politica

Rivitalizzare i centri storici dell'Umbria: sabato 17 novembre a Orvieto presentazione del disegno di legge della Giunta regionale

giovedì 15 novembre 2007
Riportare residenti, attivitŕ economiche e turisti nei centri storici attraverso politiche integrate di promozione e recupero, da attuare in stretta sinergia con soggetti pubblici e privati. Questo l'obiettivo del Disegno di Legge della Giunta Regionale dell'Umbria “Norme per i centri e nuclei storici” che verrŕ presentato a Orvieto sabato 17 novembre alle ore 16.30 presso la Sala del Governatore di Palazzo dei Sette. Ad illustrare e a riflettere sui contenuti della proposta della giunta Regionale sono stati chiamati i consiglieri regionali Franco Tomassoni (Presidente della II Commissione Regionale) e Gianluca Rossi (Presidente del Gruppo Consiliare DS / Uniti nell'Ulivo), l'Assessore allo Sviluppo Economico del Comune di Orvieto Pier Paolo Vincenzi, il Presidente della IV Commissione Consiliare permanente del Comune di Orvieto Leonardo Mariani, il direttore del Centro di ricerca FO.CU.S prof.ssa Manuela Ricci, il responsabile dell'Ufficio P.R.G del Comune di Orvieto Rocco Olivadese. L'iniziativa, promossa dal Gruppo Consiliare del Partito Democratico al Comune di Orvieto, vuole essere l'occasione per partecipare alla cittŕ e al territorio un documento che si presenta particolarmente innovativo proprio in virtů di un approccio integrato allo sviluppo urbano. Il Disegno di Legge, proposto alla Giunta Regionale dall'assessore Silvano Rometti e attualmente nella fase di partecipazione, intende dare impulso alla riqualificazione e valorizzazione del tessuto storico dell’Umbria, integrando recupero edilizio ed attivitŕ produttive e commerciali, politiche culturali e promozione sociale, incentivando la residenzialitŕ secondo condizioni di sviluppo sostenibile dell’ambiente urbano. Il provvedimento interessa in particolar modo l'Orvietano proprio per la presenza di centri e nuclei storici di grande pregio e che costituiscono un unicum paesaggistico, architettonico e storico-culturale. Il disegno di legge individua negli ”ambiti di rivitalizzazione prioritaria” la parte dei centri e nuclei storici dove concentrare maggiormente l’impegno pubblico e finalizzare quello privato per il recupero urbanistico, edilizio, sociale ed ambientale delle aree e degli edifici. Prevede inoltre l’attivazione di strumenti e di “quantitŕ edificatorie premiali” per la realizzazione degli interventi; la definizione di un “quadro strategico di valorizzazione” da parte di Comuni, istituzioni pubbliche, imprese, operatori privati per la promozione delle attivitŕ economiche e la semplificazione di alcune procedure. Il DDL regionale contiene indirizzi per regolarne la conservazione, la tutela ed il recupero ma anche, e soprattutto, per garantire la qualitŕ fisica e sociale dell’abitare e per stimolare nuove azioni culturali ed economiche.

Commenta su Facebook

Accadeva il 20 febbraio

"Tuscia Etruria". Presentata la guida ai sapori e ai piaceri di Repubblica

Orvieto ai Campionati della Cucina Italiana, medaglia di bronzo per Consuelo Caiello e Angelo D'Acquisto

Al Teatro Santa Cristina, è di scena "Riccardo (Lunga Vita al Re)"

Tre ori per Emanuela Marchini ai campionati di nuoto FISDIR

Sentenza del Tar, incontro pubblico con i cittadini

Di fiori e di altri profumi

Musica e solidarietà in Carcere, con il concerto dei Maleminore

Cresce la richiesta per gli asili nido, liste d'attesa in aumento

Cala la popolazione, cala il numero delle pratiche

Una Zambelli Orvieto carica e determinata si reca alla corte del Chieri

"Alba Etrusca" al Museo "Claudio Faina". In mostra le pitture di Renato Ferretti

Il Comune annuncia l'arrivo della carta d'identità elettronica

Il vino è condivisione, gemellaggio tra "Wine Show" e "Due Mari WineFest"

Salto con l'asta, Eugenio Ceban (Libertas Orvieto) torna a volare ai Campionati italiani assoluti

"Il Forno" presenta "Due", il nuovo libro di Carlo Pellegrini

Riaperta al culto la chiesa parrocchiale di San Pancrazio

"Croce e delizia, signora mia", l'omaggio a Verdi di Simona Marchini

"Il Liceo Artistico non è merce politica di scambio"

Dopo "Frammenti d'un mosaicista morto dal freddo", "Inseguivo il vento pei campi"

A 12 anni dalla morte, i genitori di Luca Coscioni depositano il loro biotestamento ad Orvieto

La chiesa di San Pietro è di proprietà comunale. Grassotti: "Fatta luce dopo anni di incertezza"

"Orvieto in Danza". Prima rassegna nazionale al Teatro Mancinelli

Ferretti, Vezzosi e Bonifazi in cima alle classifiche 2017. Ricco di aspettative il 2018

Centro Congressi, incontro sul futuro del turismo congressuale a Orvieto

I tesori di Campo della Fiera in mostra in Lussemburgo

Luci spente e camminate per "M'illumino di meno 2018"

La Uil fa rete e si mobilita per i territori tagliati fuori dall'Alta Velocità