politica

Positivo il bilancio della Festa Democratica di Orvieto.Trappolino: "Ripartire dalla voglia di esserci e di contare del popolo dei democratici"

giovedì 23 luglio 2009

È positivo il bilancio della seconda "Festa Democratica" organizzata dal PD di Orvieto presso il Parco Urbano del Paglia dal 9 al 19 luglio. Lo comunica il PD sottolineando che il consueto appuntamento, cominciato in sordina e a ranghi ridotti, anche per le ben note vicende politiche, è costantemente salito di tono, fino a segnare, negli ultimi quattro giorni, un bel successo in termini di presenze. "Non ci siamo nascosti le difficoltà del ‘dopo-elezioni' - afferma il coordinatore Carlo Emanuele Trappolino - ma l'aver chiamato nuovamente a raccolta il popolo del PD è stata una scelta giusta". "Speravamo in una reazione, e una reazione c'è stata, soprattutto da parte dei volontari, dei simpatizzanti e della nostra gente che non ha inteso e non intende abbassare la testa. Ai tanti volontari che hanno contribuito allo svolgimento dell'evento va il mio sincero ringraziamento: la loro determinata e gratuita voglia di esserci indica al Partito Democratico di Orvieto una missione etica e politica della quale tutti dovremmo tener conto".

"Attraverso i dibattiti in programma - continua Trappolino - ho avvertito una domanda inevasa di buona politica. Di quella politica che dovrebbe piegare il futuro per renderlo più giusto e più aperto e di cui, seguendo talora la rissa del momento, non sempre siamo interpreti adeguati".

"In particolare - precisa il coordinatore del PD di Orvieto - dalle riflessioni di Claudio Carnieri e Bruno Bracalente sui ‘flussi elettorali' è emersa la necessità di ripensare, anche criticamente, i tratti del modello politico umbro che, pur avendo garantito negli anni un soddisfacente equilibrio tra crescita economica ed equità, oggi si trova a fare i conti con complessi mutamenti strutturali e sociali".

"Una prima risposta all'esigenza di adeguare gli strumenti di programmazione ai tempi nuovi - prosegue - è giunta dall'iniziativa sui temi dello sviluppo dell'area vasta. Il confronto tra i presidenti e gli assessori delle province di Terni, Perugia, Siena e Viterbo ha posto le basi per dare spessore reale ad una nuova politica dei territori di confine, destinata a superare gli steccati dei margini amministrativi e a cogliere pienamente le opportunità di crescita offerti dalle infrastrutture e dai progetti integrati e condivisi".

"La mia soddisfazione - conclude Trappolino - è comunque quella di aver visto il nostro popolo con la schiena dritta e con la tenace consapevolezza di essere parte di una storia che va avanti. La nostra ‘ripartenza' può cominciare da qui".

Commenta su Facebook

Accadeva il 20 febbraio

"Tuscia Etruria". Presentata la guida ai sapori e ai piaceri di Repubblica

Orvieto ai Campionati della Cucina Italiana, medaglia di bronzo per Consuelo Caiello e Angelo D'Acquisto

Al Teatro Santa Cristina, è di scena "Riccardo (Lunga Vita al Re)"

Tre ori per Emanuela Marchini ai campionati di nuoto FISDIR

Sentenza del Tar, incontro pubblico con i cittadini

Di fiori e di altri profumi

Musica e solidarietà in Carcere, con il concerto dei Maleminore

Cresce la richiesta per gli asili nido, liste d'attesa in aumento

Cala la popolazione, cala il numero delle pratiche

Una Zambelli Orvieto carica e determinata si reca alla corte del Chieri

"Alba Etrusca" al Museo "Claudio Faina". In mostra le pitture di Renato Ferretti

Il Comune annuncia l'arrivo della carta d'identità elettronica

Il vino è condivisione, gemellaggio tra "Wine Show" e "Due Mari WineFest"

Salto con l'asta, Eugenio Ceban (Libertas Orvieto) torna a volare ai Campionati italiani assoluti

"Il Forno" presenta "Due", il nuovo libro di Carlo Pellegrini

Riaperta al culto la chiesa parrocchiale di San Pancrazio

"Croce e delizia, signora mia", l'omaggio a Verdi di Simona Marchini

"Il Liceo Artistico non è merce politica di scambio"

Dopo "Frammenti d'un mosaicista morto dal freddo", "Inseguivo il vento pei campi"

A 12 anni dalla morte, i genitori di Luca Coscioni depositano il loro biotestamento ad Orvieto

La chiesa di San Pietro è di proprietà comunale. Grassotti: "Fatta luce dopo anni di incertezza"

"Orvieto in Danza". Prima rassegna nazionale al Teatro Mancinelli

Ferretti, Vezzosi e Bonifazi in cima alle classifiche 2017. Ricco di aspettative il 2018

Centro Congressi, incontro sul futuro del turismo congressuale a Orvieto

I tesori di Campo della Fiera in mostra in Lussemburgo

Luci spente e camminate per "M'illumino di meno 2018"

La Uil fa rete e si mobilita per i territori tagliati fuori dall'Alta Velocità