politica

Palazzo del Gusto. Il nuovo corso non convince Forza Italia Orvieto: 'Sempre più un carrozzone'

lunedì 10 dicembre 2007
La riorganizzazione istituzionale del cosiddetto Palazzo del Gusto denota, secondo Forza Italia Orvieto, “una preoccupante tendenza a farne un enorme carrozzone, luogo di sprechi e banalità”. Il Coordinamento comunale di FI sottolinea, in una nota stampa, come in un momento economico così difficile, invece di cercare ipotesi di razionalizzazione dell’esistente e avviare vere iniziative di sviluppo, la “sinistra gastronomica” immagini, invece, “il solito contenitore adatto a drenare soldi pubblici per fare propaganda e consenso”. “Orvieto ha bisogno di ben altro per ridisegnare il proprio futuro. Quanto a Slow Food - sottolinea ancora FI - appare interessante ricordare quello che Piero Fassino ebbe a dichiarare in occasione del congresso dell’associazione: 'Slow Food è un movimento democratico che rappresenta uno strumento di controllo sociale che esalta la capacità degli uomini di controllare i fenomeni che incidono sulla loro vita'. “Strumento di controllo sociale?”, si chiede stupita Forza Italia Orvieto. “Forse, in un momento di grave debolezza della politica, Fassino (e anche Orvieto), confidava nel potere taumaturgico delle padelle?”

Commenta su Facebook