politica

Manifestazione antifascista contro l'apertura della sede di Forza Nuova. Il comunicato di Giovani Comunisti, Biblioteca Libertaria, Antifascisti Orvietani

mercoledì 20 giugno 2007
La necessità di perseguire politiche e pratiche antifasciste, oggi nel 2007, è tutt’altro che un fatto fuori dal tempo. Il panorama internazionale delle forze politiche della destra è ampio ed abbraccia molteplici realtà, alcune appartenenti agli schieramenti parlamentari, altre ancora di natura più movimentista, ma tutte quante esprimono e convergono in genere su posizioni che ad essere buoni si potrebbero definire conservatrici, e ad essere realisti si potrebbero altrimenti dire oscurantiste e autoritarie. Fra le componenti politiche del panorama nazionale italiano che inneggiano apertamente al ventennio e al Duce, e che non perdono occasione per accusare di vigliaccheria coloro che invece combatterono per la libertà sotto i vessilli delle brigate partigiane, la realtà più dinamica è Forza Nuova. Il nome non deve trarre in inganno, i fondatori sono infatti Roberto Fiore e Massimo Morsello, entrambi figure della destra neofascista degli anni ’70: il primo, che ne è anche l’attuale segretario nazionale, fu uno dei capi di Terza Posizione, e il secondo che in gioventù fu cantautore missino nei Campi Hobbit, proveniva dai Nuclei Armati Rivoluzionari (N.A.R.). Entrambi fuggirono a Londra nel 1980, perché coinvolti nelle indagini sulla Strage di Bologna del 2 agosto 1980. Il programma politico di Forza Nuova, al di là dei linguaggi aulici e delle pompose dichiarazioni su temi quali la “ricostruzione nazionale”, il “blocco dell’immigrazione” e il “ripristino del Concordato Stato-Chiesa del 1929”, nasconde in realtà solo la precisa volontà di far convergere sotto un’unica sigla i militanti fascisti fuoriusciti da AN, MSI e Fronte Nazionale, ma anche di altri gruppi “minori” del Veneto, della Lombardia, del Lazio e di altre regioni d’Italia. Al dì la dei giudizi emessi dai tribunali, sono dei fatti storici oggettivamente determinati ad aver consegnato alla memoria del paese episodi tragici, in cui trovarono la morte decine di lavoratori che assistevano a comizi sindacali, viaggiavano su un treno, oppure più semplicemente si trovarono nel posto sbagliato al momento sbagliato. Così come per gli stessi episodi sono documentate le responsabilità di alcuni fascisti e di certi apparati dello Stato, che si servirono di loro per frenare l’avanzata delle lotte sociali d’ispirazione proletaria e progressista, che negli anni ’60 e ’70 toccarono in Italia il loro apice. Gruppi politici come “Forza Nuova”, che oggi provano ad affacciarsi anche nel territorio orvietano, rappresentano pertanto solo il becero tentativo di riproporre svolte autoritarie, sotto le mentite spoglie di strategie risolutive dei problemi della moderna società. Ed è proprio a causa dell’incapacità dell’attuale classe politica, incluse le forze di centro-sinistra oggi al governo, di fornire prospettive e soluzioni alle questioni sociali del nuovo millennio, che movimenti politici populisti e fascisti ritornano in auge e ricominciano a raccogliere consensi tra i più giovani. La politica infinitamente riformista e profondamente moderata (a qualsiasi costo), ha contribuito in maniera determinante all’omologazione, al conformismo, e all’ipocrita pace sociale dei nostri tempi, nonché inevitabilmente a far risorgere vecchi arnesi fascisti, il loro giovani virgulti e la parte peggiore della chiesa cattolica che ci ritroviamo oggi con un peso determinante in questioni di vitale importanza. In tutta Italia, il vile percorso di riabilitazione del fascismo sembra non incontrare ostacoli “ufficiali”, se non talvolta la ferma e coerente opposizione di compagni che organizzandosi in maniera autonoma e spontanea, esprimono secondo le forme che ritengono più opportune il loro assoluto dissenso. Per quanto ci riguarda, non permetteremo che anche nel Comprensorio Orvietano si ripropongano le condizioni affinché il cancro fascista, in qualsiasi forma, possa rivivere e prosperare. Nel nome dei Martiri di Camorena e di tutti i caduti per la libertà. Biblioteca Libertaria Orvieto Giovani Comunisti Orvieto Antifascisti Orvietani

Questa notizia è correlata a:

Stupore e indignazione per l'apertura della sezione di Forza Nuova Baschi-Orvieto. Previsto un presidio di protesta e un omaggio ai martiri di Camorena. Anche l'amministrazione esprime contrariet

Commenta su Facebook

Accadeva il 18 luglio

Alla Zambelli Orvieto il preparatore atletico è Ivan Guzzo

Di giustizia non ci si deve mai stancare di discuterne

TerniOn Festival premia l'arte. Spazio ad artisti e studenti delle scuole superiori

Aspettando La Carrareccia, in scadenza le iscrizioni a prezzo ridotto

Al Palazzo dei Sette inaugurata la mostra di Gene Pompa. Bella come un sogno felice

Allerona ricorda i caduti della Grande Guerra. Nuovo numero per i Quaderni Alleronesi

Fiumi di birra e musica dal vivo nel centro storico di Baschi con "In Bocca al Luppolo"

"Teverina Rock Festival. I giovani e il rock contro le mafie", via alla prima edizione

"Insieme per un Sorriso". Cena di beneficienza a Canonica a sostegno delle popolazioni del Camerun

A scuola di salute, la Regione approva lo schema di protocollo per favorire la lettura

Mercurio nel Paglia. Italia Nostra: "Dal focus dati allarmanti, occorrono ordinanze più restrittive"

Biglietto ridotto al Pozzo di San Patrizio per i possessori di "Umbria Green Card"

"OrvietoVIE, museo diffuso", affidata all'associazione "Orvieto Carta Unica" la gestione dei servizi

Caso quote Bpb, le rassicurazioni della presidenza del consiglio comunale

Risparmio energetico, il Comune entra in Consip. I primi interventi nel 2017

Arrivano gli autovelox, ecco dove. "Le postazioni attive saranno sempre segnalate"

Al Parco San Marco, decima edizione per "The Grove Festival"

Concerti estivi, spettacoli e incontri senza confini. I nomi in arrivo tra Umbria e Lazio

Al Santuario dell'Amore Misericordioso, secondo Convegno per Confessori

Non credere

Desiderandola

Baseball, i Rams concludono a testa alta il campionato di serie A

Pugilato, presentazione umbra per la squadra olimpica di Rio 2016

Al via "Tuscia in Jazz Festival". A Civita di Bagnoregio torna la Notte Bianca del Jazz

Meteo

mercoledì 07 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 9.1ºC 94% discreta direzione vento
15:00 8.8ºC 90% discreta direzione vento
21:00 4.4ºC 97% buona direzione vento
giovedì 08 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 8.6ºC 87% buona direzione vento
15:00 12.6ºC 55% buona direzione vento
21:00 7.5ºC 84% buona direzione vento
venerdì 09 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 10.7ºC 81% buona direzione vento
15:00 12.8ºC 69% buona direzione vento
21:00 6.6ºC 97% buona direzione vento
sabato 10 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 10.5ºC 92% buona direzione vento
15:00 11.6ºC 94% buona direzione vento
21:00 10.0ºC 98% foschia direzione vento

Previsioni complete per 7 giorni