politica

Ciro Zeno. Candidato Consigliere al Comune di Orvieto e alla Provincia di Terni nelle liste dei Comunisti Italiani

sabato 23 maggio 2009
Ciro Zeno. Candidato Consigliere al Comune di Orvieto e alla Provincia di Terni nelle liste dei Comunisti Italiani

Sono Ciro Zeno, ho trentatre anni, sposato con Federica e papà di un bellissimo bambino di diciotto mesi, Riccardo.

Sono candidato nelle liste del Partito dei Comunisti Italiani come

Consigliere al Comune di Orvieto

Consigliere alla Provincia di Terni

nei collegi Orvieto II (Ciconia, Morrano, Bagni, Corbara, Fossatello, Colonnetta, Canale) e Ficulle (Ficulle, Fabro, Parrano).

Dopo la maturità ho vinto un concorso nelle Ferrovie dello Stato, dove lavoro da tredici anni con l'attuale
mansione di Capo Tecnico
. E' un lavoro che amo e svolgo con grande interesse e passione. Già da
giovanissimo mi sono interessato con grande attenzione ai problemi che coinvolgevano il contesto in cui
vivevo. Infatti, già dalle scuole superiori, mi resi conto che ero particolarmente sensibile alle istanze degli studenti e legato apertamente alle loro questioni. Per questo mi sono impegnato per quattro anni nel ruolo di rappresentante d'istituto, dando il massimo per risolvere le questioni studentesche.

Quasi con una sorta di continuità, assunto in ferrovia, mi sono sentito attratto dall'universo sindacale dove attivamente, da dieci anni, rivesto il ruolo di rappresentante dei lavoratori nella Direzione Compartimentale di Firenze nell'ambito delle regioni Umbria e Toscana.

Suscettibile e pignolo, profondamente e tenacemente contro chiunque volesse ledere i diritti dei lavoratori, ho avuto grandi soddisfazioni dal sindacato e da quello che rappresenta e difende, vincendo grandi battaglie per e a fianco dei lavoratori.

Politicamente, sono attento e accorto alle croniche e contingenti problematiche che investono tutto il territorio dell'Orvietano e dell'Alto Orvietano. Attraverso l'incarico per cinque anni di coordinatore
comprensoriale dell'Associazione per il Rinnovamento Della Sinistra, ho avuto modo di essere al centro di
molte questioni tra le quali

Scuola, Sanità, Economia

e in ultimo, ma non meno importante, la questione dei

Pendolari

che per primo ho sollevato e fatto emergere a Orvieto e comprensorio.

Penso a una

SCUOLA

attenta ai cambiamenti del mercato nel nostro territorio, e pronta ad adattarsi a questo, aggiornando e coordinando costantemente le proprie tecnologie e specializzazioni con quello delle imprese, per lanciare sempre più giovani in un mondo occupazionale che si allontana sempre più dalle nostre zone.

Penso che bisogna investire sulla nostra

SANITA'

per renderla capace di dare delle risposte concrete alla nostra gente, e non vedere questa come una spesa, ma come un investimento sulla salute e quindi sul futuro. Una sanità vicina e che sappia dare delle soluzioni qualitative e concrete alle richieste che oramai da anni giungono dal nostro comprensorio.

Sostengo fortemente un modello di

SVILUPPO

ecosostenibile legato ad un grande programma di rilancio della nostra

ECONOMIA

basato ad esempio sulla sincronizzazione dei nostri imprenditori e artigiani, per aggredire il mercato con un
marchio unico dei nostri prodotti, per garantirci e riservarci un settore di nicchia nel circuito nazionale e internazionale nella produzione e distribuzione, sul modello CHIANTI, di tutti quei prodotti e colture della
nostra zona tipo olio, vino, creando così i presupposti per una maggiore occupazione e mobilità.

Evviva un'azione atta a far riemergere nei

GIOVANI

l'interesse e l'entusiasmo di rimanere qui, in questa terra che di loro ha enormemente bisogno, con iniziative e creazione di spazi e progetti a loro dedicati, investendo anche risorse economiche per creare occupazione, data la loro importanza per la sopravvivenza di tutti i settori produttivi e culturali, oltre che per rendere vivo il nostro universo.

Mi impegnerò perché sia percepito il problema dei

PENDOLARI

come di tutti, nel senso del territorio, poiché si allontanano quotidianamente intellighenzie ed esperienze
professionali importanti che potrebbero essere utili al vivere e allo sviluppo della nostra città e oltre. Se questo problema venisse risolto o quanto meno ridotto ai minimi termini, si consentirebbe tra l'altro ai nostri concittadini di avere una qualità della vita migliore, oltre che di partecipare attivamente alla vita sociale di Orvieto.

Ho riportato a grandi linee solo alcune delle tematiche di spessore che ci riguardano, e mi scuso
anticipatamente con tutti coloro per i quali non ho citato le istanze più sentite: ad esempio
ANZIANI, TURISMO, INFRASTRUTTUTE, SERVIZI, AMBIENTE.

Ma intendo interessarmi attivamente anche di questi temi e mi auguro che voi tutti mi diate la possibilità di impegnarmi e di approfondire tutte le questioni Valutando l'ipotesi

di potermi sostenere con il vostro consenso elettorale.

Committente responsabile
Giampietro Piccini

Commenti

In questo articolo i commenti sono chiusi.