politica

La fine di Veltroni può essere l’inizio del Pd

giovedì 19 febbraio 2009
di jacopo

Walter Veltroni si è dimesso da segretario nazionale del Partito Democratico. Indubbiamente questa è un momento difficile per i Pd ma la situazione va analizzata bene.

Poco più di un anno fa nasce il Pd e Veltroni viene eletto segretario da oltre tre milioni di elettori che alle primarie hanno votato per lui. Veltroni incarnava la speranza di un reale cambiamento che il popolo del centro-sinistra ormai chiede da tempo. Un rinnovamento nelle idee ma anche nei volti. Il Pd nasce dall'unione di Ds e Margherita come partiti di base ma ad essi si aggiungono migliaia di persone che prima non avevano un preciso collocamento politico. Qui sta il primo punto, il Pd aveva un grande dovere, innovare. L'innovazione oggettivamente c'è stata nei molti circoli di base, nei giovani coordinatori locali eletti, anche a livello provinciale ci sono stati molti volti nuovi. Al parlamento 1/3 degli eletti del Pd è al primo mandato. Fin qui le cose ben fatte sul piano del rinnovamento. Poi però c'è anche la grande nota dolente: a livello nazionale i volti nuovi sono stati troppo pochi o non ci sono stati. I vertici del Pd in questi 5 anni d'opposizione si devono assumere una grande responsabilità: fare crescere una nuova classe dirigente per poi lasciare loro il passo. Questa opera d'inizio di rinnovamento è avvenuta a tutti i livelli tranne a quello nazionale dove c'è un tappo che difficilmente sembra possibile togliere.

Secondo punto sono le aree di provenienza: laici e cattolici. Qui mi permetto di dire che si tratta di una mera fobia creata dai mezzi di comunicazione italiani. Questi steccati devono cadere anche perché dentro gli ex Ds, e non solo lì ma anche in altri partiti di estrema sinistra, c'erano molti iscritti laici contrari ai matrimoni gay come li aveva pensati e approvati Zapatero in Spagna, e molti cattolici favorevoli. Questa divisione è del tutto immaginaria, perché nella sinistra ci sono cattolici praticanti e nel centro ci sono ferventi laici. Il punto vero dunque è la tradizione culturale da cui i vecchi dirigenti provengono e alla quale ancora in qualche modo si sentono legati. Questo ci porta direttamente al punto di partenza, nella base del Pd una unione c'è già stata e su molti temi c'è una serena discussione dove ci sono fisiologicamente posizioni diverse, non perché cattolici o laici ma perché uomini e donne; sulla fine della vita si possono avere idee uguali? La sinistra che dice questo mi spaventa quanto la destra. Vorrei assistere ad una discussione con 10 persone che si professano di sinistra e 10 di destra, credo che su alcuni temi avrebbero 10 idee diverse, anche se di poco. Il punto centrale è che il vertice, formato da ex e non da nuovi, non ha ancora avuto questo amalgama che la base e i giovani hanno invece trovato velocemente.

Arrivando ai nostri giorni le dimissioni di Veltroni sono una cosa dovuta, ha perso in 18 mesi qualunque elezione a cui ha partecipato direttamente o indirettamente, non ha dato una linea politica al partito, cosa doveva fare se non dimettersi? Sicuramente la colpa non è solo sua ma anche di altri dirigenti nazionali; tuttavia quando si è a capo di un grande partito si devono avere le spalle larghe per sopportare e dirigere. L'errore di Veltroni è stato quello di dimettersi in un periodo che non permette molto se non di nominare un nuovo, provvisorio segretario. Errore non da poco.

Ed ora? Tornare indietro non si può, non avrebbe senso. Ci deve essere un messaggio chiaro e forte, la sinistra può prendere solo una parte minoritaria dei voti per quanto si possa unire, senza il 51% non si governa. Siamo in un periodo storico nel quale i giovani non guardano alle ideologie ma alle idee e ai volti e spesso cambiano posizione, dunque pensare di mantenere partiti elefantiaci come gli ex Ds non è possibile. Allora il progetto Pd è ora più che mai importante, anche se e la situazione non è certo facile. Si profila un periodo di transizione guidato da Dario Franceschini. Questo però non farà che aumentare il malessere e alle europee ci sarà un tracollo del Pd. Tracollo che però io credo non porterà voti a sinistra, anche perché ancora non si capisce bene a quale sinistra poter dare fiducia: vendoliani con ex Ds o Ferrero o altro ancora? Ci sarà un crollo di consensi di tutti i partiti del centro sinistra.

Da qui si dovrà poi ripartire con un congresso serio del Pd. Questa potrebbe essere veramente la svolta. Un candidato forte che sappia costruire un partito, che dia una linea politica chiara su almeno due o tre temi. Che apre le porte a tutte le forze politiche riformiste della sinistra per creare un soggetto unico, nuovo e social-democratico italiano. Il tutto dovrà essere accompagnato da un rinnovo della classe dirigente anche a livello nazionale. L'idea di fondo deve rimanere quella originaria, costruire un soggetto che al suo interno abbia più sensibilità possibili, sia cattoliche che laiche ed anche altre atee e illuministiche, che possa attrarre i voti non solo di gente che si sente di sinistra per una storia, per un passato o per una tradizione di famiglia ma di tutti coloro che credono necessario un cambiamento di questo paese. Le dimissioni del segretario Veltroni possono essere l'inizio della fine di una vecchia classe dirigente e dunque l'inizio del Partito Democratico.

Commenta su Facebook

Accadeva il 21 giugno

Eliot ha sbagliato mese

Concluso il corso "Istruttore C-Ied Awareness" per gli allievi marescialli del 19esimo corso "Saldezza"

Ferma opposizione della Fondazione Cro alla fusione della banca

"Ludi alla Fortezza", la soddisfazione di Orvieto 1264 per l'edizione zero

Germani: "Amministrazione contraria alla fusione"

Attività antincendi boschivi, approvato il quadro delle esigenze per la convenzione con i vigili del fuoco

Parere tecnico di Praesidium sulla trasformazione della Cro

Luci sulle livree orvietane alla cronoscalata Pieve Santo Stefano

Caso migranti, sospesa l'accoglienza al centro di Tordimonte

Non solo Alfina, l'esito dell'assemblea "No Geotermia" a Ischia di Castro

Ultimi giorni per i giovani che non vogliono essere “fuori tempo”

Emergenza calore, temperature fino a 37°. I consigli utili

Categorie e Sindacati al fianco della Fondazione Cro, il sindaco chiede l'intervento del Governo

Ospedale, il Tar respinge la richiesta di sospensione cautelare

"Nuovi interventi per l’inclusione sociale e la lotta alla povertà. 22,5 milioni ai Comuni"

"Tuscia Film Fest 2017", arriva anche Michele Placido con "7 Minuti"

"La cultura non si mette a(l) bando". Serata di festa, protesta e proposta al Mancinelli

"Arte e Fede", bilancio positivo per la 12esima edizione del festival che accompagna al Corpus Domini

Necropoli del Vallone di San Lorenzo, ad agosto prendono il via gli scavi archeologici

Vetrya Orvieto Basket, quattro ragazzi convocati in rappresentativa regionale

Centro di accoglienza di Tordimonte, Olimpieri (IeT) vuole vederci chiaro

La Notte Romantica ne "I Borghi più belli d'Italia" fa il bis. Le proposte a misura di coppia

Aree danneggiate dal terremoto, operativo anche in Umbria il Fondo da 15 milioni a sostegno delle imprese

Simposio Europeo Enoturismo, a Orvieto l'assemblea dei sindaci dell'Associazione "Città del Vino"

Monteleone d'Orvieto aderisce a "Voler bene all'Italia", la festa dei piccoli Comuni

Siccità, piovono numeri nell'incontro in Regione. "Nessuna emergenza grazie a investimenti e strategia comune"

Il Coro Polifonico "Canto Libero" intona "Note per Ancarano" di Norcia

Pozzo di San Patrizio: l'Axis Mundi

"Governiamo con il 38%? Grazie!" Il PDL Orvieto risponde al centro-sinistra a suon di cifre e nomi

Muore per un malore. Anziano ritrovato in casa dopo giorni

Scoperto dalle Fiamme Gialle imprenditore orvietano non in regola con i versamenti INPS

Il PDCI Orvieto interviene sulle norme che regolano il mondo venatorio. Proposte e commenti

Fase II - Come si studia la politica

Giovedi 23 giugno al via i primi concerti di "Orvieto Musica", festival internazionale di musica da camera

"Un pirata convertito dallo sguardo di Gesù". Un emozionante Pietro Sarubbi a Arte e Fede #6

Radio Orvieto Web ricorda Francesco Satolli. In onda dalla mezzanotte del 21 giugno 4 puntate no stop di JazzCondicio

Grandi eventi a Orvieto. Per Pirkko Peltonen è davvero "la fine del mondo": "Tierra del Fuego: sì, Umbria Jazz Winter: sì, forse, come? Chi lo sa"

Politiche di genere... "metti in una Regione più donne che uomini". Convegno nella biblioteca storica di Monteripido a Perugia

La città verso la festa del Corpus Domini. Disciplina della viabilità durante le manifestazioni

Giovedi 26 giugno al "Festival d'Arte e Fede" il film "Uomini di Dio" di Xavier Beauvois

Venerdi 24 giugno al Teatro Santa Cristina di Porano, assemblea pubblica indetta dal Comune

Pascoli, D'Annunzio e Manzoni, on line impazza il toto-tema. "Notte prima degli esami" tranquilla grazie alla Polizia Postale

La città è donna. Leggendaria dedica una recensione di Maria Vittoria Vittori a "Dodecapoli"

"Fiumi di parole in libertà": l'ex assessora Calcagni commenta duramente le ultime esternazioni del sindaco Concina

'Dal Solstizio all’Equinozio': quattro notti d'estate sotto il cielo a cura della Speleotecnica e di Pegasus. la prima venerdì 22 giugno al parco delle Grotte

'Partecipazione è sviluppo, anche ad Orvieto?'. Venerdì 22 giugno Rifondazione Comunista organizza un incontro sugli scenari politici e economico-sociali della Città

Un dossier su Forza Nuova

Piccolo commercio. Siamo noi razzisti o sono loro fuorilegge ?

Orvieto Musica 2007 presenta il celebre Cassatt String Quartet

Orvieto città (quasi) medievale

Campionato Italiano Basket Femminile Serie B d’Eccellenza. Resi noti i calendari di gara per la Stagione 2007-2008. Gironi e struttura stravolti in una formula simile ai campionati USA

Cave in Umbria. Secondo l'assessore Bottini non sono fondate le preoccupazioni degli operatori del settore: soddisfatto il fabbisogno degli impianti e delle industrie ubicate sul territorio regionale.

Dal 2 luglio i lavori della rotatoria di Sferracavallo. Studiata per limitare il più possibile i disagi la nuova viabilità

Come sarà regolato il traffico nelle varie fasi dei lavori

Appello alla vigilanza democratica dei DS di Baschi e dell’Orvietano in occasione dell'apertura della sede di Forza Nuova. Ma niente manifestazioni provocatorie: piuttosto parliamo di Gramsci

Sabato 23 giugno a Baschi un incontro su Antonio Gramsci

La giunta approva importanti progetti esecutivi. Via libera al Palazzo delle Istituzioni e al consolidamento di Rocca Ripesena

Teatro amatoriale: il Gruppo Teatrale Castel Giorgio presenta la terza edizione della rassegna 'Trateatri'

Meteo

mercoledì 07 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 9.1ºC 94% discreta direzione vento
15:00 8.8ºC 90% discreta direzione vento
21:00 4.4ºC 97% buona direzione vento
giovedì 08 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 8.6ºC 87% buona direzione vento
15:00 12.6ºC 55% buona direzione vento
21:00 7.5ºC 84% buona direzione vento
venerdì 09 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 10.7ºC 81% buona direzione vento
15:00 12.8ºC 69% buona direzione vento
21:00 6.6ºC 97% buona direzione vento
sabato 10 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 10.5ºC 92% buona direzione vento
15:00 11.6ºC 94% buona direzione vento
21:00 10.0ºC 98% foschia direzione vento

Previsioni complete per 7 giorni