politica

E’ l’Ulivo il vincitore assoluto delle Politiche 2006. Anche a Orvieto verso il partito unico

lunedì 17 aprile 2006
di laura
Una conferenza stampa prima delle tornata elettorale per rendere trasparenti gli obiettivi, una subito dopo per la valutazione del voto e per informare sulla direzione di marcia: così si è presentato pubblicamente in occasione delle Politiche 2006 il Coordinamento dell’Ulivo di Orvieto, che ha di nuovo incontrato i giornalisti sabato 15 aprile. Dietro il tavolo i rappresentanti dei soggetti aderenti, Marino Capoccia e Loriana Stella per i Democratici di Sinistra, Roberto Meffi e Silvia Fringuello per La Margherita, Andrea Scopetti per Altra Città e Paolo Borrello per Cittadini per l’Ulivo. Due partiti e due associazioni, un soggetto misto che, in linea con quel che accade nel Paese, ha tutta l’intenzione di procedere celermente e alacremente verso la costituzione di quel nuovo soggetto politico dell’Ulivo, verso quel partito unico più volte annunciato da Prodi. Una linea che è stata premiata dal dato nazionale, e ancor più da quello orvietano e comprensoriale dove l’Ulivo, con rispettivamente il 40,02% e il 40,79% supera in modo inequivocabile, se raffrontato alle Europee 2004 e alle Regionali 2005, ogni precedente risultato. “Gli elettori si sono pronunciati più volte – ha affermato il segretario dell’Unione Comunale DS di Orvieto Marino Capoccia - chiaramente e in un modo incoraggiante che non lascia equivoci. Quindi senza tentennamenti e interessi di parte – ha continuato – dobbiamo aprire questo laboratorio per la costruzione del nuovo soggetto politico del partito dell’Ulivo, a Orvieto e nel resto del territorio. Ci sono non solo i numeri, ma tutte le condizioni.” E in pieno accordo con il segretario Ds, Roberto Meffi, presidente in pectore della Margherita orvietana, sottolinea il procedere alla grande, a Orvieto, dell’Ulivo rispetto alle Regionali – con un incremento del 5% senza lo SDI che, alle Regionali, era peraltro nell’Ulivo – e la necessità di un laboratorio allargato che faccia dialogare, fino alla nascita del nuovo auspicato partito unico, forze politiche, associazioni, categorie, comuni cittadini. Dell’incedere del nuovo progetto politico non potranno non tener conto – affermano entrambi i leader orvietani – anche le nostre amministrazioni, che dovranno assestare la rotta dei programmi, come sempre è buona prassi, arrivate a metà mandato. Non più che tanto tuttavia – lo sottolinea soprattutto Roberto Meffi – perché le linee di mandato sono quelle a cui i cittadini hanno dato fiducia con il voto amministrativo né sarebbe democratico stravolgerle. Così che se, come ha anche sottolineato Loriana Stella, gli attuali diversi gruppi potranno, in molte occasioni, cominciare a lavorare insieme, è del tutto improbabile che si possa andare, al momento, a un gruppo unico, nella nazione come al Comune di Orvieto. Non sarà un processo facile quello del nuovo soggetto unico dell’Ulivo ma, suffragato da una preferenza che, come mostra il voto della Camera, sembra netta soprattutto in ambito giovanile, potrebbe anche rinnovare, se il laboratorio funzionerà, il cuore e il metodo della politica, portare al rinnovamento e al superamento dell’attuale forma partito che molti cittadini sembrano ritenere non più adeguata. “Questo voto mostra – ha affermato Andrea Scopetti che da sempre ha lavorato per l’Ulivo – che i giovani non votano più gli estremi, che si passa dalla modalità del “manifestare contro” a quella del “lavorare per”. Disposta a dare il proprio contributo, ma con le idee chiare e non troppo concilianti, “Cittadini per l’Ulivo”, rappresentata da Paolo Borrello, ha ricordato che il processo orvietano di costruzione del nuovo partito democratico non potrà non tener conto di quello che si farà a livello nazionale. “Se il progetto è più ampio di una sommatoria tra DS e Margherita – ha affermato Borrello – si profila più interessante; se si limiterà a un programma moderato non ci entusiasma, se raccoglierà molte istanze per un programma avanzato ci interessa”. Soddisfatta del risultato e dell’esperienza elettorale all’interno del Comitato per l’Ulivo Silvia Fringuello, che spera che nella costruzione del nuovo soggetto politico la componente femminile sia determinante. E proiettata verso i risultati del governo nazionale Loriana Stella, che dopo l’insediamento del nuovo Parlamento previsto per il 28 aprile spera, com’era in programma, che si possano vedere dei cambiamenti già nei primi cento giorni. “Un buon avvio del nuovo governo e dei gruppi – ha affermato – potranno aiutarci anche a Orvieto a delineare un percorso per quello che più di un terzo dell’elettorato vuole”. Al lavoro, dunque. La voglia d’Ulivo, in una domenica delle Palme quanto mai “filologica” e appropriata – quella del 9 aprile 2006 – sembra essersi manifestata. Ora bisogna far sbocciare i fiori e maturare i frutti.

Commenta su Facebook

Accadeva il 18 ottobre

"Come difendersi da truffe e raggiri". Incontro all'Unitre con il maggiore Rovaldi

Un progetto di formazione per operatori del sociale porta "attimi di resilienza" a Parrano

"Sulle Tracce del Mistero. Una settimana dedicata a ignoto, mistero e paranormale"

Terminati i lavori sulla SR 205 Amerina, sistemate barriere di sicurezza e paramassi

Fissate al 26 ottobre le elezioni del Consiglio Comunale dei Ragazzi

Carta Tutto Treno Umbria sospesa, Sacripanti (GM): "Il sindaco si attivi"

Karate, la Scuola Keikenkai in partenza per i Mondiali Iku a Kilkenny

Venticinque candeline per Umbria jazz Winter, nel segno di Thelonious Monk

Cambio al vertice di Ance Umbria. Stefano Pallotta succede a Massimo Calzoni

Orvieto per Tutti: "Varco di Via Malabranca, nuovo provvedimento disomogeneo"

Infoteam della Scuola Sottufficiali dell'Esercito per la Giornata Tricolore

#UjW25, ricco programma di star per celebrare un grande anniversario

Umbria Jazz Winter, storia di passioni e successi

Quattro passi tra le meraviglie di Viterbo. Visita guidata nel centro storico

Turismo, Anci e CAI rilanciano quello sostenibile dei 110 mila chilometri di sentieri italiani

Cammini ed escursioni, intesa tra Pro Loco e CAI per la valorizzazione

Modifiche allo statuto dell'Associazione "Lea Pacini", prima la Commissione costituente

Umbria Jazz Winter # 25, un connubio indissolubile con la Città del Duomo

Quattro giorni nel Villaggio del Teatro con Isola di Confine

"Campioni in Cattedra". I più piccoli intervistano il campione di pallavolo Jack Sintini

Accanto al Duomo, Ippolito Scalza "perde" la testa

Mogol si racconta ad Alessandra Carnevali: "Il mio mestiere è vivere la vita"

Ripartono le attività del Lions Club Orvieto. Anno lionistico 2016/17 dedicato ai giovani

All'Unitre torna "Solo solo canzonette?". La quarta puntata del format è dedicata agli anni '80

Incontro sul Soccorso Alpino e Speleologico Umbria "Sasu" promosso dal CAI

I ladri colpiscono ancora. Nel mirino bar e tabaccherie ai piedi della Rupe

Il Comitato per il No di Parrano diventa sempre più grande

Il patto scellerato

Viabilità, lavori per 250mila euro sulle strade regionali 79 e 61

L'associazione Ippocampo presenta i corsi di teatro per bambini, ragazzi e adulti

Editoria, preadottata la nuova legge regionale. Via alla partecipazione

Nuova seduta per il consiglio provinciale. L'ordine del giorno dei lavori

Tutto pronto per "Zafferiamo". Colori, aromi e sapori invadono Città della Pieve

Umbria Jazz Winter #24, dal 20 ottobre via alle prevendite. Tutto il Programma

Nuove attività all'Unitre. Il plauso del sindaco Gianluca Filiberti

Stella al Merito Sociale al giornalista orvietano Stefano Corradino

Informazione locale, Asu: "Bene la preadozione del Ddl regionale"

"Orvieto sotto le stelle", quaranta auto storiche per la terza edizione

Nuovo incontro ISAO: Agostino Paravicini Bagliani e "Il Bestiario del Papa"

Testate giornalistiche digitali locali, Anso protagonista a Dig.it

Sciopero FS, Trenitalia regionale: "Frecce e servizi locali regolari"

Teatro Null, si riparte. Laboratorio di Teatro al Palazzo della Cultura

Legambiente fa le pulci alla differenziata dell'Umbria. "E i Comuni che fanno?"

Il volo nascosto

Il Grand Tour di Dodecapoli arriva a Vigevano. Ambra Laurenzi e Laura Ricci alla Cavallerizza del Castello Ducale per la rassegna letteraria “Italia Italiae”

Continua la raccolta tappi. I risultati dei primi due anni della benefica iniziativa

Bagni, frazione dimenticata. Grido d'allarme dei Comunisti Italiani: "non c'è più nemmeno il cartello di località!"

Lei lo lascia, lui la insegue, lei chiama il 112. In manette trentottenne di Ficulle per stalking

Approvato il progetto preliminare per i lavori di completamento della Biblioteca "Luigi Fumi"

Energia da fonti rinnovabili, la Giunta individua alcune aree giudicate non idonee alla installazione di impianti

Linux Day #6. Approfondimenti su didattica e sicurezza informatica al Centro Studi

Il Gal Trasimeno-Orvietano finanzia 14 progetti "Cultura che nutre" nelle direzioni didattiche del territorio

Più potere alle donne. A Orvieto forum nazionale delle amministratrici del Partito Democratico

1° Forum nazionale delle Amministratrici democratiche - Programma

Turreni in merito alla falsa lettera attribuita al presidente Frizza: "Sfido il PD a denunciare la mia presunta incompatibilità"

Le produzioni di ArTè. Gli appuntamenti di Ottobre nei vari teatri

Confermare la cassa integrazione alle lavoratrici della Grinta. La CGIL torna sulla vicenda del tessile orvietano

I parlamentari umbri del PD chiedono un rapido intervento del Ministro della Giustizia: "fatti non parole per le carceri umbre"

"Sogni di Autori Vari". Parte il progetto finanziato dalla Fondazione CRO dedicato a ragazzi e ragazze con diversa abilità

"Sogni di autori vari" - Il progetto e le modalità di accesso ai corsi

Una diffusa esigenza di cambiamento

Presentato ad Allerona il progetto Parchi Attivi

Bilancio: Il riequilibrio del poco o niente

Ma secondo il PdL siamo a un passo dal risanamento