politica

L'Associazione Piccolomini torna a sollecitare un serio progetto per l'assistenza agli anziani.

lunedì 12 dicembre 2005
Torna ad esprimersi l’Associazione ”Maria Cristina Piccolomini”, stimolata dal dibattito politico che, nei giorni scorsi, è tornato a confrontarsi su temi come sanità e sociale, malati e anziani. Questi ultimi, soprattutto, categoria che in costante aumento percentuale risentirà di uno scenario futuro non certo roseo.
L’associazione Piccolomini lamenta, di fronte a un dibattito che teme possa trascinarsi in modo sterile ed aleatorio, l’assenza, a tutt’oggi, di fatti concreti e fa il punto sulla situazione locale rispetto all’assistenza agli anziani.

Nel nostro Comprensorio esistono alcune strutture private autorizzate e convenzionate: La Casa della Divina Provvidenza di Ficulle, con 45 posti di R P( Residenza Protetta ), una Struttura per malati di Alzheimer di 20 posti a Castelgiorgio, una Struttura per anziani autosufficienti di circa 20 posti a Baschi, una Struttura per anziani autosufficienti ( 23 posti) e una per non autosufficienti (27 posti di R.P. ) a Morrano; esiste poi una struttura a Monterubiaglio, il San Giovanni Bosco, autorizzato per 40 posti di Residenza Protetta ma oggi non convenzionato.
L’unica struttura pubblica di assistenza agli anziani, l’“Istituto Piccolomini Febei” di Orvieto, ha dovuto abbandonare la sede storica della Villa San Giorgio e trasferire, a gennaio 2005, gli ultimi 9 assistiti presso la residenza privata di Faiolo.
A fronte di questa nostra situazione locale, di certo non incoraggiante e che non fa onore al settore pubblico, l’Associazione Piccolomini cita l’esempio del comprensorio folignate, che vede la presenza di ben 5 strutture pubbliche gestite o dal Comune o dalla ASL e una sola struttura privata.

A preoccupare l’Associazione Piccolomini, nata per occuparsi della situazione degli anziani in generale e, in particolare, del lascito Piccolomini Febei a questo fine, è il fatto che il cda dell’Istituto Piccolomini Febei sta lavorando da mesi su un progetto di ristrutturazione della Villa che sembra indirizzato alla creazione di soli 20 posti di Residenza Protetta, ritenuti del tutto aleatori rispetto alle dimensioni e alle possibilità che la Villa di San Giorgio offrirebbe, e che sono comunque dipendenti dalla preventiva autorizzazione regionale.
L’Associazione vedrebbe bene, invece, una residenza mista, protetta ma anche per autosufficienti, sia per offrire maggiori possibilità all’ospitalità della popolazione anziana, sia per creare un circuito più virtuoso che possa consentire all’Istituto di meglio gestirsi e autofinanziarsi, cosa impossibile con soli venti posti.
A preoccupare l’Associazione è anche il fatto che la situazione finanziaria pregressa e corrente del Piccolomini non sia stata resa pubblica e che alla sua richiesta dei Bilanci dell’Ente non sia stato ancora dato seguito.

Per quanto riguarda la questione dell’assistenza agli anziani in termini più generali, l’Associazione Piccolomini non nasconde una certa preoccupazione e sfiducia.

“L’Amministrazione Comunale non perde occasione di dichiarare come l’assistenza agli anziani rappresenti una delle maggiori priorità programmatiche – ha dichiarato la Presidente Giuseppina Barloscio in una conferenza stampa - non sono mancate importanti prese di posizione, come quella del Sindaco Mocio in Consiglio Comunale, che dichiarava che “all’assistenza agli anziani deve provvedere il pubblico”, e il “Progetto Anziani” presentato alcuni mesi fa dal Partito della Rifondazione Comunista, che prevedeva nell’area di Ciconia la realizzazione di una Residenza Protetta di ben 60 posti per anziani non autosufficienti e alcuni malati di Alzheimer, più 20 posti di diurno riabilitativo, esprimeva l‘ approvazione per la creazione di una RSA in Ospedale e affermava che “è fondamentale che tali strutture mantengano la loro fisionomia interamente pubblica”. Ad oggi siamo però ancora in attesa della presentazione del PROGETTO ANZIANI  elaborato dal Comune e della convocazione di un apposito Consiglio Comunale aperto.”

L’Associazione ribadisce la necessità e l’urgenza di un confronto pubblico per capire quali siano gli indirizzi dell’Amministrazione Comunale e per fare chiarezza cu cosa si intende per “Residenze Speciali per Anziani”, previste già dal 1998 nella Zona del Poggente e non presenti, con questa dizione, in nessun Piano Sociale o Sanitario Regionale.

“Un confronto che diviene tanto più urgente – continua Giuseppina Barloscio - dopo l’approvazione, da parte della Conferenza dei Sindaci, del piano di riorganizzazione del Presidio Ospedaliero che prevede il taglio di posti letto per lo più utilizzati da anziani cronici; i 10 posti della Geriatria si trasformano in posti di Medicina d’Urgenza e i 4 posti di RSA si sottraggono ai posti letto destinati alla Medicina. Ricordiamo che soprattutto nel periodo invernale la degenza in Medicina è rappresentata da ultrasettantacinquenni, e che spesso i 30 posti disponibili vengono rapidamente coperti e si è costretti a “parcheggiare” altri malati in altri reparti. Una situazione che ci fa molto pensare a quello che potrà accadere una volta attuato il previsto taglio di ulteriori posti letto."

"Pur condividendo il giudizio negativo sulla Finanziaria – conclude la portavoce e presidente dell’Associazione Piccolomini - riteniamo che ciò non impedisca la stesura di un progetto che restituisca valore al settore pubblico, vista l’importante presenza di una risorsa come l’Istituto Piccolomini e del probabile lascito de Solis Faina. Difendere il patrimonio dei due lasciti è un obbligo per tutti, impegnarsi su un progetto sicuramente molto costoso, dato lo stato della Villa, per realizzare solo 20 posti di Residenza Protetta, ci sembra quanto mai limitativo e altrettanto poco sostenibile. La struttura dovrebbe differenziare e aumentare l’offerta di posti per garantirsi nel tempo bilanci in pareggio e il rispetto delle volontà testamentarie della Contessa Maria Cristina, che pensava prioritariamente agli anziani soli, vecchi e vecchie cronici in difficoltà nelle quotidiane incombenze e non anche ai totalmente inabili, tanto che la Contessa de Solis Faina completò l’opera lasciando all’Ospedale Civile di Orvieto il Palazzo di Roma con lo scopo “ di fare una corsia per vecchi cronici malati non accolti all’ospizio locale di San Giorgio, né assistiti dalle loro famiglie”.

Per discutere questa e altre problematiche legate all’assistenza agli anziani, l’Associazione "Maria Cristina Piccolomini" sarà ospite, giovedì 15 dicembre alle ore 21, dell’emittente televisiva locale Orvieto 39.

Commenta su Facebook

Accadeva il 20 ottobre

"Gli Scalzi di Orvieto: storia di una Confraternita". Presentazione del libro di Luca Giuliani e visita alla chiesa

Riparte "Train...to be cool". La Polizia Ferroviaria di nuovo nelle scuole

"Etruria e Roma". All'Unitre, le lezioni di storia antica a cura di Giuseppe M. Della Fina

Autovelox sulla Cimina. Moneta rassicura: "Serve per controllare revisione e assicurazione"

"Autumn in Todi, suoni e sapori d'autore" nella Città di Jacopone

Pietro

"Giulia Farnese, la Bella". Visita guidata teatralizzata al Castello Orsini

"Dirty Dancing" al Mancinelli. Atteso ritorno per la Compagnia Mastro Titta

"A spasso con ABC" per le meraviglie del Lazio. Narratori del futuro in cerca di un altro sguardo

Nuova seduta per il Consiglio Provinciale. All'ordine del giorno, scuole e strade

"Progettare in Europa". Trenta associazioni al corso di formazione del Cesvol

Nuovi orari di apertura al pubblico degli Uffici Demografici

Un libro per ricordare l'ex sindaco Palozzi, a quindici anni dalla scomparsa

Aperto un conto corrente per sostenere il restauro della Chiesa di Titignano

Al Csco inaugurato il corso per "Tecnico specializzato in accoglienza". In mostra l'arte di Fasasi

Grossi all'Unitus per "Gli usi civici nella Tuscia: la storia, il regime giuridico e l'utilizzazione economica"

E45-E55 Orte-Mestre, via all'ammodernamento delle barriere di sicurezza per oltre 78 milioni di euro

"Un pomeriggio dal dottor Cechov". Appuntamento in Biblioteca per "Libriamoci"

Verso la tariffa puntuale dei rifiuti. L'esecutivo approva il progetto di implementazione del sistema

La lotta all'ictus per tutta l'Umbria riparte da Orvieto

Il Teatro Comunale "Accademia degli Avvaloranti" alza il sipario sulla nuova stagione

Dalla Tuscia all'Amiata, fino in Val d'Orcia. Dove l'autunno si lascia gustare

Olio protagonista con "Frantoi Aperti". Fiumi di oro verde irrigano l'Umbria

La valutazione dell'annata olearia 2016, la vicinanza della Regione al comparto

Dei fiori e di ricordi

Orvieto Fc, vittoria in rosa contro Agello

"Scantinate nel borgo". Tre giorni da bere, tra cantine aperte e sapori tipici

L'Umbria da Papa Francesco. Anche San Venanzo partecipa al pellegrinaggio giubilare

La "Fiera della Castagna e dei Prodotti Tipici della Montagna" compie trent'anni

Ad Ospedaletto gli "Amici del Monte Peglia" organizzano la Fiera della Castagna

Umbria Jazz Winter, aperte le prevendite. Ecco chi arriva a fine anno

Via libera all'accordo di programma per nuovi servizi sanitari. Investimenti per oltre 33 milioni di euro

Ad Orvieto Scalo apre "Rosso Vivo". Nuova pizzeria nei locali dell'ex Coop

A cena con Paci e Ceccherini, a Porta d'Orvieto arriva "La Iena del Don Matteo"

"Tutti per uno". Pranzi e cene di solidarietà nel Lazio per ricostruire l'Alberghiero di Amatrice

Vetrya Orvieto Basket all'esordio casalingo in campionato

Manutenzione in arrivo sulle strade comunali, ecco i centri abitati e zone esterne interessate

"La salute è servita. Come è cambiata la mensa scolastica". In distribuzione l'opuscolo informativo

Gnagnarini fa chiarezza sulla situazione finanziaria del Comune

Di Girolamo ufficializza le dimissioni in Consiglio provinciale

A Caprarola via al ciclo "Esodi". Per parlare di migrazioni, accoglienza e integrazione

In basilica concerto dalla Banda Musicale della Polizia di Stato

"Lago nostro, futuro nostro". Proiezione al Museo della Navigazione delle Acque Interne

"AironeLab: adotta un laboratorio. C'è bisogno di te!"

Manutenzione stradale, presto i lavori. Approvato l'odg presentato da Luciani

Polemiche sui conguagli in bolletta, la Sii chiarisce i contorni della vicenda

Al Museo del Fiore, per imparare a costruire una mangiatoia per gli uccellini

Vendemmia amorosa

In 500 tra volontari e disabili Unitalsi per la Giornata del Malato

Due solitudini e un abito. La sartoria di Pino Strabioli e Alice Spisa convince il Mancinelli

Alzheimer: una lotta contro la disabilità. Un convegno per comprenderlo

Gli allievi dei corsi estivi ospiti a Milano della stagione concertistica di Casa Verdi

Vergaglia (M5S) interroga l'assessore su sviluppo e marketing territoriale per Bardano

Assegnato a Robert Triozzi il premio internazionale "The heart before all"

Linux Day 2014. Il 25 ottobre la giornata dedicata al software libero ed open source.

Di odio si muore tutti

Orvieto Felice e le idee nuove (nuove?) per la cultura.

Pregiudicato denunciato. In macchina aveva un coltello da 25 centimetri

Microchip gratuito per cani, l'iniziativa del Comune a favore degli amici a quattro zampe

A caccia di fantasmi nel Castello di Alviano

Il Centro di documentazione contribuisce al festival di scambio e formazione

Motori caldi per la 27esima Mostra mercato nazionale del tartufo e dei prodotti agroalimentari di qualità

Truffa dei salumi biologici, i suini macellati a Orvieto fino al 2010

L'Orvietana non regge il passo della capolista, all'Amerina i tre punti

Domenica di amarezze: il Ciconia ritrova la via della sconfitta

Riesce l'iniziativa "Puliamo la Piave", ma è polemica su un mandorlo tagliato

Grande domenica di festa per l'Orvieto Basket

Vittorio Franchetti Pardo presenta il volume "La cattedrale di Orvieto: origine e divenire. Scritti editi e inediti"

Dal Prusst 625 mila euro da destinare alla realizzazione del Parco Urbano del Paglia

Gli studenti puliscono e riscoprono un tratto della "Selciata dei Cappuccini"

In barba al commissario

Tagliare, sanare o lasciare: è il giorno dell'improrogabile Consiglio del riequilibrio. Mercoledì 20 ottobre Orvietonews.it seguirà la seduta con frequenti flash in diretta

Sul concerto anche un'interrogazione della consigliera Belcapo

Orvieto e il suo Bilancio

20 ottobre 2010 - Flash dal Consiglio Comunale. La relazione del Sindaco Concina - Disavanzo 2010 a 9 milioni e mezzo di euro da sanarsi con alienazioni. Iter ex Piave da definirsi entro il 2011. Derivati.

L'intervento del Presidente del Consiglio Comunale. Frizza annuncia il suo voto favorevole al bilancio e al documento di Concina

Gli assenti

Alcuni interventi e la replica del sindaco

Dichiarazioni di voto. Tonelli vota a favore e strappa il documento del centro sinistra. Passano le linee programmatiche 11 a 6

Flash dal Consiglio Comunale. Il Bilancio dell'assessore Romiti. Passa il Bilancio e l'anatra zoppa non c'è più

LINUX DAY 2010 - sabato 23 ottobre al Centro Studi. Linux e Scuola per un "cantiere di libera cultura"

"La serva padrona" di Giovanni Battista Pergolesi al Santa Cristina di Porano sabato 23 ottobre

"Il PDCI e il centro sinistra espellano i consiglieri favorevoli alla Giunta Concina": duro dissenso della segreteria provinciale di PRC

Ambiente. 150 studenti di Narni in visita all'Oasi di Alviano

Le linee di indirizzo per il risanamento del Comune di Orvieto

Il PD Orvieto si prepara all'espulsione di Frizza e Meffi: "Finalmente il Partito Democratico può ripartire da una base di maggiore chiarezza"

Un Assessore in mezzo ai giovani

De Sio: "La maggioranza conseguita è il frutto di un'assunzione piena di responsabilità"