politica

Una giornata di studi dedicata alle novità della legge Finanziaria. Seminario di studi della Presidenza del Consiglio di Orvieto e della Fondazione PROMO P.A.

venerdì 23 marzo 2007
Si terrà il prossimo lunedì 26 marzo, presso la sala Consiliare del Comune di Orvieto, una giornata di studi interamente dedicata a "Le novità della legge finanziaria 2007". Il seminario si aprirà alle 15.00 e si chiuderà alle 18.30. Tra gli interventi previsti quello di Luigi de Angelis, Segretario Scientifico PROMO P.A. Fondazione. L’iniziativa, rivolta ai Consiglieri Comunali, ai Dirigenti e Funzionari dell’Ente, è promossa dalla Presidenza del Consiglio Comunale in collaborazione con la Fondazione PROMO P.A. Tra gli argomenti che saranno trattati: 1 -La programmazione ed il regime economico-finanziario per il 2007; Autonomia impositiva; L’introduzione dell’imposta di scopo. 2- Patto di Stabilità 2007, i vincoli contabili e i rapporti con il Ragioniere Capo, dei Funzionari e l’Esecutivo; La fattispecie del commissariamento. 3- Il controllo sulle partecipate. 4 -La gestione del personale di ruolo e a contratto; La riduzione delle spese di personale; Progetto di stabilizzazione del precariato. “Dopo quello svoltosi il 20 ottobre dello scorso anno, interamente dedicato al ruolo e agli strumenti operativi del Consiglio in materia di indirizzo, controllo, regolamentazione e bilancio, il seminario di aggiornamento programmato per il 26 marzo prossimo - dice il Presidente del Consiglio Comunale, Evasio Gialletti – è un contributo importante e di estrema attualità anche alla luce della prossima discussione ed approvazione del Bilancio di Previsione. Insieme con la Fondazione PROMO P.A. abbiamo riteniamo utile proporre ai nostri Consiglieri Comunali, ai Dirigenti e Funzionari dell’Ente una riflessione aggiornata sui contenuti innovativi della Finanziaria del 2007, come è ben evidenziato nei vari capitoli che saranno trattati durante il seminario”. “Come è noto, PROMO P.A. – aggiunge Gialletti - è una fondazione di partecipazione, associata all’European Foundation Centre di Bruxelles, alla quale aderiscono enti, studiosi, dirigenti e professionisti a livello nazionale ed europeo direttamente impegnata nel progetto di riforma e innovazione della pubblica amministrazione. Essa sostiene il processo di modernizzazione della pubblica amministrazione sia in ambito soggettivo, promuovendo una riflessione sui valori che devono caratterizzare l’azione del funzionario pubblico, sia oggettivo, con riferimento alla selezione, elaborazione e diffusione di buone pratiche di amministrazione e di innovazione nonché idonei percorsi formativi. L’intento quindi, è quello di favorire nella P.A. la consapevolezza di una missione: farsi carico come sistema delle complessità e problematicità connesse alle riforme in atto, assumendosi l’onere di non lasciare cittadini e imprese a fronteggiare inevitabili vuoti legislativi, ritardi e conflitti di competenza”.

Commenta su Facebook