politica

La Presidente Lorenzetti traccia il bilancio di fine anno: Umbria, una piccola regione che ha il suo carisma e fa la sua parte

sabato 13 gennaio 2007
Un territorio piccolo che tuttavia ha il suo carisma, fa il suo dovere e la sua parte: è questo in gran sintesi quanto è emerso dalla relazione di Maria Rita Lorenzetti, Presidente della Giunta dell'Umbria, nella conferenza stampa di fine anno, posticipata a questi primi giorni del 2007 per esprimere solidarietà alle recenti agitazioni dei giornalisti. "L'obiettivo che ci siamo posti anche in questa seconda legislatura - ha sottolineato la Presidente - è stato creare le condizioni perché l'Umbria possa affrontare i cambiamenti epocali che si stanno prospettando. Ciò va misurato con gli ultimi 4-5 anni, che costituiscono per l'economia nazionale uno dei peggiori periodi dal dopoguerra (crescita zero, minor competitività, deterioramento dei conti pubblici, aumento disuguaglianze sociali) ma anche con la ripresa della crescita generale prospettata da questo governo e con la volontà di essere a pieno titolo nel percorso del federalismo e del federalismo fiscale". Pur mantenendo le sue fragilità l'Umbria sostanzialmente ha retto e, per provarlo, la relazione della Presidente si è soffermata sull'aumento medio del 2,4% negli ultimi 5 anni degli investimenti fissi lordi rispetto al 2% italiano, sul massimo storico annuale del numero degli occupati (pur con criticità legate alla disoccupazione intellettuale e femminile), sul tasso di disoccupazione che risulta il più basso della media nazionale e delle regioni del centro, sullo studio della Banca d'Italia che riconosce l'Umbria come una regione dove, rispetto ad altre, minore è la disuguaglianza del reddito, e la inserisce tra quelle di punta per la dotazione di capitale sociale, sia per la qualità delle reti e delle relazioni sociali, sia per la dotazione della comunità e del territorio. La sostanziale buona forma della regione è testimoniata, secondo la Presidente Lorenzetti, dai conti in ordine, dalla capacità di formare capitale umano qualificato e dalla presenza di un settore pubblico dinamico ed orientato verso interventi innovativi. "L'Umbria ha acquisito una sua autorevolezza - ha affermato la Lorenzetti - è presente quasi sempre nei gruppi ristretti che negoziano a livello nazionale e, rispetto agli anni precedenti, in Finanziaria le sono state concesse maggiori risorse, ad esempio per completare la ricostruzione e per affrontare le emergenze legate all'incendio dell'oleificio di Campello sul Clitunno. La consapevolezza dei progressi compiuti, è stato detto, deve stimolare per nuove sfide, concretizzabili con la seconda fase del Patto per lo Sviluppo, le cui direttrici possono essere ricondotte al mantenimento e all'ulteriore qualificazione del sistema di welfare, alla razionalizzazione, peraltro già avviata, della pubblica amministrazione, al posizionamento del sistema economico regionale su produzioni a più alto contenuto tecnologico. Strumento essenziale per conseguire questi obiettivi sarà la nuova programmazione comunitaria, con una disponibilità complessiva per il 2007-2013 di circa 1,5 miliardi di euro di risorse. "Le imprese - ha concluso la Presidente Lorenzetti - devono rafforzarsi, irrobustirsi, avere rapporti con i centri di ricerca e disponibilità di pacchetti di credito, con un sistema di credito che, dal canto suo, deve fare la sua parte. Dobbiamo accompagnare le imprese, - ha affermato la Presidente - ognuno secondo le proprie competenze, senza dirigismi, verso un ulteriore irrobustimento nei settori tradizionali come il tessile ed il meccanico, ma anche sviluppando la ricerca attraverso le riforme per l'innovazione. Si tratta di un ulteriore salto di qualità, perché questa è la parola di quanti, trovandosi a governare o a fare impresa, sanno che per essere al passo con i cambiamenti non ci si può accontentare".

Commenta su Facebook

Accadeva il 21 gennaio

Complanare, nuova fase di spinta oleodinamica del ponte in acciaio

"Le Grandi Firme della Tuscia". In distribuzione il terzo numero dell'aperiodico di Letteralbar

Azzurra Ceprini A1. Palla a due al PalaPorano con San Martino di Lupari

Montelone, la Provincia scioglie il silenzio. La prossima settimana, il bando per i lavori stradali

In manette 22enne, rubò chioccia con tutti i pulcini

Larocca interrompe lo sciopero: "L'amministrazione continuerà a vigilare"

Approvato l'odg per inserire il "reato di tortura" nell'ordinamento italiano. Il plauso di Amnesty International

Esce "Studi Interrotti", l'album d'esordio de "Gli Scontati". Il 28 gennaio al Valvola

Sfilata di maschere e carri allegorici per la "Festa di Carnevale" di Porano

Torna a luglio la seconda edizione del Premio Letterario "Città di Lugnano"

Tir si ribalta in Autostrada, code e disagi bloccano il traffico

Due ristoranti "nostrani" alla sfida Tv di Alessandro Borghese

Lasciavano le auto su "quattro ceppi" e scappavano, beccata la banda del cric

Regione contro l’inceneritore in Umbria, ma i comitati chiedono garanzie sulle discariche

Garbini lascia, si dimette il sindaco di Castel Giorgio

Bollo per i veicoli di interesse storico o collezionistico: dal primo gennaio riduzione del 10 per cento

Auto alluvionate, Sacripanti (FdI-An) sollecita un nuovo bando per il risarcimento dei danni

Consiglio regionale, respinta la mozione sul "sostegno alla famiglia naturale"

Punti nascita, la presidente Marini rassicura: “Non sono previste altre chiusure”

"Ravensbrück. Il lager delle donne", gli scatti di Ambra Laurenzi al Palazzo del Popolo per il Giorno della Memoria

A Città della Pieve nasce il liceo musicale. Open Day di presentazione

"Internet e le nuove generazioni: ripartiamo dalla famiglia". Incontro conclusivo per "Famiglie al centro"

Differenziata lumaca, ora la Regione corre ai ripari: obiettivo 60% entro l'anno

Piano comunale di classificazione acustica, nulla di fatto. In standby le controdeduzioni

Kino-Workshop al Centro Viva. A lezione di linguaggio cinematografico

Incontro informativo sull'iniziativa comunitaria "Garanzia Giovani"

Jasmine Rossini: "Per la Zambelli Orvieto il campionato è aperto"

Cardinali al Sindaco: "Sul parco del Paglia ci dica cosa bolle in pentola"

Sanità, la giunta regionale umbra sospende il ticket intramoenia

Folklore e tradizione si incontrano per la seconda "Giornata delle Pasquarelle"

Il vescovo presiede i funerali di don Adelmo Ciurletti

Sacripanti (FdI-An) propone l'istituzione di un forum civico in materia di assistenza socio-sanitaria

Dall'orto al piatto. Dalla collaborazione fra le scuole, un progetto sperimentale

La Regione investe quasi 3 milioni di euro per finanziare la competitività delle aziende vitivinicole

Centro Studi, via allo "Spring Semester" della Kansas State University e della University of Arizona

Orvieto tra le sezioni Cai che hanno collaborato alla rete sentieristica-escursionistica umbra

Furti e atti vandalici al Fanello. Tardani: "L'amministrazione si attivi per garantire la sicurezza ai cittadini"

Il Consiglio dei Ministri commissaria L'Umbria e decide per la chiusura anticipata della caccia

Ballo in maschera al Teatro Boni. Musica e divertimento, come in una favola

Luciani sollecita la riqualificazione di Piazza del Commercio: "Come si sta muovendo il Comune?"

Il Comune ricorrerà al Consiglio di Stato, Germani: "Il terzo calanco non si farà"

Lo Sportello del Consumatore chiude i battenti: riflessioni sulla conclusione di un'esperienza

Rometti: "Per la Regione su Orvieto non ci sono assolutamente esigenze di ampliamento della discarica al terzo calanco"

L'assessore Cecchini: "Si è fatta ricadere sulle Regioni l’incongruenza fra le norme nazionali ed europee"

Contratti di Fiume, Minervini chiarisce la posizione delle associazioni private: "Fuori dalla Cabina di Regia".

Galanello Pd: "No al terzo calanco, l'obiettivo dell'Umbria è la minimizzazione dello smaltimento in discarica"

Il Circolo Pd di Orvieto Scalo al lavoro per la riqualificazione del quartiere

Scopetti e Taddei Pd: "No categorico al terzo calanco, Comune e Regione non devono mollare"

Il teatro amatoriale colora Monteleone. La rassegna al Teatro dei Rustici compie vent'anni