politica

IdV Orvieto sui primi 100 giorni di Concina: "Tutto rimasto uguale, con l'opposizione che fa finta di nulla"

martedì 20 ottobre 2009
di Mauro Sedda

 

Duro il giudizio di Italia dei Valori Orvieto sui primi cento giorni di consiliatura. Il cartello politico, che si era presentato alle ultime amministrative con una propria lista agganciata alla candidatura a Sindaco di Loriana Stella e che, come Rifondazione Comunista e Una Stella in Comune non è riuscito ad eleggere in Consiglio un proprio candidato di rappresentanza, dopo aver osservato la situazione dall'esterno torna a far sentire la sua voce.

"Abbiamo atteso i classici 100 giorni - afferma IdV in una nota stampa - per dare un giudizio sulla nuova Amministrazione di Orvieto. Lo abbiamo fatto da osservatori imparziali, ma oltre a decantare il rinnovamento ci sembra che non sia cambiato nulla, e la nostra richiesta di discontinuità sembra rimasta lettera morta. In realtà si naviga a vista, alla larga da innovazione e nuovi programmi, e in un Consiglio comunale che ormai conosce solo o il voto favorevole o l'astensione. Mai nessuno che si azzardi a votare contro. Il ragionamento sul merito è scomparso, tutto procede liscio come l'olio e di proposte, progetti o disegni per il futuro non se ne sa più nulla. Nessuno immagina quali idee possano occupare le menti dei nostri nuovi amministratori, o delle forze di maggioranza in Consiglio Comunale, per cui l'atmosfera che si respira è quella della vigile attesa di qualcosa che prima o poi, non si sa mai, possa accadere".

"Nell'ultimo consiglio comunale però qualcosa è accaduto - fa ancora notare Italia dei Valori. - In primo luogo la vicenda della mobilità alternativa che viene risolta con la privatizzazione di posti macchina attraverso la vendita del diritto d'uso per 25 anni: per invogliare all'acquisto si annuncia un aumento consistente del costo del biglietto per parcheggiare. Quello che era sembrato uno scandalo durante la campagna elettorale, cioè le alienazioni del patrimonio pubblico immobiliare, ora diventa una necessità, ed il tutto senza che nessuno proferisca parola. Perdipiù, visto che nessuno può garantire che la somma (cospicua) stimata ipoteticamente e iscritta in entrata dalla vendita del mattatoio e dalla concessione dei parcheggi possa risultare realmente incassata, è lecito ritenere che il tanto vituperato buco di bilancio possa incrementarsi nonostante l'alternanza. Su queste scelte ci pare incomprensibile l'astensione e ci chiediamo:

- A quale pro e per quali interessi ? Per aumentare le tariffe ?
- Per avere cittadini di serie A e di serie B ?
- Per aumentare il buco di bilancio senza nessuna idea sulle entrate realmente possibili ?
- E poi, le forze di opposizione, che sono maggioranza in Consiglio, pensano che sia una cosa seria andare avanti in questo modo, facendo finta di nulla?"

Noi riteniamo che sia opportuno che ognuno si assuma le proprie responsabilità fino a trarre le logiche conseguenze ed andare a nuove elezioni che speriamo portino nuovi risultati. Solo così potremo seriamente ricominciare a costruire futuro per la nostra città, ripartendo da quella discontinuità in materia di corretta gestione della finanza pubblica, attenzione ai problemi ambientali e radicale cambio di rotta sulla questione rifiuti, a cominciare dalla revoca della minaccia di ampliamento della discarica al famigerato terzo calanco.

"Infine - conclude IdV - leggiamo dai giornali di inviti a fare chiarezza sugli ultimi anni amministrativi e di rese dei conti fra coloro che hanno gestito la cosa pubblica ad Orvieto negli ultimi decenni. Se esiste qualcosa da accertare o da chiarire è bene che questi chiarimenti avvengano nel tempo più rapido possibile in modo da restituire certezza alla pratica Politica e Amministrativa della nostra Città, e soprattutto che dalle chiacchiere si sia in grado di passare ai fatti, altrimenti è meglio tacere."

Commenta su Facebook

Accadeva il 21 gennaio

Complanare, nuova fase di spinta oleodinamica del ponte in acciaio

"Le Grandi Firme della Tuscia". In distribuzione il terzo numero dell'aperiodico di Letteralbar

Azzurra Ceprini A1. Palla a due al PalaPorano con San Martino di Lupari

Montelone, la Provincia scioglie il silenzio. La prossima settimana, il bando per i lavori stradali

In manette 22enne, rubò chioccia con tutti i pulcini

Larocca interrompe lo sciopero: "L'amministrazione continuerà a vigilare"

Approvato l'odg per inserire il "reato di tortura" nell'ordinamento italiano. Il plauso di Amnesty International

Esce "Studi Interrotti", l'album d'esordio de "Gli Scontati". Il 28 gennaio al Valvola

Sfilata di maschere e carri allegorici per la "Festa di Carnevale" di Porano

Torna a luglio la seconda edizione del Premio Letterario "Città di Lugnano"

Tir si ribalta in Autostrada, code e disagi bloccano il traffico

Due ristoranti "nostrani" alla sfida Tv di Alessandro Borghese

Lasciavano le auto su "quattro ceppi" e scappavano, beccata la banda del cric

Regione contro l’inceneritore in Umbria, ma i comitati chiedono garanzie sulle discariche

Garbini lascia, si dimette il sindaco di Castel Giorgio

Bollo per i veicoli di interesse storico o collezionistico: dal primo gennaio riduzione del 10 per cento

Auto alluvionate, Sacripanti (FdI-An) sollecita un nuovo bando per il risarcimento dei danni

Consiglio regionale, respinta la mozione sul "sostegno alla famiglia naturale"

Punti nascita, la presidente Marini rassicura: “Non sono previste altre chiusure”

"Ravensbrück. Il lager delle donne", gli scatti di Ambra Laurenzi al Palazzo del Popolo per il Giorno della Memoria

A Città della Pieve nasce il liceo musicale. Open Day di presentazione

"Internet e le nuove generazioni: ripartiamo dalla famiglia". Incontro conclusivo per "Famiglie al centro"

Differenziata lumaca, ora la Regione corre ai ripari: obiettivo 60% entro l'anno

Piano comunale di classificazione acustica, nulla di fatto. In standby le controdeduzioni

Kino-Workshop al Centro Viva. A lezione di linguaggio cinematografico

Incontro informativo sull'iniziativa comunitaria "Garanzia Giovani"

Jasmine Rossini: "Per la Zambelli Orvieto il campionato è aperto"

Cardinali al Sindaco: "Sul parco del Paglia ci dica cosa bolle in pentola"

Sanità, la giunta regionale umbra sospende il ticket intramoenia

Folklore e tradizione si incontrano per la seconda "Giornata delle Pasquarelle"

Il vescovo presiede i funerali di don Adelmo Ciurletti

Sacripanti (FdI-An) propone l'istituzione di un forum civico in materia di assistenza socio-sanitaria

Dall'orto al piatto. Dalla collaborazione fra le scuole, un progetto sperimentale

La Regione investe quasi 3 milioni di euro per finanziare la competitività delle aziende vitivinicole

Centro Studi, via allo "Spring Semester" della Kansas State University e della University of Arizona

Orvieto tra le sezioni Cai che hanno collaborato alla rete sentieristica-escursionistica umbra

Furti e atti vandalici al Fanello. Tardani: "L'amministrazione si attivi per garantire la sicurezza ai cittadini"

Il Consiglio dei Ministri commissaria L'Umbria e decide per la chiusura anticipata della caccia

Ballo in maschera al Teatro Boni. Musica e divertimento, come in una favola

Luciani sollecita la riqualificazione di Piazza del Commercio: "Come si sta muovendo il Comune?"

Il Comune ricorrerà al Consiglio di Stato, Germani: "Il terzo calanco non si farà"

Lo Sportello del Consumatore chiude i battenti: riflessioni sulla conclusione di un'esperienza

Rometti: "Per la Regione su Orvieto non ci sono assolutamente esigenze di ampliamento della discarica al terzo calanco"

L'assessore Cecchini: "Si è fatta ricadere sulle Regioni l’incongruenza fra le norme nazionali ed europee"

Contratti di Fiume, Minervini chiarisce la posizione delle associazioni private: "Fuori dalla Cabina di Regia".

Galanello Pd: "No al terzo calanco, l'obiettivo dell'Umbria è la minimizzazione dello smaltimento in discarica"

Il Circolo Pd di Orvieto Scalo al lavoro per la riqualificazione del quartiere

Scopetti e Taddei Pd: "No categorico al terzo calanco, Comune e Regione non devono mollare"

Il teatro amatoriale colora Monteleone. La rassegna al Teatro dei Rustici compie vent'anni