politica

Aeroporto di Viterbo. Soddisfazione dell'Assessore Barberani per i finanziamenti CIPE

sabato 14 novembre 2009
Aeroporto di Viterbo. Soddisfazione dell'Assessore Barberani per i finanziamenti CIPE

La decisione del CIPE che il 6 novembre scorso, su proposta del Ministro per le Infrastrutture Altero Matteoli, ha dato il parere positivo alla realizzazione dello scalo aeroportuale a Viterbo che sostituirà quello di Roma-Ciampino (254 milioni di euro stanziati e così suddivisi: 100 milioni per i collegamenti ferroviari e 200 milioni per le opere stradali, cui si aggiungono altri 258 milioni per le opere connesse: assistenza al volo, adeguamento della pista e altri interventi) viene accolta con soddisfazione dall'Assessore allo sviluppo economico del Comune di Orvieto, Antonio Barberani (nella foto).

"Da convinto sostenitore e patrocinatore del Comitato per l'Aeroporto - afferma - sono personalmente soddisfatto della decisione del CIPE che dà le prime essenziali certezze. La realizzazione dello scalo aeroportuale di Viterbo, come è noto, costituisce una opportunità economica, occupazionale e turistica molto importante per Viterbo ma anche per le zone confinanti dell'alto Lazio, della bassa Toscana e dell'Umbria, cioè la nostra area territoriale. E' un peccato che, nel dibattito locale di questi giorni non si colga l'importanza di questa opportunità, che Orvieto, peraltro, ha fortemente caldeggiato anche con atti ufficiali proprio nella precedente amministrazione. Speriamo che si tratti di una banale svista perché lo sviluppo socio-economico del territorio orvietano passa, infatti, anche per lo sviluppo della rete delle comunicazioni e dei trasporti dell'area vasta del Centro Italia".

"La realizzazione dello scalo aeroportuale di Viterbo - continua - con valenza commerciale e turistica è qualcosa su cui dobbiamo misurarci, possibilmente in maniera univoca e convinta. Ne va della possibilità di dare un futuro diverso ai giovani e alle tante competenze professionali che essi possono esprimere, restando sul territorio e non costringendoli al pendolarismo forzato". "Proprio il problema del forte Pendolarismo di lavoratori dal nostro territorio verso Roma e Firenze che, oltretutto non trovano negli orari del servizio ferroviario risposte soddisfacenti - aggiunge - è un problema sociale che sta compromettendo gli stessi equilibri personali e di relazioni familiari per molti di essi. Evidentemente su questo tema dobbiamo tutti riflettere ed agire di conseguenza. Non solo le Istituzioni e il comitato dei Pendolari ma tutte le categorie sociali, economiche e produttive del territorio".

Commenta su Facebook

Accadeva il 20 febbraio

"Tuscia Etruria". Presentata la guida ai sapori e ai piaceri di Repubblica

Orvieto ai Campionati della Cucina Italiana, medaglia di bronzo per Consuelo Caiello e Angelo D'Acquisto

Al Teatro Santa Cristina, è di scena "Riccardo (Lunga Vita al Re)"

Tre ori per Emanuela Marchini ai campionati di nuoto FISDIR

Sentenza del Tar, incontro pubblico con i cittadini

Di fiori e di altri profumi

Musica e solidarietà in Carcere, con il concerto dei Maleminore

Cresce la richiesta per gli asili nido, liste d'attesa in aumento

Cala la popolazione, cala il numero delle pratiche

Una Zambelli Orvieto carica e determinata si reca alla corte del Chieri

"Alba Etrusca" al Museo "Claudio Faina". In mostra le pitture di Renato Ferretti

Il Comune annuncia l'arrivo della carta d'identità elettronica

Il vino è condivisione, gemellaggio tra "Wine Show" e "Due Mari WineFest"

Salto con l'asta, Eugenio Ceban (Libertas Orvieto) torna a volare ai Campionati italiani assoluti

"Il Forno" presenta "Due", il nuovo libro di Carlo Pellegrini

Riaperta al culto la chiesa parrocchiale di San Pancrazio

"Croce e delizia, signora mia", l'omaggio a Verdi di Simona Marchini

"Il Liceo Artistico non è merce politica di scambio"

Dopo "Frammenti d'un mosaicista morto dal freddo", "Inseguivo il vento pei campi"

A 12 anni dalla morte, i genitori di Luca Coscioni depositano il loro biotestamento ad Orvieto

La chiesa di San Pietro è di proprietà comunale. Grassotti: "Fatta luce dopo anni di incertezza"

"Orvieto in Danza". Prima rassegna nazionale al Teatro Mancinelli

Ferretti, Vezzosi e Bonifazi in cima alle classifiche 2017. Ricco di aspettative il 2018

Centro Congressi, incontro sul futuro del turismo congressuale a Orvieto

I tesori di Campo della Fiera in mostra in Lussemburgo

Luci spente e camminate per "M'illumino di meno 2018"

La Uil fa rete e si mobilita per i territori tagliati fuori dall'Alta Velocità