politica

Lo Statuto del Consorzio universitario

giovedì 12 ottobre 2006
Secondo lo statuto composto di 23 articoli e approvato dal Consiglio Comunale, le finalità del “Consorzio per lo sviluppo del polo universitario di Terni / Università di Perugia” che ha sede a Terni ed opera in stretto coordinamento con il Polo Universitario di Terni, nell’ambito di piani di sviluppo pluriennali e di piani operativi annuali concordati con il Polo stesso, sono le seguenti: - svolge tutte le attività ed assume tutte le iniziative per il supporto alla realizzazione e mantenimento di attività universitarie del Polo universitario ternano, svolge le attività strumentali e di supporto alla didattica ed alla ricerca della facoltà universitarie; - può realizzare a tal fine, l’acquisizione di beni e servizi, alle migliori condizioni di mercato, lo svolgimento di attività strumentali e di supporto della didattica e della ricerca scientifica e tecnologica, con riferimento specifico: - alla promozione e sostegno finanziario delle attività didattiche, formative e di ricerca; - alla promozione e allo sviluppo di attività integrative e sussidiarie alla didattica ed alla ricerca; - alla realizzazione di servizi ed iniziative diretti a favorire le condizioni di studio; - alla promozione e supporto delle attività di cooperazione scientifica e culturale con enti pubblici o privati, con istituzioni nazionali ed internazionali; - alla realizzazione e gestione, nell’ambito della programmazione delle attività universitarie, di strutture di edilizia universitaria e di altre strutture di servizio strumentali e di supporto alle attività universitarie; - alla promozione ed attuazione di iniziative a sostegno del trasferimento dei risultati della ricerca, della creazione di nuove imprenditorialità originate dalla ricerca, della valorizzazione economica dei risultati delle ricerche anche attraverso la tutela dei brevetti; - al supporto nell’organizzazione di stages, borse di studio e di altre attività formative nonché di iniziative di formazione a distanza. Per il perseguimento di queste finalità, il Consorzio può: - promuovere la raccolta di fondi privati e pubblici e la richiesta di contributi pubblici e privati, locali, nazionali, europei ed internazionali, da destinare ai citati scopi; - stipulare contratti, convenzioni o intese con soggetti pubblici e privati; - amministrare e gestire i beni mobili ed immobili di cui abbia la proprietà o impossesso, nonché le strutture ad uso universitario, delle quali gli sia stata affidata la gestione dall’organo amministrativo competente; - sostenere lo svolgimento di attività di formazione, ricerca e trasferimento tecnologico, anche attraverso la gestione operativa di strutture scientifiche e/o tecnologiche dei soci o di terzi; - promuovere la costituzione o partecipare a consorzi, associazioni o fondazioni che condividono analoghe finalità, nonché a strutture di ricerca, alta formazione e trasferimento tecnologico in Italia ed all’estero, comprese società di capitali strumentali a tali strutture; - promuovere e partecipare ad iniziative congiunte con altri istituti nazionali, stranieri, con amministrazioni ed organismi internazionali e, in genere, con operatori economici e sociali, pubblici o privati; - promuovere seminari, conferenze e convegni, anche con altre istituzioni ed organizzazioni nazionali ed internazionali o partecipare ad analoghe iniziative promosse da altri soggetti. Tutte le attività legate a didattica, formazione, iniziative tecnico-scientifiche e di ricerca scientifica, deliberate dal Consorzio, verranno attuate unicamente tramite l’Università degli Studi di Perugia. Ciascuna di esse sarà regolata tramite appositi accordi E/o convenzioni, stipulati esclusivamente con il Polo Scientifico Didattico di Terni, dell’Università di Pervia e approvati dai rispettivi organi.

Questa notizia è correlata a:

E' realtà l'entrata di Orvieto nel polo universitario ternano. Una svolta politica tutta da giocare

Commenta su Facebook

Accadeva il 15 ottobre