politica

Orvieto soprattutto! Lettera aperta alle concittadine e ai concittadini

domenica 22 marzo 2009
di Stefano Mocio
Orvieto soprattutto! Lettera aperta alle concittadine e ai concittadini

Dopo esserci procurati la versione integrale, pubblichiamo di seguito la lettera aperta inviata dal Sindaco uscente di Orvieto, Stefano Mocio, ai cittadini orvietani in occasione delle primarie del Partito Democratico. Per scegliere il candidato o la candidata del PD (Stefano Mocio o Loriana Stella), potranno votare tutti i residenti nel Comune di Orvieto a partire dal sedicesimo anno di età sottoscrivendo, in sede di voto, il programma del PD. Di seguito la lettera aperta di Stefano Mocio.

Domenica 5 aprile 2009, i residenti del Comune di Orvieto, attraverso lo strumento delle elezioni primarie, potranno scegliere il candidato a sindaco per le prossime elezioni amministrative.
Desidero presentarmi a Lei in maniera tale che possa compiere una scelta pienamente consapevole: sono un cittadino orvietano che con grande impegno ha cercato di lavorare per il bene comune con onestà, serenità e correttezza. È naturale che quando si cerca di attuare cambiamenti profondi nei costumi pubblici e nei contenuti delle politiche di governo, si provochino le reazioni, spesso scomposte, dei conservatori di ogni schieramento politico. Bisogna, allora, rifuggire da prese di posizione nostalgiche di ritorno ad una realtà, considerata idilliaca, del nostro passato. A maggior ragione è necessario stare attenti a quei tentativi, più subdoli, che a parole invocano il rinnovamento, ma nei fatti nascondono vecchie e discutibili logiche di potere.

Sarebbe assolutamente inopportuno esprimere giudizi complessivi sul proprio operato, né sarebbe corretto pensare che tutte le scelte fatte siamo state inappuntabili, o esenti da motivate critiche. Al contrario, sarebbe però scorretto che le valutazioni sul mio operato fossero sommarie. Mi sono trovato ad affrontare problematiche molto complesse: risolvere il problema del debito pregresso, stabilizzare il bilancio e, al contempo, garantire quei livelli di servizi e di offerta culturale che negli anni hanno fatto di Orvieto una città profondamente civile e democratica.
La scelta è stata quella di affrontare il problema del disavanzo, facendosi carico di tutte le responsabilità pregresse e di individuare un percorso pluriennale per stabilizzare i conti, cercando, appena possibile, di ridurre il peso della tassazione come è stato fatto già durante il 2008.

Ora Le chiedo di avere la possibilità di gestire una fase nuova che, in virtù del lavoro svolto sinora, possa concentrarsi su politiche di sviluppo e di rilancio economico con un'attenzione particolare verso i problemi delle generazioni più giovani. Cinque anni ancora - come la legge elettorale in vigore prevede - per contribuire a far crescere una leva di nuovi amministratori per i quali Orvieto venga prima di tutto, prima dei propri destini politici.

Stefano Mocio, Partito Democratico


Questa notizia è correlata a:

Primarie a Orvieto. Il cittadino Mocio scrive ai cittadini

Commenta su Facebook