politica

Sulla questione della Comunità Montana prevalgano gli interessi dei lavoratori

giovedì 12 febbraio 2009

Quello che è accaduto nella seduta del Consiglio della Comunità Montana Orvietano-Narnese-Amerino-Tuderte è grave e sconcertante, ancora una volta non si è riusciti a dare una guida politica forte ad un Ente che necessita di provvedimenti rapidi ed efficaci.

Le grandi difficoltà generate da una riforma regionale sbagliata, che ha creato una Comunità Montana di vasta dimensione e, soprattutto, con una assemblea di 90 consiglieri, rischiano di rendere ingovernabile un processo di integrazione tra le vecchie Comunità Montane e tra i territori.

Anche nei tempi di attuazione del processo di riforma si è trascurato il particolare periodo pre-elettorale che, conseguentemente, ha scaricato sulla nascente Comunità Montana tutte le tensioni interne al PD e alla coalizione.

Non si comprendono i distinguo e le rivendicazioni territoriali, personali e di schieramento fatte sulla pelle dei lavoratori.

Non capiamo quelle forze politiche o quei personaggi che si disinteressano completamente dalla Comunità Montana, salvo apparire quando si devono assegnare posti o posticini.

La Sinistra dell'Orvietano invita tutto il centro sinistra della Provincia di Terni e del Tuderte ad assumere, con grande senso di responsabilità, tutte le iniziative volte alla tutela dei lavoratori della Comunità Montana.
Non è rivendicando strapuntini o postazioni di visibilità politica nella Giunta che si fanno gli interessi del nuovo Ente e soprattutto dei lavoratori.

La difficoltà generata da ulteriori tagli da parte del Governo impone di individuare in tempi rapidissimi una guida dell'Ente che abbia esperienza e grande capacità amministrativa, che sappia individuare ed approvare i piani di lavoro, il bilancio e i consuntivi, che scongiuri in ogni modo commissariamenti o soluzioni pasticciate.
La Sinistra dell'Orvietano non è interessata a giochi e giochetti di nessuna natura, siano essi politici o personali, noi lavoreremo responsabilmente, come abbiamo sempre fatto per dare una guida politica di centro sinistra alla Comunità Montana e, nel contempo, saremo a fianco dei lavoratori perché sono i loro interessi e quelli delle loro famiglie le questioni fondamentali.


Questa notizia è correlata a:

Comunità Montana: aggiornato a venerdì l'incontro con Riommi. Intanto arrivano le reazioni politiche: durissimi i socialisti di San Venanzo

Commenta su Facebook

Accadeva il 22 febbraio

In cammino con il CAI, costeggiando Allerona e i suoi verdi dintorni

Visite pastorali alle Vicarie della Diocesi di Orvieto-Todi. Si inizia da quella di San Giuseppe

La filosofia come scienza di vita al "Caffè Letterario" di Viterbo

Unitus, la ricerca di Agraria e Ingegneria ai vertici in Italia

Affarismi

Zambelli Orvieto dispiaciuta ma pronta a reagire, lo dice Giulia Kotlar

Lavori a Duesanti su strade ed aree pubbliche, in corso la bitumatura nel centro storico

Verso la riqualificazione dell'ospedale. I lavori inizieranno a marzo

Castello di Alviano aperto alle gite scolastiche da tutta Italia

Fiori, i candidi fiori

Unitus, Fondazione Carivit e Accademia dei Lincei insieme per una nuova didattica nella scuola

Beni culturali e sisma, la Regione promuove una mostra alla Rocca di Spoleto di opere recuperate e restaurate

Prorogata fino al 5 marzo la mostra delle Fiaccole Olimpiche

Seconda edizione per "Corri...Amo Orvieto", tappa del 13° Criterium Uisp Gare su Strada

Gori (Anci) replica alla CNA: "La fusione a freddo non funziona"

Per "Amateatro" al Cinema Teatro Amiata "Arriva l'ispettore"

Al Mancinelli "Caruso e altre storie italiane". Nel foyer incontro con il coreografo Mvula Sungani

Via il palo, dentro un milione di visitatori a Civita. Bigiotti: "Al lavoro per potenziare l'offerta turistica"

Convegno su "Aree Interne. Quali prospettive per lo sviluppo del territorio?"

Reduce dal palco di Sanremo, Elodie incontra il pubblico dell'Umbria

Anna Mazzamauro è "Divina". Doppio appuntamento e risate a non finire