggiornato: riceverai una e-mail che ti avvisa ogni volta che verrà aggiunto un commento a questa notizia.

Numero massimo di caratteri: 1500

Note:
E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purché rispettoso della persona e delle opinioni. La redazione si riserva pertanto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi. Inviando un commento accetti le nostre regole di pubblicazione. Prima di inviare leggi l'informativa sulla Privacy. .

Commenta su Facebook

Accadeva il 19 ottobre

Il Boni pronto a volare. Aperta la campagna abbonamenti, via alla nuova stagione teatrale

Sogni incrociati

Bollette pazze, Olimpieri (IeT) chiede conto con un'interpellanza dell'accaduto

L'Istituto Agrario di Fabro vola in Sicilia per conoscere la cooperativa "Lavoro e non solo"

Le impressioni di capitan Serena Ubertini dopo l'esordio vincente della Zambelli Orvieto

Uffici postali. Gori: "Bene tavoli confronto regionale, impegno comune evitare riduzioni servizio"

Ceramica, Paola Biancalana e Andrea Miscetti sul podio del concorso "Il segno del tempo"

Forza Italia: "Acquapendente invasa dai topi, c'è troppa immondizia in giro"

In marcia con la Polisportiva verso la chiesa della Madonna di Loreto

Le tre slide mancanti di Palazzo Chigi

"Senza Monete" compie tre anni. Festa all'Emporio del Riuso e dello Scambio

Per "Lezioni di Storia" al Teatro Mancinelli arriva Alberto Mario Banti

Mano tesa tra la Scuola di Musica "Casasole" e la Filarmonica "Mancinelli"

Sicurezza all'ex caserma Piave con "Crash Scene. Indicazioni Salva Vita"

Dopo otto anni torna il "Bollettino sulla situazione economica e sociale dell'Area Orvietana"

Case popolari, c'è il bando. Per la presentazione delle domande c'è tempo fino al 29 novembre

FotograMia

Giubileo, in corso le iniziative per le Settimane della Misericordia

Torna l'Operazione Mato Grosso. Giovani al lavoro a sostegno dell'America Latina

"Aspettando Halloween". Festa alla sala parrocchiale della Segheria

"Non c'è sicurezza senza prevenzione". Sul tavolo, le criticità del territorio umbro

Ritrovato l'uomo smarrito nei boschi. Terzo caso in quindici giorni

Orvietana, faccia a faccia con i due fratelli Fillippo e Giuliano Avola

Al frantoio Cecci di Monterubiaglio torna "Pane e Olio". Le degustazioni si fanno solidali

Ilaria Alpi si è suicidata?

"Arte sui muri. Street art e urban art". Giornata di studi all'Università della Tuscia

Meteo

giovedì 19 ottobre
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento

--

--

--

--

--

--

--

--

--

--

--

--

21:00 11.2ºC 78% buona direzione vento
venerdì 20 ottobre
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 18.0ºC 54% buona direzione vento
15:00 21.6ºC 38% buona direzione vento
21:00 11.7ºC 75% buona direzione vento
sabato 21 ottobre
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 17.7ºC 55% buona direzione vento
15:00 21.9ºC 43% buona direzione vento
21:00 13.1ºC 90% buona direzione vento
domenica 22 ottobre
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 17.7ºC 83% buona direzione vento
15:00 19.4ºC 69% buona direzione vento
21:00 10.6ºC 85% buona direzione vento

Previsioni complete per 7 giorni