politica

Viabilità, sicurezza e servizi all'area residenziale ed industriale di Bardano, respinta in Consiglio la mozione del Gruppo Misto

giovedì 23 aprile 2009

Il Consiglio Comunale ha discusso e respinto (4 contrari: Gambetta, Federici, Vergari, Piccini; 2 favorevoli: Cortoni, Imbastoni; 2 astenuti: Zazzaretta, Conticelli) la mozione del Gruppo Misto relativa a viabilità, sicurezza e servizi all'area residenziale ed industriale di Bardano illustrata dal capogruppo Cons. Fabrizio Cortoni il quale, pur dando atto che qualcosa è oggettivamente cambiato con l'introduzione di misuratori e dissuasori della velocità e con l'inizio dei lavori per la costruzione della strada di collegamento che alleggerirà il traffico in ingresso alla zona industriale, ha però voluto dare voce alle segnalazioni dei cittadini residenti lungo la strada Orvieto-Allerona all'altezza della area industriale di Bardano evidenziando come essi costituiscono un importante insediamento di quasi 100 famiglie e riferendo dei disagi organizzativi segnalati dai titolari delle attività esistenti.

Nel dibattito il Cons. Gambetta ha espresso il voto contrario perché molti interventi sono stati già realizzati, ha tuttavia riconosciuto che la discussione tuttavia da l'opportunità di fare il punto sul piano viario già esistente che, a breve, vedrà la realizzazione di interventi importanti; Imbastoni ha concordato sul fatto che certi problemi esistono e la mozione da l'opportunità di parlarne. Conticelli ha detto di astenersi perché la mozione era utile nella fase dell'acutizzarsi dei problemi e ha dato atto dell'avvenuta realizzazione e/o pianificazione di una serie di una serie di interventi viari.

Federici ha detto che l'Amministrazione Comunale da sempre ha riposto attenzione alla cura delle strade e alla viabilità in generale per il fatto di aver voluto sempre tutelare la sicurezza dei cittadini; ha aggiunto che la mozione richiama la sicurezza nella zona di Bardano dove le carenze lamentate sono innegabili, così come è innegabile l'avvenuta pianificazione degli interventi risolutivi. Vergari ha definito la mozione apprezzabile come stimolo alla sicurezza viaria nel territorio, specie in quelle aree come Bardano particolarmente trafficate da mezzi pesanti, tuttavia l'Amministrazione ha già attuato i primi provvedimenti approntando il completo e nuovo disegno della rete viaria anche in relazione alla realizzazione del casello nord dell'autostrada. Anche Zazzaretta ha parlato di mozione datata e in qualche caso superata dai lavori effettuati; ha aggiunto che Bardano ha problemi che vengono da molto lontano e che non possono essere oltremodo disattesi, aggiungendo che quell'area potrà avere sollievo solo quando verrà realizzata la Complanare nella sua totalità, o per effetto di una viabilità interna alle lottizzazioni dell'area industriale.

Secondo Piccini accanto ad elementi marginali la mozione contiene tutta la questione della sicurezza stradale riferita alla viabilità provinciale; ha aggiunto che il problema della viabilità nella zona industriale si risolverà quando verrà progettata una viabilità tutta interna ad essa che riporti il traffico pesante al di sotto della zona industriale e fuori dal centro abitato. Ha auspicato che la futura Amministrazione si faccia carico di questi problemi. Cortoni ha ribadito l'opportunità della mozione specie a fine mandato, ha insistito non su una progettualità di grande respiro ma sul fatto di considerare quella zona come area residenziale e predisporre le strutture ed infrastrutture necessarie alle esigenze di tipo urbano.

L'Assessore ai Lavori Pubblici, Marino Capoccia ha sostenuto che la situazione di quella realtà, come altre del territorio, è nota a tutti e che la discussione è comunque utile per ristabilire la questione dell'approccio che l'Amministrazione Comunale ha avuto con le varie parti del territorio, cioè: creare centri abitati di qualità in termini di sicurezza, verde e servizi. Ha aggiunto che per le aree più complesse non si è rincorsa la estemporaneità ma progetti di riqualificazione complessiva, e per Bardano, ci sono in proposito atti ufficiali ed interventi già inseriti nella previsione urbanistica del PRG e della nuova viabilità, ovvero risposte di carattere urbanistico e infrastrutturale come la Complanare collegata alla variante di Sferracavallo, la viabilità interna e il casello Nord. Sull'aspetto della sicurezza ha detto che Bardano è inserita all'interno di questa programmazione di cui è in corso la seconda fase di attuazione.
Per le dichiarazioni di voto finali, il Cons. Cortoni ha registrato l'utilità della discussione scaturita dalla mozione, dichiarandosi tuttavia non soddisfatto delle risposte.

Commenta su Facebook

Accadeva il 22 ottobre