politica

Nasce il movimento della Sinistra Democratica. L'ex correntone dimissionario in massa dagli organismi dirigenti DS

giovedì 17 maggio 2007
di laura
E' nato ufficialmente a Orvieto il movimento della Sinistra Democratica per il Socialismo Europeo, l' inevitabile conseguenza scaturita, come nel resto d'Italia, dal chiudersi dei congressi dei DS e della Margherita in cui prevalso l'orientamento di andare insieme alla costruzione del nuovo soggetto politico del PD. Un soggetto che, secondo i fedeli della mozione Mussi che stanno dando l'avvio in tutta Italia alle varie compagini della Sinistra Democratica, mette insieme forze che hanno ben poco in comune, a meno di non sacrificare quelli che per tanto tempo e per storia i Democratici di Sinistra hanno ritenuto i valori fondanti della sinistra stessa. Sono questi valori, a partire dalla laicit dello stato, e il nodo fondamentale di una costituente che si situa fuori dagli orientamenti del Partito Socialista Europeo, le discriminanti che fanno s che, a Orvieto come altrove, fassiniani e mussiani non possano pi condividere una stessa strada. Il movimento della Sinistra Democratica di Orvieto e dell'Orvietano stato presentato ufficialmente questa mattina in conferenza stampa poche ore prima che venissero formalizzate, da parte degli aderenti, le dimissioni da tutti gli organismi dirigenti del partito dei Democratici di Sinistra. Al tavolo, ad illustrare le varie questioni, Giuseppe Ricci, Massimo Frellicca, Valentino Rocchigiani, Sabina Bordino, Maria Rita Paggio. In virt dell'adesione al movimento politico Sinistra Democratica per il Socialismo Europeo escono cos dalla Direzione dell'Unione Comunale di Orvieto Bordino Sabina, Cherubini Sergio, Cimicchi Stefano, Dragoni Evangelista, Forbicioni Roberto, Frellicca Massimo, Gulino Sandro, Mari Andrea, Marino Marco, Materazzo Marcello, Pacioni Costantino, Pancrazi Franco, Proietti Carlo, Saluzzi Gianfranco, Serpietri Paolo; a questi nominativi si aggiungono, dimissionari dalla Federazione Provinciale di Terni, Colombi Domenico (Ficulle,) Dominici Azelio Massimo (Montecchio), Giuseppe Ricci (Allerona), Lardani Massimo (Castel Viscardo), Marceddu Ornella (Castel Viscardo), Marchignani Marco (Allerona), Paggio Maria Rita (Orvieto), Sugaroni Fabrizio (Castel Viscardo). Alcuni dei nominativi gi richiamati Bordino, Cimicchi, Frellicca, Paggio, Ricci e Rocchigiani sono dimissionari anche dallUnione Regionale dellUmbria. Altri membri che sono appartenuti all'ex correntone, come stato annunciato oggi sono in una fase di attesa e osservazione, non ancora ben decisi su quale strada prendere, almeno fino a quando esisteranno i DS. Sinistra Democratica, per cui i dimissionari si costituiscono a Orvieto come Comitato promotore, sar un movimento che stato definito leggero: si dar cio una struttura organizzata e organismi agili per provare a costruire, insieme agli altri soggetti della sinistra, una casa comune nell'ambito delle scomposizioni e ricomposizioni che segnano l'attuale fase politica. Prima presumibile scadenza elettorale, per testare la forza di un percorso ancora tutto da costruire, le elezioni europee del 2009. La riunificazione della sinistra appare infatti l'unica strada possibile, dato che dai mussiani era gi stata scartata a priori sia la scorciatoia di costituire l'ennesimo piccolo partito della sinistra, sia quella di aderire a forze politiche gi esistenti. Le condizioni, almeno da quanto emerso da una recente assemblea della Sinistra organizzata dall'Ars, sembrano essere favorevoli, anche se nulla ovviamente scontato. Del resto, come in questa e in altre occasioni Giuseppe Ricci ha sottolineato, un forte PD e una forte Sinistra possono essere le uniche strade possibili, nel nostro Paese, per contrastare l'avanzata del centro destra. Per Sinistra Democratica, che intende dire la sua anche su tutte le questioni locali, i prossimi pubblici appuntamenti saranno un'iniziativa regionale a Orvieto con Fabio Mussi, prevista per i primi di giugno, e la festa nazionale di Aprile (organo di diffusione del Movimento Sinistra Democratica), che si terr a Orvieto dal 30 agosto al 9 Settembre, dopo quella del mese di giugno organizzata a Livorno. E, a proposito delle questioni locali, non sono mancate severe bordate n da parte di Giuseppe Ricci n, e ancor pi, da parte dell'ex assessore Frellicca. Le critiche pi forti, oltre che all'immobilismo che continua a gravare sulla citt causa diretta di una capacit di progettazione che venuta a mancare - sono state rivolte alla figura del sindaco Mocio, ancora una volta definito ostaggio della politica, e all'asse Mocio-Capoccia che, con in mano le massime cariche, l'organizzazione dell'ente, il bilancio e i lavori pubblici, sarebbe praticamente in condizione di fare il buono e il cattivo tempo rispetto alle sorti della citt. Il sindaco di Allerona, Valentino Rocchigiani, ha invece tenuto a sottolineare come le difficili condizioni politiche di Orvieto abbiano pesato e continuino a pesare anche su alcuni aspetti della politica comprensoriale, ad esempio per quello che attiene alla Sanit, in quanto la Conferenza dei Sindaci non ha avuto ancora modo di incontrarsi in una riunione ufficiale con il nuovo direttore sanitario dott.ssa Rita Vallecchi. Una cosa certa, a parte le dichiarazioni teoriche e il PSE, la questione locale che per la neonata Sinistra Democratica continua a rimanere al centro. Come lo stesso sindaco Stefano Mocio evidenziava in conferenza stampa alcuni giorni fa, gli scontri e gli sconvolgimenti politici non sono affatto finiti, resta da vedere se davvero riusciranno a non compromettere quella che dovrebbe essere la ritrovata stabilit della maggioranza di governo. E, soprattutto, se la maggioranza sapr rispondere e agire con atti celeri e concreti in grado di sfatare l'immobilismo e il pernicioso asse di potere denunciato dall'ex correntone. Il sindaco Mocio ha parlato di decine di progetti in campo che stanno per chiudersi; ci auguriamo che cos sia, non per contraddire l'ex correntone, ma per il bene della citt.

Commenta su Facebook

Accadeva il 21 ottobre

"Il potere e la sventura - Orvieto in tempo di peste e di spagnola". Presentazione dell'ultimo libro di Tiziana e Nello Riscaldati

Possibili disservizi nel trasporto pubblico a causa dello sciopero di venerdi 23 ottobre

Buon lavoro Cecilia! Soddisfazione di Emily Umbria per la nomina di Cecilia Stopponi a Segretario del circolo di PRC Orvieto

Con "La bambina cieca e la rosa sonora" si apre la rassegna teatrale di "Migrazioni". Ultime ore per l'abbonamento ai 7 spettacoli

Venti Ascensionali 2009. Gli appuntamenti di sabato 24 e domenica 25 ottobre: "Il cielo in una stanza" e "Jazz Evening with...08 Trio"

Concina apre la conferenza "Territorio e Sostenibilità"

Dutch Kadaster pinpoints Orvieto as geographic centre of Italy

Linux Day '09. Sabato 24 ottobre ad Orvieto la giornata del software libero

Lamberto Bottini venerdì a Orvieto per chiudere la campagna elettorale di Bersani. Incontri anche ad Allerona e a Fabro

Domenica 25 ottobre al Teatro Mancinelli, concerto di chiusura del Festival Valentiniano

Formazione e Lavoro. Uno sportello di orientamento per i cassintegrati, Polli e Paparelli incontrano i sindacati

Avviate le attività di contenimento degli storni per salvaguardare le produzioni dell'olivo

"Sistemare la provinciale Fabro-Allerona". Interrogazione di Francesco Tiberi in Provincia

Lettera aperta del Vice Sindaco e Assessore alla sanità, Massimo Rosmini, in replica alle dichiarazioni dell’ex Direttore Generale dell’ASL 4 Imolo Fiaschini

Primo decesso in Umbria per Influenza A. Nessun allarme per la popolazione

Melodie del cuore per fare prevenzione. Concerto in onore della Giornata Mondiale per il Cuore

Domenica 25 ottobre Primarie del Partito Democratico. Regole, liste, dislocazione seggi

In centocinquanta al "San Francesco" di Orvieto a sostegno di Bottini e Bersani

La mozione Bersani Bottini sul disagio della scuola