politica

La fine di Veltroni può essere l’inizio del Pd

giovedì 19 febbraio 2009
di jacopo

Walter Veltroni si è dimesso da segretario nazionale del Partito Democratico. Indubbiamente questa è un momento difficile per i Pd ma la situazione va analizzata bene.

Poco più di un anno fa nasce il Pd e Veltroni viene eletto segretario da oltre tre milioni di elettori che alle primarie hanno votato per lui. Veltroni incarnava la speranza di un reale cambiamento che il popolo del centro-sinistra ormai chiede da tempo. Un rinnovamento nelle idee ma anche nei volti. Il Pd nasce dall'unione di Ds e Margherita come partiti di base ma ad essi si aggiungono migliaia di persone che prima non avevano un preciso collocamento politico. Qui sta il primo punto, il Pd aveva un grande dovere, innovare. L'innovazione oggettivamente c'è stata nei molti circoli di base, nei giovani coordinatori locali eletti, anche a livello provinciale ci sono stati molti volti nuovi. Al parlamento 1/3 degli eletti del Pd è al primo mandato. Fin qui le cose ben fatte sul piano del rinnovamento. Poi però c'è anche la grande nota dolente: a livello nazionale i volti nuovi sono stati troppo pochi o non ci sono stati. I vertici del Pd in questi 5 anni d'opposizione si devono assumere una grande responsabilità: fare crescere una nuova classe dirigente per poi lasciare loro il passo. Questa opera d'inizio di rinnovamento è avvenuta a tutti i livelli tranne a quello nazionale dove c'è un tappo che difficilmente sembra possibile togliere.

Secondo punto sono le aree di provenienza: laici e cattolici. Qui mi permetto di dire che si tratta di una mera fobia creata dai mezzi di comunicazione italiani. Questi steccati devono cadere anche perché dentro gli ex Ds, e non solo lì ma anche in altri partiti di estrema sinistra, c'erano molti iscritti laici contrari ai matrimoni gay come li aveva pensati e approvati Zapatero in Spagna, e molti cattolici favorevoli. Questa divisione è del tutto immaginaria, perché nella sinistra ci sono cattolici praticanti e nel centro ci sono ferventi laici. Il punto vero dunque è la tradizione culturale da cui i vecchi dirigenti provengono e alla quale ancora in qualche modo si sentono legati. Questo ci porta direttamente al punto di partenza, nella base del Pd una unione c'è già stata e su molti temi c'è una serena discussione dove ci sono fisiologicamente posizioni diverse, non perché cattolici o laici ma perché uomini e donne; sulla fine della vita si possono avere idee uguali? La sinistra che dice questo mi spaventa quanto la destra. Vorrei assistere ad una discussione con 10 persone che si professano di sinistra e 10 di destra, credo che su alcuni temi avrebbero 10 idee diverse, anche se di poco. Il punto centrale è che il vertice, formato da ex e non da nuovi, non ha ancora avuto questo amalgama che la base e i giovani hanno invece trovato velocemente.

Arrivando ai nostri giorni le dimissioni di Veltroni sono una cosa dovuta, ha perso in 18 mesi qualunque elezione a cui ha partecipato direttamente o indirettamente, non ha dato una linea politica al partito, cosa doveva fare se non dimettersi? Sicuramente la colpa non è solo sua ma anche di altri dirigenti nazionali; tuttavia quando si è a capo di un grande partito si devono avere le spalle larghe per sopportare e dirigere. L'errore di Veltroni è stato quello di dimettersi in un periodo che non permette molto se non di nominare un nuovo, provvisorio segretario. Errore non da poco.

Ed ora? Tornare indietro non si può, non avrebbe senso. Ci deve essere un messaggio chiaro e forte, la sinistra può prendere solo una parte minoritaria dei voti per quanto si possa unire, senza il 51% non si governa. Siamo in un periodo storico nel quale i giovani non guardano alle ideologie ma alle idee e ai volti e spesso cambiano posizione, dunque pensare di mantenere partiti elefantiaci come gli ex Ds non è possibile. Allora il progetto Pd è ora più che mai importante, anche se e la situazione non è certo facile. Si profila un periodo di transizione guidato da Dario Franceschini. Questo però non farà che aumentare il malessere e alle europee ci sarà un tracollo del Pd. Tracollo che però io credo non porterà voti a sinistra, anche perché ancora non si capisce bene a quale sinistra poter dare fiducia: vendoliani con ex Ds o Ferrero o altro ancora? Ci sarà un crollo di consensi di tutti i partiti del centro sinistra.

Da qui si dovrà poi ripartire con un congresso serio del Pd. Questa potrebbe essere veramente la svolta. Un candidato forte che sappia costruire un partito, che dia una linea politica chiara su almeno due o tre temi. Che apre le porte a tutte le forze politiche riformiste della sinistra per creare un soggetto unico, nuovo e social-democratico italiano. Il tutto dovrà essere accompagnato da un rinnovo della classe dirigente anche a livello nazionale. L'idea di fondo deve rimanere quella originaria, costruire un soggetto che al suo interno abbia più sensibilità possibili, sia cattoliche che laiche ed anche altre atee e illuministiche, che possa attrarre i voti non solo di gente che si sente di sinistra per una storia, per un passato o per una tradizione di famiglia ma di tutti coloro che credono necessario un cambiamento di questo paese. Le dimissioni del segretario Veltroni possono essere l'inizio della fine di una vecchia classe dirigente e dunque l'inizio del Partito Democratico.

Commenta su Facebook

Accadeva il 24 marzo

"Giornate FAI di Primavera". Nel segno di Ippolito Scalza, la 25esima edizione

Tornano a splendere i dipinti delle chiese di S.Giovanni Battista e S.Caterina d'Alessandria

A Ficulle, visita alla Chiesa di Santa Maria Nuova ed eventi collaterali

"Festa dell'Iscrizione" in musica per l'Associazione Ex Alunni del Liceo Classico "Gualterio"

Per la Zambelli Orvieto, c'è l’appuntamento interno col Cesena

Nando Mismetti eletto presidente Upi Umbria dall'assemblea generale

"Camminare per conoscerci", il Comune presenta il calendario delle iniziative Trekking e Nordic Walking 2017

Provincia, mobilitazione no tagli: "Solo 500 euro per ogni scuola, sicurezza a rischio"

Informazioni sulle chiusure della circolazione per la gara podistica

73esimo anniversario dell'Eccidio di Camorena, il programma delle celebrazioni

Parlamento Europeo a Norcia. Marini: "Gesto concreto vicinanza a popolazioni colpite”

"Terra di Confine 2013", ed è subito magia. Domenica di degustazione alla Tenuta Vitalonga

"Cara Radio...sfiorami la mano". Al Mancinelli la coproduzione di Filarmonica, Scuola di Musica e TeMa

"Insieme a te non ci sto più". Al Teatro Spazio Fabbrica, il quintetto di Marco Morandi

Foto di una madre

Te la dò io, l'Euro

Tra Arpa e Confindustria Umbria si rinnova il dialogo sulle tematiche ambientali

Post-sisma, misure urgenti per l'intero comparto turistico

Orvieto incontra Jack Sintini. "La forza e il coraggio dello sport nelle avversità della vita"

Orvietana al Muzi, con il Cannara è il momento della verità

Moria di pesci in concomitanza con la piena. "Salviamo il lago di Corbara"

Rifacimento della segnaletica stradale, via alla seconda fase

"Per...Altro". Convegno AUCC e rappresentazione teatrale al Santa Cristina

Gli allievi dell'Alberghiero visitano Falesco e Museo delle Scienze Agroalimentari

Musical a Porta d'Orvieto, arriva "Las Aventuras de Luna"

Giuseppina Mellace presenta il libro "Delitti e stragi dell'Italia fascista dal 1922 al 1945"

Il Liceo Artistico va a scuola di benessere. Fra orti sinergici, laboratori integrati e Zen

Intorno alla Rupe cresce l'economia della Grande muraglia, in molti vogliono vendere ai cinesi

Bambini sotto shock per l’attentato. Come aiutarli?

Urla, polemiche e promesse: dibattito e voto in Regione su Le Crete

A Collevalenza la 34esima rappresentazione della Via Crucis

Pasqua a Lugnano in Teverina, tutti gli appuntamenti

Politica dei rifiuti o degli assensi?

Azienda Usl Umbria 2, nessuna riduzione o sospensione dei servizi durante le festività pasquali

Controlli rafforzati per il ponte di Pasqua. Arresti, denunce e allontanamenti

Anche la sezione primavera "L'Altalena" all'Ovo Pinto di Civitella del Lago

Psr Umbria 2014-2020: oltre 48milioni di euro per sviluppo locale

Maxi-concorso regione, prova preselettiva tra i 31.909 candidati

Mettere un freno all'accattonaggio, la Lega Nord chiede maggiori controlli

Partito il ciclo di conferenze su Bartolomeo di Alviano

Elisabetta Antonini e Marcella Carboni al Tuscia in Jazz con il loro progetto Nuance

72 anni fa l'eccidio dei Sette Martiri di Camorena, Orvieto li ricorda così

Anas: 4,5 milioni di euro in tre anni per la manutenzione ordinaria delle strade statali dell'Umbria

"Appendere...ad Arte". Mostra nell'ex chiesa di San Giacomo Maggiore

Servizio interforze per contrastare micro-criminalità, commercio abusivo e accattonaggio molesto

Anche la Cia è contraria all'ampliamento della discarica: "La Regione riveda le sue posizioni"

Pizze di Pasqua, i premiati della 14esima edizione. Degustazioni e solidarietà

Eccidio di Camorena, le iniziative del Centro di documentazione popolare

Geotermia e biomasse, il consiglio comunale dice no

Ripartire dall'olivicoltura per promuovere il territorio

Puc 3. Sì della giunta ai bandi per interventi di edilizia residenziale e attività produttive

"Netland". Alla sala polivalente, c'è l'assemblea informativa sul Puc 3

Al Teatro dei Rustici la Compagnia "Un Sacco DiVersi" presenta "Come d'autunno"

I pendolari di Orte pronti a manifestare contro la soppressione dell'Ic 598

I Porti della Teverina. Al Teatro dei Calanchi di Lubriano "I nuovi lineamenti delle mafie"

Dopo Fabio Bistoncini, il Cenacolo del Csco propone un incontro sull'educazione finanziaria

Lo Sportello d'Ascolto Integrato lancia una campagna di sensibilizzazione contro lo stalking

Energia elettrica interrotta. Restyling delle cabine Enel in località Padella e Poggente

Biomasse. Terzino replica al comitato e annuncia un incontro con i sindaci dell'alto Orvietano

"Con i cittadini per Castel Giorgio": "Lo chiedevamo da più di due anni"

"Prima di tutto Castel Giorgio": "Salvaguardia del territorio e mancanza di condivisione delle scelte amministrative"

Orvieto dice sì al Centro di ricerca e formazione per la salute e l'alimentazione

Lavezzini Parma vs Azzurra Ceprini Orvieto: 64 a 55. Mercoledì a Cagliari e sabato si chiude a Porano contro Umbertide.

Chi è chi. Antonio Amatulli, tecnico esperto ma soprattutto amico vero di Azzurra

Quando il destino si diverte ad intrecciare un'esistenza con un territorio

Al San Giovanni presentazione del Progetto Farsiccia e Consumer Test

L'Orvieto Basket fa 2 su 2, battuto anche Rieti

Sei patenti ritirate dai carabinieri per abuso di alcool e droga

Torna l'iniziativa "L'insalata della nonna" dedicato alle erbe spontanee mangerecce

Eolico sul Peglia. La Provincia replica a De Sio: "Nessuna norma elusa"

Catena di solidarietà dei dipendenti Enel per donare il sangue

Con la rassegna "Amarcord" la Montegabbione del passato rivive nei filmati amatoriali

Preadottato il nuovo calendario venatorio. Si parte il 2 settembre

"Primavera e poesia" al Caffè del Teatro con i Lettori Portatili

Al Mancinelli per "Visioni di futuro" Pannelli e Tagliabue portano in scena "A slow air"

Itw Lkw accanto a Legambiente e Kyoto Club per discutere di geotermia come sviluppo

Falsa inaugurazione? Luciani (Identità e Territorio) interroga la giunta sulla nuova sala operatoria

Il business dell'oro rubato fruttava 4 milioni l'anno. Manette anche nell'Orvietano