politica

Variante di Sferracavallo. Piccini pronto alla raccolta firme se la situazione non si sblocca

mercoledì 18 giugno 2008
di laura
Ribadita ieri dal vicesindaco Marino Capoccia, in Consiglio comunale, la volontŕ di realizzare la Variante di Sferracavallo, “considerata dall'amministrazione una prioritŕ - ha affermato Capoccia - anche se si registra momentaneamente una stasi dovuta al fatto che non č stato ancora convocato un incontro tra gli enti (Provincia, Regione e Comune) per stabilire le rispettive cifre e modalitŕ di intervento e sottoscrivere l'accordo di programma”. Il progetto di massima della Variante, infatti, č giŕ stato redatto dagli uffici comunali con un costo stimato intorno ai 3-4 milioni di euro, e consegnato alla Provincia. A ritardare la convocazione della riunione congiunta – ha dichiarato il vice sindaco - pare sia il fatto che la Regione deve inserire in un unico protocollo con la Provincia un'altra grande opera nel Ternano (forse nella zona di Acquasparta), e non ha ancora deciso quale. Il chiarimento č stato sollecitato da un'interrogazione del capogruppo del PdCI Giampietro Piccini, che aveva chiesto notizie per conoscere se l’Ufficio Tecnico avesse realizzato la progettazione esecutiva, se fosse stato firmato l’accordo di programma, in caso negativo quali fossero le motivazioni del ritardo e se, verosimilmente, l'opera sarŕ avviata entro il 2008, tanto piů che il Comune ha messo in bilancio 200 mila euro per la sua realizzazione. La variante di Sferracavallo, strettamente connessa alla Complanare attraverso gli innesti all’altezza dell’area industriale e dell’abitato di Sferracavallo, č un progetto che sta particolarmente a cuore ai Comunisti Italiani, che lo hanno sollecitato addirittura a partire dal 2002, e che hanno piů volte stabilito contatti in proposito con l'attuale assessore regionale alla viabilitŕ Giuseppe Mascio, della stessa componente politica. Piuttosto stizzito, dunque, di tutte queste lungaggini, il consigliere Piccini che, come ha sottolineato ieri, ha dovuto sempre incalzare “col fiato sul collo” dell'amministrazione per l'avanzare di un progetto per cui, secondo le ripetute dichiarazioni di Mascio, la Regione č disponibile a stanziare il 50% dei costi. Piccini si č dichiarato non soddisfatto delle risposte dell'amministrazione, in quanto il chiarimento č stato evasivo sull'avvio o meno dell'opera nel 2008 e, anche, sullo stato del progetto: poco piů di una bozza di massima che, per avere un preciso riscontro degli effettivi costi, ha bisogno di una seria progettazione definitiva. Il capogruppo del PdCI, dopo un battibecco col vicesindaco, si č proclamato addirittura pronto, se la situazione non si sbloccherŕ, ad attivare tavoli di raccolta firme in tutto il territorio comunale per chiedere la pronta realizzazione dell'opera. Pare che a ritardare l'iter sia, sostanzialmente, il fatto che la Provincia non ha previsto nessuno stanziamento in proposito nel bilancio 2008. Cosa, questa, che avrebbe dovuto essere sollecitata dagli assessori del territorio orvietano, venuti meno, se cosě fosse, a una loro diretta assunzione di responsabilitŕ. Quello che spiacerebbe, data l'urgenza degli interessi dei cittadini, sarebbe se questo fosse avvenuto per un braccio di ferro politico tra varie forze, o addirittura all'interno del PD. In ogni caso, Piccini č pronto ad incontrarsi personalmente con il Presidente Cavicchioli per trovare una soluzione. “Abbiamo sottoscritto un accordo di maggioranza con alcuni punti che stavano particolarmente a cuore ai Comunisti Italiani, – ha piů volte e in varie occasioni dichiarato – la Variante di Sferracavallo č uno di questi, forse il piů importante, vogliamo dunque che il suo iter si concretizzi prima della scadenza del mandato”.

Commenta su Facebook

Accadeva il 20 febbraio

"Tuscia Etruria". Presentata la guida ai sapori e ai piaceri di Repubblica

Orvieto ai Campionati della Cucina Italiana, medaglia di bronzo per Consuelo Caiello e Angelo D'Acquisto

Al Teatro Santa Cristina, è di scena "Riccardo (Lunga Vita al Re)"

Tre ori per Emanuela Marchini ai campionati di nuoto FISDIR

Sentenza del Tar, incontro pubblico con i cittadini

Di fiori e di altri profumi

Musica e solidarietà in Carcere, con il concerto dei Maleminore

Cresce la richiesta per gli asili nido, liste d'attesa in aumento

Cala la popolazione, cala il numero delle pratiche

Una Zambelli Orvieto carica e determinata si reca alla corte del Chieri

"Alba Etrusca" al Museo "Claudio Faina". In mostra le pitture di Renato Ferretti

Il Comune annuncia l'arrivo della carta d'identità elettronica

Il vino è condivisione, gemellaggio tra "Wine Show" e "Due Mari WineFest"

Salto con l'asta, Eugenio Ceban (Libertas Orvieto) torna a volare ai Campionati italiani assoluti

"Il Forno" presenta "Due", il nuovo libro di Carlo Pellegrini

Riaperta al culto la chiesa parrocchiale di San Pancrazio

"Croce e delizia, signora mia", l'omaggio a Verdi di Simona Marchini

"Il Liceo Artistico non è merce politica di scambio"

Dopo "Frammenti d'un mosaicista morto dal freddo", "Inseguivo il vento pei campi"

A 12 anni dalla morte, i genitori di Luca Coscioni depositano il loro biotestamento ad Orvieto

La chiesa di San Pietro è di proprietà comunale. Grassotti: "Fatta luce dopo anni di incertezza"

"Orvieto in Danza". Prima rassegna nazionale al Teatro Mancinelli

Ferretti, Vezzosi e Bonifazi in cima alle classifiche 2017. Ricco di aspettative il 2018

Centro Congressi, incontro sul futuro del turismo congressuale a Orvieto

I tesori di Campo della Fiera in mostra in Lussemburgo

Luci spente e camminate per "M'illumino di meno 2018"

La Uil fa rete e si mobilita per i territori tagliati fuori dall'Alta Velocità