politica

Nazionale e locale: 5 domande a Giuseppe Ricci, delegato per la mozione Mussi

martedì 17 aprile 2007
di laura
Abbiamo rivolto alcune domande a Giuseppe Ricci, portavoce della Sinistra DS orvietana e delegato al congresso nazionale DS di Firenze per la mozione Mussi. Salve Giuseppe, sarai tu il delegato locale della mozione Mussi. Con quale spirito ti avvii a questo storico congresso? Parteciper al Congresso Nazionale dei DS come delegato, ma la mia partecipazione si limiter alla testimonianza per come sono andate le cose e per le scelte, che condivido, che si accinge a compiere la Mozione Mussi. Al Congresso di Firenze si scioglieranno i DS, sparir questa forza politica del Socialismo e della Sinistra Italiana e inizieranno due percorsi costituenti: quelli del Partito Democratico e quello di un nuovo movimento politico organizzato che prover a riunificare la Sinistra italiana. Pur non condividendo la strada del PD, laugurio che tutte e due le imprese riescano al meglio per il bene del paese e del governo di centro sinistra. Come vedi l'attuale situazione politica orvietana? Credo ci siano varie responsabilit relativamente alle difficolt dellamministrazione comunale. La prima in capo al Sindaco, che non ha affrontato i problemi man mano che si sono presentati, lasciando che si facesse opera di destrutturazione e di attacco politico, a prescindere dal merito delle cose, da parte della maggioranza del mio partito. Pensava che non fosse un problema suo, ma si sbagliava. Ora i nodi vengono al pettine e ormai tardi per affrontarli. La seconda responsabilit in capo ai DS che hanno abbandonato la politica del fare e del progetto per dedicarsi ad altro. La terza del PD. Sulla vicenda del bilancio 2007 si sono fatte le prove di Partito Democratico (conferenza stampa emendamento).Il risultato sotto gli occhi di tutti e se il buon giorno si vede dal mattino. E a tuo parere, che cosa avrebbe dovuto fare il Sindaco Mocio? Credo che avrebbe dovuto amministrare prestando meno attenzione alle pressioni dei partiti, in particolare alla maggioranza DS, e pi alla soluzione dei problemi reali della citt: caserma Piave, bilancio, sicurezza dei cittadini e disagio giovanile. Confermi dunque il severo giudizio della Sinistra DS di qualche giorno fa? Confermo in pieno. Abbiamo gi detto dellatto del Sindaco verso Frellicca: arrogante e sproporzionato. Ribadisco che Carlo e Teresa, con il loro atteggiamento, hanno, ancora una volta, dimostrato lo spessore che li contraddistingue come persone e come soggetti politici. Credo che il Sindaco e i DS portino anche la responsabilit di far mancare alla citt la loro preziosa collaborazione. Torniamo al divorzio tra PD e Sinistra DS. Che far a Orvieto la vostra compagine? Quella che era la mozione Mussi, dar vita ad un movimento politico organizzato anche ad Orvieto. Quindi interloquir partendo da una propria autonoma proposta politica con tutte le forze che si collocano a sinistra del PD. Sui temi nazionali e globali come la pace, il lavoro, lambiente, la laicit dello Stato, ma anche sulle vicende locali, dove lavvento del PD, ancor prima che nasca, ha gi creato problemi seri alla nostra citt. Credo che la sinistra unita possa dare un contributo a fare uscire la citt dalla situazione di difficolt in cui si cacciata.

Commenta su Facebook

Accadeva il 19 dicembre

Auguri in versi di Buone Feste dall'Unitre Orvieto

La sabbia, amore mio

I cigni

Noi ci svegliammo piangendo

Tra democrazia e demagogia

Zambelli Orvieto sensazionale, batte Ravenna ed è prima

L'Orvietana vince col Clitunno e mantiene il passo

Lucio Dragoni è il nuovo allenatore giallorosso. "Uomo di calcio e Maestro di calcio"

Con le corde, dentro il Pozzo della Cava, per il nuovo presepe-evento: "I Quaranta Giorni"

Sisma, firmata la convenzione Regione-Comuni. Si avvia l'Ufficio speciale per la ricostruzione

Ammissione ai collegi del mondo unito, riaperto il bando selezioneper gli studenti dei Comuni colpiti dal sisma

Castello di Alviano aperto per le feste. Visite al maniero e ai musei che ospita

Uisp Orvieto Medio Tevere, elogio ai giovani ambasciatori dello sport orvietano

L'Avis dona fondi per acquistare uno scuolabus per i bambini di Preci

A Perugia incontro pubblico su fare libri e lettori

Cespuglio di more

Verso le elezioni, due candidati per la presidenza. Tre liste per il consiglio provinciale

Ascensori di Via Ripa Medici in manutenzione, navetta sostitutiva fino a venerdì

I Borghi più belli dell'Umbria discutono di temi e progetti di sviluppo turistico

Lo Sportello del Consumatore, riflessioni su presente e futuro del servizio

La TeMa si aggiudica il bando Psr per sviluppo e commercializzazione del turismo

"Capodanno in Famiglia" al Santuario dell'Amore Misericordioso

L'Università della Tuscia è il primo Ateneo statale del Lazio e il settimo del Centro Italia per la qualità della ricerca