politica

Parte la Costituente socialista: uno SDI nuovo, non l'unificazione di vecchi tronconi

giovedì 20 settembre 2007
di laura
“Non sarà l'unificazione dei tronconi del vecchio partito socialista”: è questo il messaggio chiave che, con più articolati ragionamenti politici, vogliono lanciare, insieme al PSI nazionale impegnato nella sua opera di rivisitazione, i Socialisti orvietani che, per dare vita anche a livello locale al percorso della Costituente socialista, hanno indetto un incontro, aperto a tutti quelli che hanno interesse a questa discussione, per venerdì 21 settembre, alle ore 21,00 nella Sala del Governatore di Palazzo dei Sette. Si era ben capito dall'intervento di Ugo Intini in occasione della Festa di Sinistra Democratica, ma lo hanno ben precisato anche i rappresentanti della sezione locale del PSI nel corso di una conferenza stampa tenuta martedì sera: nell'attuale situazione di fluidità politica e di cambiamento anche il PSI sente di dover interpretare e perseguire il generale bisogno di rinnovamento politico, ma distanziandosi, in nome della storica fedeltà ai principi del Socialismo europeo, sia dal processo di unificazione o federazione della cosiddetta “cosa rossa”, che vede impegnati Sinistra Democratica e le forze della sinistra italiana, sia e tanto più dal processo di costituzione del Partito Democratico che, con l'unificazione di DS e Margherita, sacrifica “ogni ragione ideale e teorica che si richiama all'esperienza storica del socialismo”. Ad illustrare la posizione del PSI erano presenti, nella sezione di Orvieto, rappresentanti della “vecchia” e nuova generazione: per la compagine storica il presidente della sezione di Orvieto Luigi Livolsi, il segretario Evasio Gialletti, Franco Barbabella, capogruppo SDI in consiglio comunale, Nazzareno Desideri, assessore al Comune di Orvieto; Alessandro Gialletti e Floriano Custolino per le nuove leve. Un rinnovamento, quello dalla generazione matura alla più verde, che i Socialisti non sentono come giovanilismo agguerrito e a tutti i costi, ma come un passaggio più leggero e soprattutto esperienziale di testimone, che si sostanzi della pratica e dei contenuti del fare politica. Una e principale, come detto, la ragione per partecipare alla Costituente indetta dal PSI sulla base di un'idea di rinnovamento già chiara nel Congresso di Fiuggi: l'adesione ai principi del PSE, con tutto il loro portato di democrazia, libertà, liberalismo e laicità. E poi altre e non meno importanti ragioni di principio su cui discutere: costruire per adesioni e non sbarrando per pregiudiziale, quindi discutere e condividere; trasparenza dei processi politici e di governo; rinuncia al potere dei partiti e maggiore aderenza e rispetto della reale articolazione sociale; concretezza piuttosto che ideologia; scelte nei territori basate sul policentrismo piuttosto che sul verticismo. E soprattutto non un partito del no, velleitario e protestatario, ma un partito che parta dall'ascolto dei bisogni reali dei cittadini e dall'analisi della crisi della politica per arrivare, con concretezza, al rinnovamento. “Un'operazione in cui ci mettiamo tutti in discussione rispetto al modo di fare politica – ha affermato tra l'altro Barbabella – in cui noi stessi ci lasciamo mettere in discussione dai giovani. Nasciamo per e non contro, siamo, costruttivamente, in competizione con il PD, che rischia di indebolire il governo e di non risolvere la profonda crisi della politica italiana. Come si stanno formando le liste per il PD la dice lunga sull'alleanza DS e Mqargherita e sul persistere di un sistema di potere. Noi vogliamo affrontare la crisi della politica rinnovandola veramente”. Il punto di riferimento della Costituente socialista che, venerdì, si apre anche a Orvieto è il manifesto del Congresso di Porto varato dal PSE; dopo gli appuntamenti a livello locale, provinciale e regionale, l'appuntamento nazionale è a Roma il 5 e 6 ottobre, per l'Assemblea nazionale che scriverà la piattaforma del rinnovamento, in base alla quale partirà la campagna per il tesseramento; a gennaio, poi, il Congresso per gli organismi nazionali. Obiettivo, oltre al rinnovamento, la crescita: passare da 70 mila a 100 mila iscritti.

Commenta su orvietonews

Inserisci un commento

Per dare più forza alle tue idee usa la tua vera identità. Puoi anche usare uno pseudonimo.

È obbligatorio inserire la tua e-mail.

È obbligatorio specificare un valore.Formato non valido.

Spunta questa opzione, per rimanere aggiornato: riceverai una e-mail che ti avvisa ogni volta che verrà aggiunto un commento a questa notizia.

Numero massimo di caratteri: 1500

Note:
E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purché rispettoso della persona e delle opinioni. La redazione si riserva pertanto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi. Inviando un commento accetti le nostre regole di pubblicazione. Prima di inviare leggi l'informativa sulla Privacy. .

Commenta su Facebook

Accadeva il 22 febbraio

In cammino con il CAI, costeggiando Allerona e i suoi verdi dintorni

Visite pastorali alle Vicarie della Diocesi di Orvieto-Todi. Si inizia da quella di San Giuseppe

La filosofia come scienza di vita al "Caffè Letterario" di Viterbo

Unitus, la ricerca di Agraria e Ingegneria ai vertici in Italia

Affarismi

Zambelli Orvieto dispiaciuta ma pronta a reagire, lo dice Giulia Kotlar

Lavori a Duesanti su strade ed aree pubbliche, in corso la bitumatura nel centro storico

Verso la riqualificazione dell'ospedale. I lavori inizieranno a marzo

Castello di Alviano aperto alle gite scolastiche da tutta Italia

Fiori, i candidi fiori

Unitus, Fondazione Carivit e Accademia dei Lincei insieme per una nuova didattica nella scuola

Beni culturali e sisma, la Regione promuove una mostra alla Rocca di Spoleto di opere recuperate e restaurate

Prorogata fino al 5 marzo la mostra delle Fiaccole Olimpiche

Seconda edizione per "Corri...Amo Orvieto", tappa del 13° Criterium Uisp Gare su Strada

Gori (Anci) replica alla CNA: "La fusione a freddo non funziona"

Per "Amateatro" al Cinema Teatro Amiata "Arriva l'ispettore"

Al Mancinelli "Caruso e altre storie italiane". Nel foyer incontro con il coreografo Mvula Sungani

Via il palo, dentro un milione di visitatori a Civita. Bigiotti: "Al lavoro per potenziare l'offerta turistica"

Convegno su "Aree Interne. Quali prospettive per lo sviluppo del territorio?"

Reduce dal palco di Sanremo, Elodie incontra il pubblico dell'Umbria

Anna Mazzamauro è "Divina". Doppio appuntamento e risate a non finire

Meteo

giovedì 22 febbraio
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento

--

--

--

--

--

--

15:00 6.1ºC 91% buona direzione vento
21:00 3.2ºC 96% discreta direzione vento
venerdì 23 febbraio
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 7.4ºC 89% buona direzione vento
15:00 7.3ºC 88% buona direzione vento
21:00 5.2ºC 96% discreta direzione vento
sabato 24 febbraio
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 6.8ºC 95% discreta direzione vento
15:00 6.9ºC 95% buona direzione vento
21:00 4.9ºC 95% buona direzione vento
domenica 25 febbraio
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 3.0ºC 91% buona direzione vento
15:00 1.2ºC 92% discreta direzione vento
21:00 -2.0ºC 95% foschia direzione vento

Previsioni complete per 7 giorni