politica

Come cambiano le Comunità Montane: il Consiglio regionale approva la riforma

giovedì 12 luglio 2007
di L.R.
E' stato approvato nei giorni scorsi, dal Consiglio regionale, il riordino delle Comunità Montane. La discussa e attesa riforma, che si situa all'interno della più vasta riforma degli enti endoregionali, riduce il numero delle Comunità Montane umbre da nove a cinque, operando degli accorpamenti. Alla luce del riordino, la Comunità Montana Monte Peglia Selva di Meana, che è già la più vasta, verrà accorpata con quella dell'Amerino – Croce di Serra e passerà a comprendere, dagli attuali quindici, venticinque comuni, mantenendo la più vasta dimensione regionale. I comuni di frontiera potranno scegliere di quale Comunità Montana far parte. Novità anche per i comuni che potranno essere inseriti all'interno di questo tipo di ente: non dovranno superare i 25 mila abitanti, e c'è un aumento dell'indice di territorio montano per far parte della specifica tipologia. All'ente Comunità Montana vengono annessi anche gli enti Parco: così, alla Monte Peglia, che già costituiva un'eccezione perché amministrava già il Parco dello STINA, verrà annesso anche il Parco del Tevere. Le Comunità Montane hanno, a partire dalla decisa riforma, sei mesi di tempo per chiudere i loro bilanci. Effettuata questa operazione si procederà alla definizione dei nuovi territori, allo scioglimento degli attuali consigli e all'elezione, da parte dei Consigli Comunali dei comuni compresi, dei nuovi membri dei Consigli delle C. M.. Non ci sarà più differenza tra comuni minori e maggiori nell'espressione del numero dei consiglieri, ma ogni Comune ne designerà tre, due di maggioranza e uno di minoranza. Diminuirà anche il numero degli assessori, che dovrebbero essere pari a 4+ il presidente: saranno eletti, insieme al presidente, dal Consiglio delle Comunità Montane. Per quanto riguarda il personale, sarà garantito, nonostante il riordino, quello in forza, al quale sarà data facoltà di transitare, secondo determinati criteri, da una C.M. all'altra. Cambieranno, invece, alcuni dei compiti e delle funzioni che una parte dello stesso svolge, perché le Comunità Montane non potranno più svolgere, come ora accade, alcune funzioni lavorative a pagamento in competizione con quelle tradizionalmente affidate all'impresa, ad esempio nella forestazione o nell'agricoltura. L'attuale presidente della Comunità Montana Monte Peglia e Selva di Meana, Giorgio Posti, viste le garanzie per il personale degli enti dà un giudizio complessivamente positivo sulla riforma, che tuttavia rappresenta solo un primo, piccolo passo nella razionalizzazione della spesa regionale, visto che incide nella spesa della Regione solo per lo 0,8 %. Qualche problema, informa, potrebbero verificarsi proprio dal punto di vista amministrativo. La nostra comunità montana, ad esempio, si troverebbe ad avere, con 25 comuni, un Consiglio composto da 75 consiglieri: un organismo che potrebbe rivelarsi non facile da riunire e da gestire.

Riforme istituzionali. Liviantoni e Riommi: maggiore efficienza e riduzione dei costi

Commenta su Facebook

Accadeva il 21 settembre

Dopo due anni riapre la Torre di Chia. "L'Anno dell'India" omaggia Pier Paolo Pasolini

Università della Tuscia, ecco i primi laureati in Ingegneria Meccanica

Genetliaco ai tempi dei social per Pietro Bilancini. La memoria virtuale della sua comunità

Vladimir Luxuria presenta il libro "Il coraggio di essere una farfalla"

Vetrya Orvieto Basket in campo per la prima di Coppa

Alla scoperta di Viterbo Medievale, tra antichi palazzi e famiglie influenti

Incidente stradale tra auto e moto, muore una coppia di cinquantenni

Il Sap attacca: "I tagli alle risorse per la sicurezza si abbattono sui cittadini"

Spettacolo pirotecnico allo Stadio Comunale per San Marco Papa patrono

"Rimboschiamoci le maniche per… Puliamo il Mondo". Due appuntamenti per grandi e piccini

Personale della Provincia in assemblea. Il 6 ottobre, sciopero nazionale

Lugnano in Teverina ospita la Maratona dell'Olio 2017, svelate le date

Giornata dell'Alzheimer, inaugurato il laboratorio di stimolazione cognitiva della Media Valle del Tevere

Mobilità notturna e agevolazioni per gli studenti universitari con "Gimo"

Libri di testo scolastici, entro il 20 ottobre la presentazione delle domande per i contributi

Presentazione di "Una poesia" e proiezione de "Il fiume ha sempre ragione"

L'esperienza del Contratto di Fiume del Paglia al convegno nazionale "I Paessaggi delle Acque" di Venezia

"Dalla passione alla professione". Intervento di Gianluca Foresi al "Festival del Medioevo"

Match rosa per l'Orvieto FC. Roberta Dieci presenta il romanzo "I sogni non fanno rumore"

Psr Umbria 2014-2020, svolta nei rapporti con l'organismo pagatore per accelerare i pagamenti

Disco verde al rifacimento del campo sportivo di Sferracavallo

Fs Italiane, rafforzato il Piano anti-aggressioni per salvaguardare personale treni e stazioni

Orvieto FC, le ragazze di mister Seghetta a Norcia. Al PalaPapini big match contro il Foligno

Progetto "Facciamo Musica", aperte le iscrizioni ai corsi musicali

La casa di Kafka

"Festa delle Mille Culture", nel segno dell'aggregazione e della condivisione

Blastofago alla marina, il Comune interviene a tutela della pineta

Bon Ton protagonista a "I Primi d'Italia", il festival nazionale dei primi piatti

Meteo

mercoledì 07 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 9.1ºC 94% discreta direzione vento
15:00 8.8ºC 90% discreta direzione vento
21:00 4.4ºC 97% buona direzione vento
giovedì 08 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 8.6ºC 87% buona direzione vento
15:00 12.6ºC 55% buona direzione vento
21:00 7.5ºC 84% buona direzione vento
venerdì 09 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 10.7ºC 81% buona direzione vento
15:00 12.8ºC 69% buona direzione vento
21:00 6.6ºC 97% buona direzione vento
sabato 10 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 10.5ºC 92% buona direzione vento
15:00 11.6ºC 94% buona direzione vento
21:00 10.0ºC 98% foschia direzione vento

Previsioni complete per 7 giorni