politica

Manca il numero legale, salta il Consiglio Provinciale. Le reazioni dei gruppi

lunedì 9 novembre 2009

La seduta del Consiglio provinciale convocata per oggi pomeriggio, che aveva all'odg l'esame del documento relativo all'assestamento di bilancio 2009, è stata dichiarata sciolta dal presidente del Consiglio Andrea Maurelli per mancanza del numero legale su richiesta di verifica avanzata dal centrodestra.

Il gruppo Pdl ha rilasciato la seguente dichiarazione: "Abbiamo assistito oggi in Provincia per l'ennesima volta al comportamento della maggioranza che su un atto fondamentale per la vita dell'ente ha fatto mancare il numero legale. Il Pdl ha registrato l'atteggiamento della maggioranza e ne ha tratto le relative conseguenze, uscendo dall'aula. Un comportamento, quello del centrosinistra, che si commenta da solo. Lasciamo l'interpretazione ai cittadini affinché nelle prossime tornate elettorali sappiamo valutare e scegliere".

In risposta alle dichiarazioni del Pdl sullo scioglimento del Consiglio di oggi, il centrosinistra dichiara quanto segue: "I gruppi di maggioranza considerano irresponsabile e gratuito l'atteggiamento di chi pensa di fare opposizione solo attraverso l'applicazione di rigidità regolamentari, sintomo di una totale assenza di idee e proposte. Aver fatto saltare un Consiglio provinciale chiamato anche a espletare alcuni adempimenti formali richiesti dal prefetto, solo perché due consiglieri di maggioranza erano in riunione nella stanza accanto, dimostra l'assoluto spregio per le istituzioni e per il ruolo che rappresentano. Pur chiedendo un atteggiamento costruttivo a questa maggioranza, in risposta arrivano posizioni del tutto incoerenti con questa richiesta. Quanto accaduto segna un precedente che imporrà a questa maggioranza un rapporto più formale e determinato nei confronti di chi preferisce sottrarsi alla discussione e al confronto sui contenuti concreti utilizzando pratiche di ostruzionismo che penalizzano innanzitutto i cittadini".

Commenta su Facebook

Accadeva il 22 gennaio

Madame Bovary

Indagine della Procura, le puntualizzazioni di Enel

Giorno della Memoria, ricordare per prevenire. Iniziative della Cgil a Perugia e Terni

Conferenza su "Il mito di Giulia Farnese: amori, potere, storia…"

Robotica e agricoltura di precisione con il Progetto Pantheon

Orvieto FC, la prima squadre batte il GubbioBurano secondo in classifica

Per la Zambelli Orvieto è un momento magico, conquistata Montecchio Maggiore

Orvietana, sconfitta pesante contro il San Sisto

Finisce in carcere per una rapina in banca messa a segno due anni fa

Sicurezza, trecento controlli in due settimane sul territorio

Rti avanza richieste economiche al Comune, Tardani interroga il sindaco

Lia Tagliacozzo presenta il libro "La Shoah e il Giorno della Memoria"

L'Istituto per la Storia dell'Umbria Contemporanea per il Giorno della Memoria

In biblioteca lettura di "Sonderkommando Auschwitz" di Shlomo Venezia

Dal Castello Baronale alla Cappella Baglioni, fino al caffè a Villa Lais

Contro Azzurra Orvieto, Campobasso resiste ma non passa

Una brutta Vetrya Orvieto Basket lascia la vetta a Perugia

Violenza di genere, firmato il protocollo d'intesa per la realizzazione del sistema regionale di contrasto

"A spasso con ABC", giornata finale per i narratori del futuro

Sul palco del Rivellino, Anna Mazzamauro è "Nuda e Cruda"

Iniziative in tutta l'Umbria per San Francesco di Sales, patrono di giornalisti e comunicatori

"Col trattore in Complanare", in 140 a Ciconia per la benedizione dei mezzi agricoli

Il consiglio regionale FIE Umbria conferma alla presidenza Giulia Garofalo

Rumori di lavori in corso a Palazzo Monaldeschi, Olimpieri (IeT) interroga il Comune

Al Concordia, serata dedicata al teatro con "Il Canto del Gallo"

Comitato Scansano Sos Geotermia: "Il pericolo non va esportato in Maremma"