politica

In via di costituzione a Orvieto il 'Circolo della Libertà'

mercoledì 3 gennaio 2007
Si sta costituendo anche a Orvieto il “Circolo della Libertà”, sull'onda della recente costituzione dell’associazione nazionale “Circolo della Libertà” che – si legge sul sito web dell'associazione - “ha l’obiettivo di dare corpo e voce a quella larga parte della società italiana che non solo non trova un’adeguata rappresentanza nella politica di questo Governo, ma che si rende conto della necessità di scendere in campo direttamente per tutelare il primato dell’individuo e delle sue libertà”. Sono già circa quattromila, annuncia la Presidente nazionale Michela Vittoria Brambilla – i circoli nati in tutta in Italia. “L'iniziativa della costituzione di un circolo a Orvieto – afferma Antonio Barberani del Coordinamento Comunale di Forza Italia - ha avuto apprezzamento da parte degli organi nazionali anche per la tempestività. Quello che il Circolo si propone, è di favorire il dibattito politico anche tra sensibilità diverse e di promuovere manifestazioni nel campo della cultura e dell'economia, con il fine della diffusione della cultura liberale in una città contrassegnata in senso monoculturale”. Tra gli aderenti al “Circolo della Libertà” orvietano, che verranno resi noti dopo la definizione degli organigrammi, vi sono anche personalità del mondo imprenditoriale, insieme a giovani del comprensorio che potrebbero, più avanti, costituire un autonomo Circolo Giovani. “Quello che emerge con chiarezza è che ci sia una radicata e diffusa volontà di partecipazione alla vita dello Stato che rifiuta con determinazione ogni forma di statalismo, – aggiunge ancora la Presidente nazionale Michela Vittoria Brambilla. – Sono scesi al nostro fianco sia gli imprenditori, soprattutto piccoli e medi, sia i commercianti che gli industriali, che gli artigiani, ma anche i loro dipendenti, che condividono con i datori di lavoro molti più valori di quanti la sinistra voglia far credere. Non si tratta di un partito politico ma di un grande movimento di massa, che parte dalla base, dai cittadini ed a loro vuole dare voce e rappresentanza". Per maggiori informazioni a livello nazionale www.circolodellaliberta.it

Commenta su Facebook

Accadeva il 15 ottobre