politica

Aeroporto di Viterbo. Soddisfazione dell'Assessore Barberani per i finanziamenti CIPE

sabato 14 novembre 2009
Aeroporto di Viterbo. Soddisfazione dell'Assessore Barberani per i finanziamenti CIPE

La decisione del CIPE che il 6 novembre scorso, su proposta del Ministro per le Infrastrutture Altero Matteoli, ha dato il parere positivo alla realizzazione dello scalo aeroportuale a Viterbo che sostituirà quello di Roma-Ciampino (254 milioni di euro stanziati e così suddivisi: 100 milioni per i collegamenti ferroviari e 200 milioni per le opere stradali, cui si aggiungono altri 258 milioni per le opere connesse: assistenza al volo, adeguamento della pista e altri interventi) viene accolta con soddisfazione dall'Assessore allo sviluppo economico del Comune di Orvieto, Antonio Barberani (nella foto).

"Da convinto sostenitore e patrocinatore del Comitato per l'Aeroporto - afferma - sono personalmente soddisfatto della decisione del CIPE che dà le prime essenziali certezze. La realizzazione dello scalo aeroportuale di Viterbo, come è noto, costituisce una opportunità economica, occupazionale e turistica molto importante per Viterbo ma anche per le zone confinanti dell'alto Lazio, della bassa Toscana e dell'Umbria, cioè la nostra area territoriale. E' un peccato che, nel dibattito locale di questi giorni non si colga l'importanza di questa opportunità, che Orvieto, peraltro, ha fortemente caldeggiato anche con atti ufficiali proprio nella precedente amministrazione. Speriamo che si tratti di una banale svista perché lo sviluppo socio-economico del territorio orvietano passa, infatti, anche per lo sviluppo della rete delle comunicazioni e dei trasporti dell'area vasta del Centro Italia".

"La realizzazione dello scalo aeroportuale di Viterbo - continua - con valenza commerciale e turistica è qualcosa su cui dobbiamo misurarci, possibilmente in maniera univoca e convinta. Ne va della possibilità di dare un futuro diverso ai giovani e alle tante competenze professionali che essi possono esprimere, restando sul territorio e non costringendoli al pendolarismo forzato". "Proprio il problema del forte Pendolarismo di lavoratori dal nostro territorio verso Roma e Firenze che, oltretutto non trovano negli orari del servizio ferroviario risposte soddisfacenti - aggiunge - è un problema sociale che sta compromettendo gli stessi equilibri personali e di relazioni familiari per molti di essi. Evidentemente su questo tema dobbiamo tutti riflettere ed agire di conseguenza. Non solo le Istituzioni e il comitato dei Pendolari ma tutte le categorie sociali, economiche e produttive del territorio".

Commenta su Facebook

Accadeva il 26 maggio

L'Alta Tuscia riscopre i gioielli. Invito a Civita, Palazzo Monaldeschi e la Serpara

Due ori e tre bronzi per la Scuola Keikenkai al 2° Campionato Europeo di Karate Iku

Staffetta dei Quartieri. All'ombra del Duomo si corre la 51esima edizione

La Zambelli Orvieto si ferma sul più bello col Casal De' Pazzi

"Focus on pain" a Palazzo Alemanni. Seconda edizione per il congresso medico

Piazza del Popolo, parcheggi a disco orario non più a pagamento

"L'Eucarestia nell'arte cristiana". Conferenza Rotary in Duomo

Corso da tecnico audio e corso di informatica musicale al "Tuscia in Jazz 2016"

Alla Galleria Falzacappa Benci di passaggio i pellegrini di Giorgio Pulselli

A Guardea ed Alviano le musiche di Piovani e Morricone per il Concerto di Primavera

"Basta un Sì per cambiare l'Italia". Incontro a Sferracavallo con Luca Castelli

La Kansas State University sempre più presente sul territorio orvietano

Legambiente denuncia gravi profili di illegittimità del calendario venatorio

Il Coro degli Alpini dei Monti Lessini in concerto

Filippo Orsini relaziona su "Bartolomeo d'Alviano, Todi e l'Umbria tra XV e XVI secolo"

"Una buona stagione per l'Italia. Idee e proposte per la ricostruzione del Paese e dell'Europa"

Alla scuola Frezzolini di Sferracavallo s'inaugura la biblioteca "Sheradzade"

Nasce l'Albo sostenitori "Orvieto Cittaslow". Ecco da chi è composta la commissione

Divieto di pesca per consumo alimentare sul Paglia, scatta l'ordinanza del sindaco

"Etruschi 3D". Presentata la mostra multimediale curata dall'Associazione Historia

Che cos'è "Etruschi 3D"