politica

La dichiarazione del presidente di RPO Franco Raimondo Barbabella

lunedテャ 20 novembre 2006
In merito alle dimissioni in blocco del CdA di RPO c定 da dire solo che le motivazioni sono chiaramente evincibili dalla lettera inviata al Sindaco, dalle due lettere precedenti in essa richiamate e naturalmente dagli atti ufficiali che sono stati via via trasmessi all但mministrazione Comunale. Personalmente per ora aggiungo solo che io avevo accettato l段ncarico, certo in base ad un accordo politico, ma anche e soprattutto nella convinzione che fosse necessario e possibile fare un弛perazione di rifunzionalizzazione della Piave assolutamente seria, con l置nico obiettivo di dare nuovo slancio alla citt ed al territorio secondo le vocazioni da tempo individuate e consolidate nella coscienza comune e nella politica delle istituzioni. In questo senso, e in perfetta e continua sintonia con gli altri membri del CdA, mi sono impegnato perch si giungesse ad un risultato concreto nel tempo pi breve possibile, pur in condizioni estremamente complesse e difficili, che hanno preceduto, accompagnato e soprattutto seguito, l誕pprovazione del business plan da parte del CC. Eravamo ad un passo dal risultato. Ci stato impedito di raggiungerlo. Mi spiace perci dover constatare che quella convinzione era infondata: la politica segue purtroppo altre strade, che la mia formazione e la mia coscienza non mi consentono di avallare. Sento il dovere di ringraziare innanzitutto i membri del CdA e del Collegio Sindacale, che, senza eccezione alcuna, hanno dimostrato con i fatti di saper mettere a disposizione il proprio patrimonio di esperienza, capacit e professionalit. Ringrazio inoltre tutti coloro che, rappresentanti delle istituzioni di maggioranza o di opposizione, del mondo culturale, economico o dell段nformazione, o anche semplici cittadini interessati alle vicende della comunit, hanno dato in diversi modi un contributo positivo. Ora la discussione cambia di registro e si sposta altrove. Il mio contributo, in altra veste, non verr meno agli impegni che mi sono assunto sia sul piano politico che istituzionale, sempre ed esclusivamente per quelli che ritengo essere gli interessi fondamentali della citt. 20.11.06 Franco Raimondo Barbabella

Questa notizia ティ correlata a:

Si dimette il Consiglio di amministrazione di RPO. All'immobiliare regionale la ex Piave

Commenta su Facebook

Accadeva il 26 maggio

L'Alta Tuscia riscopre i gioielli. Invito a Civita, Palazzo Monaldeschi e la Serpara

Due ori e tre bronzi per la Scuola Keikenkai al 2° Campionato Europeo di Karate Iku

Staffetta dei Quartieri. All'ombra del Duomo si corre la 51esima edizione

La Zambelli Orvieto si ferma sul più bello col Casal De' Pazzi

"Focus on pain" a Palazzo Alemanni. Seconda edizione per il congresso medico

Piazza del Popolo, parcheggi a disco orario non più a pagamento

"L'Eucarestia nell'arte cristiana". Conferenza Rotary in Duomo

Corso da tecnico audio e corso di informatica musicale al "Tuscia in Jazz 2016"

Alla Galleria Falzacappa Benci di passaggio i pellegrini di Giorgio Pulselli

A Guardea ed Alviano le musiche di Piovani e Morricone per il Concerto di Primavera

"Basta un Sì per cambiare l'Italia". Incontro a Sferracavallo con Luca Castelli

La Kansas State University sempre più presente sul territorio orvietano

Legambiente denuncia gravi profili di illegittimità del calendario venatorio

Il Coro degli Alpini dei Monti Lessini in concerto

Filippo Orsini relaziona su "Bartolomeo d'Alviano, Todi e l'Umbria tra XV e XVI secolo"

"Una buona stagione per l'Italia. Idee e proposte per la ricostruzione del Paese e dell'Europa"

Alla scuola Frezzolini di Sferracavallo s'inaugura la biblioteca "Sheradzade"

Nasce l'Albo sostenitori "Orvieto Cittaslow". Ecco da chi è composta la commissione

Divieto di pesca per consumo alimentare sul Paglia, scatta l'ordinanza del sindaco

"Etruschi 3D". Presentata la mostra multimediale curata dall'Associazione Historia

Che cos'è "Etruschi 3D"