politica

Aria di fine impero : Forza Italia chiede le dimissioni del Sindaco e della Giunta

venerdì 22 settembre 2006
di laura
Nella difficile situazione di bilancio che l'Amministrazione comunale di Orvieto si trova ad affrontare - difficile e improrogabile per la manovra di riequilibrio che dovrà essere discussa e portata all'approvazione del Consiglio Comunale il prossimo 27 settembre - si insinua con piglio deciso, ad affondare il ferro nella già bruciante ferita, il Coordinamento Comunale di Forza Italia Orvieto che, tramite il portavoce Guido Turreni e di concerto con il vice-coordinatore regionale, il consigliere Raffaele Nevi, oltre a manifestare sconcerto e preoccupazione per il “disastroso stato” del bilancio del Comune di Orvieto, invita il Sindaco e la Giunta Comunale a prendere in seria considerazione la possibilità di rassegnare le dimissioni. Né basta, in quanto anche tutte le forze politiche della maggioranza del Consiglio Comunale “che abbiano ancora un briciolo di serietà e di responsabilità politica”, sono chiamate da FI ad adoperarsi “perché le dimissioni siano rassegnate nel più breve tempo possibile, al fine di non aggravare ulteriormente il già palese dissesto del bilancio, con azioni affannose e sconsiderate volte alla svendita dei 'gioielli di famiglia' in una disperata azione d’emergenza dai risultati tutt'altro che scontati”. Le alienazioni di patrimonio, annunciate ieri da un comunicato del sindaco Mocio come inevitabili per poter procedere a un riequilibrio e a un risanamento del bilancio che richiede nell'immediato, per far fronte alla spesa comunale fino al 31 dicembre, una disponibilità di 6 milioni di euro che in cassa non ci sono, dovrebbero riguardare vari immobili, tra cui negozi e appartamenti nel centro storico, una buona parte dell'immobile delle Zitelle Sperse di Via Pecorelli, l'ex mattatoio, l'istituto professionale, parti della ex caserma Piave e altri beni fino ad arrivare a una cifra che sia superiore ai 6 milioni che occorrono per l'immediato pareggio, in modo da poter utilizzare “l'eccedenza”, insieme ai fondi che potranno essere introitati con la rottura del patto di stabilità, per attuare le azioni previste dalla programmazione politica: complanare, parco archeologico dell'Orvietano, rifunzionalizzazione del centro storico. Nel massimo riserbo degli amministratori, che hanno scelto la via delle “non dichiarazioni”, tutta la manovra dovrebbe essere meglio precisata da un ulteriore comunicato del Sindaco Stefano Mocio, atteso per la giornata di domani. Lo sfondamento del patto - che porterà conseguenze quali il non poter accedere a nuovi mutui, il blocco delle assunzioni e la riduzione del 10% della spesa – è stato ritenuto dagli amministratori più conveniente rispetto al non poter introitare somme già stanziate e disponibili. Ma è indubbio che la situazione è tutt'altro che rosea, anche considerando la posizione di Rifondazione che, trovandosi senza rappresentanza in Consiglio Comunale dopo la sfiducia operata nei confronti di Imbastoni, potrebbe anche decidere di far mancare il proprio appoggio alla coalizione di maggioranza. Una volta effettuata, con le modalità annunciate, la manovra di riequilibrio, potrebbe anche aprirsi una crisi politica. Nel comunicato del Sindaco non si parla delle prospettive per la ex Piave. Ma sembra abbastanza lapalissiano che, se si procederà alla vendita di parte delle ex caserme, non sarà più perseguibile come un piano integrato e univoco quel progetto d'insieme che la città aspettava come possibile volano di rilancio e di sviluppo. Forse non si verificherà quel “fosco scenario del commissariamento” preconizzato da Forza Italia, ma non possiamo negare, all'atmosfera che si respira, una qualche aura da fine impero. Su tutti i fronti il sogno di grandezza di Orvieto sembra incrinarsi. Viene da chiedersi: che sia stata una città “superba”? che abbia voluto costruir piramidi mentre poteva innalzare solo torri? Se così fosse, l'invito è di tornare al principio di realtà senza problemi e senza remore: in fondo, nella loro austera misura, anche le torri possono essere alte e nobili.

Il comunicato stampa di Forza Italia

Commenta su Facebook

Accadeva il 18 giugno

Ex ospedale di piazza Duomo, Olimpieri (IeT) presenta un'interpellanza

Si presenta il nuovo numero della rivista "Via Francigena and the European Cultural Routes"

Philo-Club e ApertaMenteOrvieto insieme per "Riflettiamo sul Dialogo"

La squadra Arca Enel dell'Umbria campione nazionale di calcio a 5

E' nato ufficialmente "50 e non sentirli" per i nati nel 1965

In arrivo "Big Band Festival", il primo festival jazz d'Europa dedicato alle orchestre

Rispettato il rito della "Notte prima degli esami". L'augurio del Comune ai maturandi

Vincenti: "Nessun ordine specifico sulle multe, i controlli continueranno"

Luminari a confronto su ginecologia e ostetricia. Tornano i "Venerdì orvietani"

Azzurra Ceprini Orvieto sceglie la bulgara Hristina Ivanova come ala grande

Disciplina della circolazione in Via dei Muffati e in Via Duomo

Terapia del dolore, ortopedia e riabilitazione a "Focus on pain"

Filt Cgil Umbria: "Si rafforzino i presidi della Polfer nelle stazioni e a bordo treno"

La metro B.ella

Appuntamento

GdF, pubblicato il bando per il reclutamento di 4 allievi riservato a "Vittime del dovere"

Porcari, di nuovo a processo ma il giudice si riserva

Il progetto "Orvieto è Doc&Dop" per la valorizzazione dei prodotti locali fa centro

Discarica Le Crete, per l’Arpa dati elevati di mercurio. In un anno 89mila tonnellate di rifiuti

L’Orvietana sceglie Nardecchia per tornare grande

Geotermia a Castel Giorgio, il comune di Acquapendente ratifica il ricorso al Tar

Dipendenti e pensionati dichiarano più degli imprenditori. A Orvieto i redditi più alti, Castel Giorgio quelli più bassi

Lungo il Paao, via ai lavori di manutenzione straordinaria della Rupe

Orvieto partecipa al progetto "Cittaslow Doing" tramite il programma europeo Urbact III

Germani Sindaco: un anno di bugie e di fallimenti

Meteo

mercoledì 07 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 9.1ºC 94% discreta direzione vento
15:00 8.8ºC 90% discreta direzione vento
21:00 4.4ºC 97% buona direzione vento
giovedì 08 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 8.6ºC 87% buona direzione vento
15:00 12.6ºC 55% buona direzione vento
21:00 7.5ºC 84% buona direzione vento
venerdì 09 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 10.7ºC 81% buona direzione vento
15:00 12.8ºC 69% buona direzione vento
21:00 6.6ºC 97% buona direzione vento
sabato 10 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 10.5ºC 92% buona direzione vento
15:00 11.6ºC 94% buona direzione vento
21:00 10.0ºC 98% foschia direzione vento

Previsioni complete per 7 giorni