politica

Allerona elezioni comunali. Lista "Democrazia e solidarietà - Allerona per la continuità" - Valentino Rocchigiani Sindaco

giovedì 21 maggio 2009
Allerona elezioni comunali. Lista "Democrazia e solidarietà - Allerona per la continuità" - Valentino Rocchigiani Sindaco


ELEZIONI PER IL RINNOVO DEL CONSIGLIO COMUNALE DI ALLERONA

6-7 Giugno 2009

 

Candidato Sindaco

VALENTINO ROCCHIGIANI

 

 


Assessore Esterno

Massimo LARDANI

Candidati Consiglieri

Maura GILIBINI
Fabiola DI LORETO
Giancarlo ALIMENTI
Alessandro DELLI POGGI
Rita FINI
Massimo LUCIANI
Marco MARCHIGNANI
Alessandro PIAZZAI
Erik PONTREMOLI
Vanessa TARDIOLO
Riccardo TIBERI
Isabella TIBERI

PROGRAMMA

Premessa

Dopo l'esperienza amministrativa del quinquennio 2004-2009, nel segno della continuità, intendiamo riproporci per la guida dell'Amministrazione Comunale di Allerona per il quinquennio 2009-2014.
Le difficoltà per la riproposizione di un accordo organico di centro-sinistra, non dipendenti dalla nostra volontà, ci hanno spinto alla sfida elettorale attraverso la proposta di una lista civica che ha saputo raccogliere le diverse sensibilità presenti nel nostro Comune.
La nostra lista denominata "DEMOCRAZIA E SOLIDARIETA' - ALLERONA PER LA CONTINUITA'", è composta di uomini e donne della società civile rappresentativi delle istanze e dei bisogni della collettività alleronese, disponibili all'impegno civico per l'interesse pubblico.
La composizione della lista rappresenta una continuità per la presenza, oltre a quella del candidato sindaco, di due donne attivamente impegnate nella precedente amministrazione.
Presenta, poi, una grande innovazione con la presenza di 10 nuovi candidati consiglieri, con forte impronta delle nuove generazioni che con la loro "freschezza" intellettuale sapranno stimolare l'attività amministrativa.
Grande rispetto è stato posto nel garantire la rappresentanza di genere con la presenza di 5 donne candidate.
Già nella fase di presentazione della lista abbiamo ritenuto di individuare una figura di alto profilo tecnico ed esperienza politica, l'Ing. Massimo LARDANI, che proponiamo come membro della futura Giunta Comunale.
Le donne e gli uomini che compongono la lista "DEMOCRAZIA E SOLIDARIETA' - ALLERONA PER LA CONTINUITA'" disconoscono la guerra come strumento per la risoluzione dei problemi della società mondiale e sono impegnati affinché la pace sia garantita in ogni parte del pianeta.
Valore fondamentale della nostra lista è il rispetto dell'ambiente, lo sviluppo sostenibile, il tutto in un quadro di valorizzazione delle risorse naturali e dei prodotti tipici del nostro territorio.
La crisi economica internazionale ed i tagli indiscriminati ai bilanci dei piccoli comuni, hanno colpito pesantemente anche la nostra realtà, necessariamente da qui dovremmo partire per l'individuazione dei punti programmatici essenziali per i prossimi cinque anni.

LA TRASPARENZA DELLE ISTITUZIONI

E' fondamentale un rapporto continuo fra amministratori e cittadini, che si deve esplicitare in tutte le forme possibili, così come è avvenuto per tutti i cinque anni della precedente amministrazione.

Pertanto intendiamo:

  • Continuare ad assicurare la disponibilità al ricevimento dei cittadini da parte degli amministratori almeno in un giorno della settimana.
  • Inserire sul sito del Comune, che abbiamo riprogettato e reso accessibile nel rispetto della normativa vigente, tutti gli atti deliberativi del Comune affinché i cittadini dalla loro abitazione siano in grado di verificare tutta l'attività amministrativa del Comune.
  • Riconfermare le "Consulte" quale strumento di partecipazione e proposizione da parte dei cittadini.
  • Riconfermare lo strumento del Consiglio Comunale dei Ragazzi ritenendolo fondamentale per l'impulso che essi sanno dare, liberi da qualsiasi condizionamento.
  • Riproporre il foglio informativo che riporti periodicamente tutte le attività e le iniziative dell'amministrazione comunale.

 

IL TERRITORIO - LA NOSTRA RICCHEZZA

Il Territorio e le sue emergenze sono state e saranno il nostro motore di sviluppo, le proprietà pubbliche largamente presenti sul territorio comunale devono essere messe a sistema al fine di produrre reddito per i cittadini di Allerona e migliorare la qualità della vita.

L'area Naturale Protetta

L'istituzione dell'Area Naturale Protetta Selva di Meana e la sua perimetrazione, la predisposizione dello schema di Legge Regionale per l'istituzione del Parco Interregionale Selva di Mena - Monte Rufeno, che è in attesa di essere inoltrata al Consiglio Regionale, rappresentano il punto di arrivo della valorizzazione del territorio del Demanio Regionale. Se la Regione Umbria e la Regione Lazio non porteranno a completamento l'iter approvativo in tempi rapidi, lavoreremo ad un accordo di programma con il Comune di Acquapendente per la gestione unitaria delle due Aree Protette.

Il Fiume Paglia

Il fiume è lo specchio della nostra società e del nostro modo di vivere. Non rispettare la sua integrità significa non essere all'altezza di conservare e gestire le ricchezze che la natura ci dona ogni giorno. Il Fiume non è solo acqua che scorre, ma è luogo che pullula di vita e di sentimenti, quelli che noi stessi viviamo ogni volta che trascorriamo ore lungo le sue rive. L'impegno di questo Comune è rivolto a far si che il fiume sia rispettato in tutto il suo corso e perciò adotteremo una serie di misure a ciò finalizzate. Realizzeremo un patto con le altre istituzioni presenti sul bacino medesimo, con un programma di valorizzazione e miglioramento ambientale, daremo sostegno a tutti coloro, compresi i pescatori, che si impegneranno a rispettare ed a far rispettare il Fiume.

La Pianificazione urbanistica

Con l'adozione del Piano Regolatore Generale Strutturale Intercomunale, avvenuta alla fine della legislatura, si è dotato il Comune, per la prima volta nella storia, di uno strumento di pianificazione territoriale, sviluppo urbanistico e sviluppo economico fondamentale per il futuro.
La prossima consigliatura dovrà rapidamente approvare la parte operativa del Piano Regolatore Intercomunale in modo da permettere l'attuazione delle scelte contenute all'interno del medesimo.

Le Opere Pubbliche

I cinque anni trascorsi sono stati caratterizzati dalla realizzazione di una serie di opere pubbliche di straordinaria importanza, soprattutto nel campo dell'edilizia scolastica, del consolidamento del centro storico, della sistemazione della viabilità (sottopasso Allerona Scalo, marciapiedi, ecc..), per la prossima consigliatura ci impegneremo per:

  • Completamento degli interventi già progettati all'interno della programmazione CQ3 (Contratti di Quartiere) relativi alla sistemazione della viabilità, dei marciapiedi e del verde della zona di Allerona Scalo a monte del sottopassaggio ferroviario fino alla Scuola Media.
  • Presentazione di un ulteriore stralcio del CQ3 per realizzazione parcheggi a servizio della scuola media e piste ciclabili di collegamento tra la parte alta e la parte bassa dell'abitato dello Scalo.
  • Esecuzione delle opere di urbanizzazione a servizio dell'area della ex fornace Tini, anche attraverso la stimolazione dei privati alla realizzazione del progetto di riqualificazione previsto nel P.R.G.
  • Continuare l'azione pressante presso la Regione dell'Umbria per il reperimento delle risorse finanziarie da aggiungere a quelle già accantonate dal PRUSST (Programma di Riqualificazione Urbana e di Sviluppo Sostenibile del Territorio) e dalla Provincia di Terni per la realizzazione della variante stradale di Allerona Scalo.
  • Realizzazione delle opere di urbanizzazione primarie relative all'ampliamento dell'area artigianale "Rivercale".
  • Completamento di ulteriori stralci del consolidamento del centro storico di Allerona in aggiunta a quelli già realizzati ed a quelli progettati.
  • Realizzazione dell'archivio del Comune (storico e corrente) presso il piano seminterrato della ex scuola materna di Allerona Capoluogo (oggetto di ristrutturazione già finanziata).
  • Realizzazione di un capannone, nella zona artigianale dello Scalo, che possa fungere da centro dei servizi manutentivi del Comune a da ricovero per tutti gli automezzi (operativi, automobili, scuolabus, ecc..).
  • Sistemazione dell'accesso agli impianti sportivi di Allerona Scalo nel rispetto del progetto già presentato alla Regione dell'Umbria.
  • Costante manutenzione della viabilità secondaria, fondamentale soprattutto per le attività agrituristiche dell'area.

I Settori economici

Nella scorsa consigliatura ci eravamo impegnati a sostenere i settori fondamentali del nostra economia, soprattutto mediante lo snellimento delle pratiche burocratiche a favore delle imprese.

I risultati possono dirsi soddisfacenti nel settore vitivinicolo, con il rinnovo degli impianti e la costruzione o il miglioramento delle cantine private.

Forte impulso ha avuto l'allevamento zootecnico biologico sia nel settore bovino che in quello ovino.
Continueremo nel percorso intrapreso garantendo alle imprese risposte rapide e tempestive.

Con l'adozione del nuovo PRG (Piano Regolatore Generale) Intercomunale è stato previsto l'ampliamento dell'area produttiva di Allerona Scalo, bisognerà, dopo l'approvazione della parte operativa, procedere alla realizzazione delle opere di urbanizzazione e fare azione di impulso e di sostegno all'insediamento di nuove attività produttive a carattere artigianale, soprattutto indirizzate alla trasformazione dei prodotti dell'agricoltura e dell'allevamento e dei prodotto tipici.

Continueremo, sulla strada intrapresa nella precedente legislatura, in partenariato con gli operatori privati che agiscono nel settore delle energie rinnovabili, ad incentivare l'utilizzo e l'installazione di impianti per la riduzione del consumo energetico e per la produzione di energie ecosostenibili; tutto ciò sempre nel rispetto e nella salvaguardia dei luoghi, che per la loro amenità, sono legati a vincoli paesaggistici, architettonici e storico-culturali.

La proprietà dello Stato

Il patrimonio pubblico regionale è stato affidato in gestione per larga parte, mentre la parte di territorio di proprietà dello Stato, all'interno del quale è presente anche Villa Cahen, è gestita direttamente dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, senza una particolare destinazione.

Pensiamo che queste ingenti risorse vadano valorizzate sia dal punto di vista turistico (Villa Cahen) che dal punto di vista zootecnico (pascoli, seminativi, centro aziendale).

Lavoreremo ad una ipotesi di creazione di un Consorzio che metta insieme il patrimonio dello Stato, il patrimonio regionale, il soggetto gestore del patrimonio regionale e le aziende private del territorio interessate.

Un punto di forza del progetto deve essere l'allevamento brado di bovini, integrandolo con gli altri allevamenti del territorio al fine di creare una massa critica di produzione che permetta la creazione di un marchio di qualità.

Un altro punto di forza deve essere, invece, rappresentato dalla parte turistica utilizzando la Villa, i casali sia dello Stato che della Regione, e l'Area Naturale Protetta, affinchè sul nostro territorio si possa avviare un progetto tendente ad incrementare il turismo di qualità, che può svolgere una fondamentale funzione di sviluppo economico sostenibile per la nostra realtà.

Il Consorzio così strutturato garantirebbe una azione di marketing territoriale avendo interesse sia al soggiorno turistico che alla valorizzazione e commercializzazione dei prodotti.

Riteniamo inoltre doveroso nei confronti dei giovani concittadini dare una speranza che può trasformarsi in opportunità di lavoro impegnandoci al fine di stabilire dei protocolli di intesa con le varie Università interessate (Perugia, La Tuscia, ecc.) permettendo attraverso il Consorzio di utilizzare le strutture di Villa Cahen e quelle adiacenti, quali possibili sedi di Campus Universitario o di Aziende Agrarie Didattico-Sperimentali.

Il Turismo

I dati dell'affluenza turistica sono assolutamente straordinari, in un decennio, in termini di presenze, siamo passati da 546 a 5.968 con un incremento di oltre il 990%. Solo nell'ultimo anno abbiamo registrato un aumento di ben 1122 persone.

I dati ci dicono che la direzione intrapresa è quella giusta, pertanto si dovrà continuare nelle politiche di sostegno alle attività agrituristiche e favorire la realizzazione periodica, possibilmente durante l'intero arco dell'anno, di eventi promozionali.

Metteremo definitivamente a regime il Museo del Cicli Geologici, luogo di pregio e di alto valore turistico, attraverso il finanziamento del restauro del primo cetaceo ritrovato nel territorio di Allerona, che sarà esposto all'interno del museo, vicino a quello già presente.

Favoriremo la creazione dell'albergo diffuso all'interno del centro storico di Allerona, mantenendo gli incentivi economici già stabiliti e consistenti nel partecipare al rimborso di una parte della quota degli interessi sui prestiti assunti dai privati per la riqualificazione del patrimonio edilizio.

Una sicura opportunità di sviluppo sarà data del completamento della ristrutturazione del Borgo di San Pietro Aquaeortus.

L'attività del Laboratorio Ambiente di Allerona Scalo rappresenta un punto fondamentale per lo sviluppo del turismo didattico, continueremo perciò non solo a partecipare al finanziamento della sua attività, ma anche e soprattutto a porci come soggetto attivo in fase di progettazione dei piani di lavoro annuali e pluriennali.
L'avvenuto affidamento in gestione di una consistente parte del patrimonio pubblico regionale, da parte della Comunità Montana, ad un consorzio d cooperative è un fatto positivo, garantiremo perciò tutta la collaborazione necessaria per la messa a regime del progetto di valorizzazione.

Infine crediamo che la previsione dell'apertura di un casello autostradale nella zona di Ponte Giulio, possa rappresentare una grande occasione di sviluppo del nostro territorio, soprattutto per il traffico diretto verso Viterbo. E' quindi vitale per la nostra economia e per il nostro sviluppo turistico che il nostro comune si faccia trovare preparato a questa eventualità, iniziando a pensare a possibili iniziative di carattere promozionale da ubicare, in partenariato con il comune di Castel Viscardo, nei pressi dell'area designata ad ospitare questa infrastruttura.

I SERVIZI SOCIALI E IL DIRITTO ALLA SALUTE

Intendiamo garantire e potenziare i servizi sociali attraverso la partecipazione alle politiche di Ambito (all'interno del nuovo ATI, Ambito Territoriale Integrato) e implementando alcuni servizi da svolgere direttamente dal Comune.

Le Famiglie

Nel quadro dell'attuale crisi economica globale, anche nel nostro Comune si deve porre attenzione alla salvaguardia del benessere delle famiglie, mediante una serie di servizi da mantenere e potenziare, pur nel quadro di difficoltà economica in cui versano i piccoli comuni, dovuta in gran parte alla carenza di trasferimenti di fondi da parte del governo centrale.

Per la prima infanzia stiamo realizzando la nuova sede del centro per l'infanzia, "Il Grillo Parlante", soprelevando di un piano la scuola materna di Allerona Scalo; la nuova struttura sarà moderna e completa di tutti i servizi, compresa la mensa; idonea, quindi, ad accogliere i bambini per un tempo più lungo ed in grado di garantire un servizio migliore alle giovani coppie in cui entrambi i genitori lavorano.

Particolare attenzione sarà rivolta al sostegno delle famiglie con presenza di soggetti non autosufficienti (anziani e portatori di handicap), che operino la scelta di non ricorrere al ricovero dei propri congiunti presso strutture pubbliche e/o private, ma che preferiscano occuparsi in prima persona delle attività di cura loro necessarie.

Inoltre lavoreremo per la creazione di un centro diurno per anziani, che possa diventare, da un lato luogo in cui poter stabilire e mantenere relazioni significative e stimolanti per gli utenti, dall'altro risorsa importante per le loro famiglie, che potrebbero in tal modo per alcune ore del giorno contare su una struttura qualificata con cui condividere la cura dei propri cari.

Continueremo nel lavoro di integrazione, anche attraverso l'ufficio di cittadinanza ed in collaborazione con i soggetti che sul territorio si occupano di questa tematica, dei lavoratori immigrati e delle loro famiglie, affermando il principio che il confronto fra diverse culture possa rappresentare un valore da condividere e non un problema da affrontare.

Infine, ricercando apposite risorse finanziarie (notoriamente carenti), ci adopereremo affinché gli spazi pubblici dedicati ai più piccoli possano essere dotati di tutte le strutture necessarie ai fini ludico-ricreativi.

Le Politiche giovanili

I giovani rappresentano senza dubbio un elemento fondamentale per ogni società, sono il nostro futuro, dalla qualità della loro crescita e della loro formazione culturale dipende il tipo di società che verrà.

Ci impegniamo, perciò, al mantenimento del centro di Aggregazione Giovanile di Allerona Scalo ed alla realizzazione di un centro di formazione artistica ad Allerona Capoluogo mediante la messa a disposizione di uno spazio all'interno della ex scuola materna, dove verranno creati due ambienti. Il primo una sala prove per i numerosi gruppi musicali giovanili del nostro comune, con la possibilità di avviare un corso musicale integrato per il miglioramento delle tecniche musicali e lo sviluppo delle relative band Alleronesi; il secondo da adibire alla realizzazione di un vero e proprio laboratorio teatrale supportato anch'esso da docenti che avranno il compito di formare i giovani attori per poi farli esibire, ospiti fuori programma, nella prestigiosa rassegna "Stella D'ORO".

Realizzeremo, in continuità con quanto già fatto, una serie di attività in collaborazione con la scuola, i servizi della ASL e le associazioni presenti sul territorio, finalizzate alla prevenzione del disagio giovanile con particolare riguardo alle tossicodipendenze e all'alcolismo.

Le Associazioni

Il nostro comune è ricco di associazioni che svolgono una grande attività di carattere sociale, esse costituiscono una grande forza ed una vera e propria risorsa per il miglioramento della qualità della vita di tutta la popolazione.
Per tutte le Associazioni presenti sul territorio, oltre al mantenimento dei contributi economici annuali, ci impegniamo a mettere a disposizione spazi idonei per lo svolgimento delle loro attività, in parte già individuati ed in fase di sistemazione. Le Associazioni di Allerona Scalo saranno ubicate nell'appartamento al piano primo della Stazione FF.SS., per le Associazioni di Allerona capoluogo sarà messo a disposizione (subito dopo i lavori di ristrutturazione in corso) il piano terra della ex scuola materna.

La Salute

La promozione e la salvaguardia della salute è un obiettivo fondamentale e primario per ogni società civile. Il diritto alla salute deve essere garantito a tutti, senza distinzione alcuna di sesso, di ceto sociale, di età e di etnia, per questo ci impegniamo a sollecitare la ASL al fine di implementare i servizi specialistici presso il Centro Salute di Monterubiaglio, a sollecitare, attraverso la conferenza dei Sindaci, il miglioramento dei servizi territoriali (assistenza domiciliare, dimissioni protette, prelievi di sangue, ecc..).

Sempre attraverso la conferenza dei Sindaci opereremo una azione fortissima per rivendicare il mantenimento del ruolo di emergenza-urgenza dell'ospedale di Orvieto, con il conseguente adeguamento dei servizi e l'abbattimento delle liste di attesa.

I SERVIZI AI CITTADINI

La qualità della vita di una comunità si misura anche e soprattutto rispetto alla qualità dei servizi offerti, è sempre più difficile nell'odierno clima di tagli finanziari generalizzati mantenere un livello elevato, pur tuttavia per noi sarà un impegno prioritario salvaguardare tutti i servizi senza incrementare la pressione fiscale.

Esprimiamo un giudizio fortemente negativo sulla gestione del sistema idrico integrato, alla luce del fatto che ad un incremento sostanziale delle tariffe non ha, in alcun modo, corrisposto un miglioramento del servizio e, per quanto riguarda il nostro territorio comunale, neanche un potenziamento della rete idrica o di depurazione attraverso una politica di investimenti.

Ci impegneremo tramite tutti gli strumenti possibili e percorribili affinché la gestione del sistema idrico torni pubblica, partendo dal presupposto che l'acqua è fonte di vita, e costituisce, pertanto, un bene comune dell'umanità, un bene irrinunciabile, che deve necessariamente appartiene a tutti. Il diritto all'acqua è un diritto inalienabile. Dunque, l'acqua non può essere proprietà di alcuno, bensì è un bene che deve essere condiviso equamente da tutti.

Per ciò che attiene al tema della raccolta dei rifiuti solidi urbani, riteniamo che le scelte lungimiranti del comprensorio orvietano nell'individuazione della discarica comprensoriale, che avevano permesso, in passato, di usufruire per i nostri cittadini di una tariffa di conferimento sufficientemente bassa, siano state vanificate dalla messa a regime dall'ATO Unico Provinciale, che ha prodotto un aumento di quattro volte della tariffa di conferimento in discarica.

Ragion per cui l'amministrazione comunale ha adottato, nei precedenti cinque anni, una serie di azioni volte all'incremento della raccolta differenziata mediante la messa a regime dell'Isola Ecologica e delle campane stradali. Questo sistema, però, è stato dimostrato non essere in grado di oltrepassare la quota del 20/25% di differenziazione del totale dei rifiuti complessivamente prodotti; è nostra opinione che sia necessario cambiare marcia e procedere speditamente verso una nuova formula, che dai dati relativi a territori anche a noi molto vicini risulta essere come quella che combina in maniera migliore economicità e sostenibilità ambientale, ovvero il sistema "porta a porta". Quest'ultimo deve essere inoltre unito anche all'implementazione di politiche volte al riutilizzo ed alla riduzione del rifiuto prodotto.

Cercheremo in accordo con le società provinciali che operano nel settore dei trasporti pubblici di mantenere e potenziare i servizi di collegamento con i paesi limitrofi ed in particolar modo con Orvieto.

Intendiamo in un ottica di valorizzazione della nostra stazione ferroviaria, potenziare i rapporti con la Regione Umbria, al fine di intensificare il numero delle fermate dei treni regionali ed interregionali e garantire, in questo modo, un miglioramento nella connessione con Orvieto sia per gli studenti Alleronesi, sia per un eventuale flusso turistico.

Lavoreremo mediante un attività di impulso e sollecitazione a Poste Italiane per ottenere il potenziamento dell'ufficio di Allerona Scalo ed il mantenimento del servizio ad Allerona Capoluogo.

Continueremo, laddove possibile, ad incrementare i servizi associati con il comune di Castel Viscardo e possibilmente anche di Castel Giorgio, al fine di generare economie di scala ed un miglioramento dell'efficienza del sistema pubblico.

La Sicurezza

Continueremo a collaborare con le Forze dell'Ordine locali con lo scopo di prevenire ogni tipologia di atti illeciti perpetrati sul nostro territorio; per ottenere ciò ci adopereremo anche nella promozione di incontri formativi con la cittadinanza sui molteplici temi della pubblica sicurezza.

Proseguiremo in un percorso di collaborazione, in parte già avviato nella precedente legislatura, tra l'Amministrazione e la Protezione Civile, al fine di avere una maggiore salvaguardia delle risorse del nostro territorio, e con l'obiettivo di avere un sistema efficace ed efficiente nel malaugurato caso si dovessero presentare delle emergenze.

Promuoveremo, in collaborazione con gli istituti scolastici territoriali, la creazione di percorsi formativi di primo soccorso e di adeguata comunicazione degli eventi di emergenza sanitaria.

LA SCUOLA, LA CULTURA E LO SPORT

La Scuola

  • La consigliatura che si conclude si è caratterizzata per i grandi investimenti effettuati sull'edilizia scolastica, il complesso delle opere in parte realizzate ed in parte in corso di esecuzione o di appalto, ci consegnano una situazione definitiva con accorpamento e messa a norma della scuola media ed elementare di Allerona Scalo, accorpamento e messa a norma della materna e del nido di Allerona Scalo, accorpamento e messa a norma delle elementari e materna di Allerona capoluogo.
  • Il prossimo quinquennio deve essere destinato al miglioramento degli arredi e della strumentazione, al potenziamento del Laboratorio Ambiente e del Centro Territoriale Permanente scongiurando anche pericoli di accentramento su base provinciale.
  • Si procederà anche a contribuire, nei limiti delle possibilità della finanza locale, ai progetti di offerta formativa dell'Istituto Scolastico.

La Cultura

I piccoli Comuni come il nostro, ricchi di storia e di tradizioni , immersi in un ambiente naturale fra i più belli d'Italia, debbono mettere a valore queste ricchezze sia per salvaguardare le proprie origini sia per farne occasione di sviluppo.

Attraverso la collaborazione con le Parrocchie, con al Pro-Loco e con tutte le altre Associazioni, ci impegniamo a:

  • Dare sempre più visibilità alla Festa dei Pugnaloni, anche mediante gemellaggi, a partire da quello già programmato per il corrente anno con la città di Foligno.
  • Continuare nella realizzazione dell'Ecomuseo del Paesaggio, i cui primi allestimenti sono già stati realizzati a partire delle Fontane e dal Burò.
  • Promuovere con convinzione il Museo dei Cicli Geologici in stretta collaborazione con la Soprintendenza per i Beni Archeologici di Perugia e la Facoltà di Agraria dell'Università di Perugia.
  • Continuare a sostenere la rassegna di teatro amatoriale "Stella d'oro", che ha raggiunto un livello qualitativamente elevato.
  • Sostenere la manifestazione musicale "I Suoni di Villalba" per l'alta partecipazione e il notevole livello musicale raggiunto, nell'ottica della differenziazione dell'offerta culturale.
  • Favorire le buone pratiche amministrative a vantaggio di tutte le generazioni (dall'infanzia agli anziani) promuovendo e rafforzando incontri e confronti tra l'Amministrazione, la rete delle Associazioni, la Scuola, la Cooperazione sociale, il Volontariato e più in generale con i referenti culturali, sociali ed economici del territorio. Al fine di legare aspirazioni, bisogni, capacità, idee e progetti per dare vero impulso al territorio migliorando così la qualità della nostra vita.
  • Collaborare con le realtà sociali, economiche e culturali al fine di mettere a frutto le potenzialità della Sala Polivalente e dell'area antistante.
  • Continuare nella politica di potenziamento ed aggiornamento della dotazione libraria e multimediale della Biblioteca Comunale, sia nella sezione di Allerona Capoluogo che in quella di Allerona Scalo.
  • Ricercare nuovo impulso per la gestione della Scuola di Musica mettendo a valore la collaborazione tra Scuola e Banda Musicale di Allerona.
  • Costruire durante tutto l'arco dell'anno eventi culturali, che possano rappresentare momenti di incontro e di arricchimento per tutti i nostri cittadini, ma anche, opportunamente pubblicizzati, occasioni per aumentare verso l'esterno la visibilità del nostro territorio.
  • Mettere a sistema nell'area dell'ex Scuola Elementare una serie di attività e strutture socio culturali, ludico, sportive in quello che potremmo definire il nuovo polo socio-culturale del territorio. La nostra proposta consiste nel mettere a valore le potenzialità della Sala Polivalente e dell'area antistante, della Biblioteca Comunale e del Centro di Aggregazione giovanile, unendo ad esse un ostello della gioventù e un centro di informazione ambientale e di servizio (centro visite) nonchè un luogo di scambio e cooperazione interculturale. Il Centro socio-culturale potrà così mettere a sistema una serie di attività che si concentrano in quell'area che riguardano anche le strutture del centro sportivo limitrofo e la sentieristica naturalistica, turistica e ambientale dei calanchi, della selva di Meana, del Fiume Paglia.

Lo Sport

Gli investimenti nel campo dell'impiantistica sportiva sono sicuramente costosi ed il reperimento dei fondi spesso difficile , pur tuttavia nei cinque anni trascorsi si è cercato di attivare interventi manutentivi che hanno permesso il corretto svolgimento delle attività sportive sul nostro territorio.
L'individuazione, nel PRG, di una nuova area per impianti sportivi ad Allerona Scalo, mette a disposizione spazi per ridisegnare l'impiantistica, sarà perciò ora necessario lavorare per la realizzazione di un campo polivalente da adibire a calcetto, pallavolo e pallacanestro.
Continueremo nella politica di sostegno alla Società Romeo Menti riconoscendo l'alto valore sociale che essa svolge a favore delle giovani generazioni.
Auspichiamo, e per questo lavoreremo, che anche ad Allerona capoluogo si utilizzino le strutture sportive presenti (campo di calcio e campi di calcetto/tennis) o da parte della stessa Romeo Menti o attraverso associazioni esistenti o da creare.
Attueremo, come già fatto fino ad oggi, una collaborazione costante e puntuale con tutte le Associazioni che ricomprendono il vasto mondo venatorio, al fine di risolvere in maniera condivisa tutte le problematiche che si dovessero presentare in rapporto alla pianificazione territoriale.
Ci impegneremo, unitamente ad altre istituzioni (in particolare il Consorzio di Bonifica), alla realizzazione di un invaso per la pesca sportiva sia per attività dilettantistiche che per la fruizione da parte di anziani e persone portatrici di handicap.

 

I RAPPORTI CON CASTEL VISCARDO

La particolarità della situazione di Allerona Scalo, divisa tra due Comuni, ma di fatto "un unicum" per quanto attiene tradizioni, stili di vita, servizi, ecc..., impone scelte condivise tra Allerona e Castel Viscardo.
La passata consigliatura è stata caratterizzata da una grande collaborazione, comprovata dalla realizzazione dell'ufficio unico intercomunale, dalla gestione associata di molti servizi e dalla piena condivisione delle scelte programmatiche operate con Il Piano Regolatore Intercomunale.
Intendiamo, per il futuro, riconfermare tutte le gestioni dei servizi associati con particolare riferimento alla Segreteria ed alla Polizia Municipale.
Pensiamo che, in tempi medi, e tenendo conto del personale in servizio si debba, coinvolgendo possibilmente anche il Comune di Castel Giorgio, associare i servizi dell'Anagrafe, della Ragioneria e Bilancio e dell'Ufficio Tecnico. Inoltre sempre in un quadro sinergico e collaborativo, avviare un confronto con le altre amministrazioni al fine di poter iniziare nell'arco della prossima legislatura un servizio di raccolta differenziata domiciliare, gestito in maniera comune. Si raggiungerebbero, in tal modo, economie di scala e si migliorerebbe la qualità dei servizi erogati.

Committente responsabile
Valentino Rocchigiani

Commenti

In questo articolo i commenti sono chiusi.