politica

Il sindaco Mocio smentisce notizie di stampa circa una presunta dura critica della politica regionale in materia di Sanità

mercoledì 19 ottobre 2005
In relazione ad alcune odierne notizie di stampa riferite alle dichiarazioni del Sindaco in occasione del convegno promosso dalla CGIL di Orvieto sul tema: “I bisogni di salute nel presente e nel futuro in una società che cambia: riflessioni nel contesto Provinciale, Regionale, Nazionale” svoltosi il 14 ottobre scorso, il Sindaco, Stefano Mocio smentisce alcune dichiarazioni che gli sono state attribuite.

“Non ho mai detto che la politica sanitaria regionale è ridicola – dichiara il Sindaco Stefano Mocio – anzi, a fronte dei continui tagli portati avanti negli ultimi anni dalle varie leggi finanziarie nazionali, la Regione dell’Umbria ha condotto una politica della sanità oculata ed equilibrata, essendo una delle regioni italiane più attente ai veri bisogni sociali dei cittadini”.
“Nel convegno promosso dalla CGIL di Orvieto, a cui ho partecipato insieme ad altri relatori con ruoli di responsabilità nel campo istituzionale e non solo – precisa il Sindaco - parlando di una possibile riforma della sanità regionale ho evidenziato che, se si vuole veramente risparmiare nel futuro, serve una politica di riforma coraggiosa, e ch, quello che è stato fatto negli anni recenti, con la soppressione della sola ASL di Orvieto, non è servito a molto. Se si vuole davvero risparmiare, serve una seria riduzione di aziende sanitarie ed ospedaliere riflettendo anche accuratamente sull’opportunità di dare vita ad un consorzio unico per gli acquisti, valutandone cioè la reale convenienza”.

“Inoltre, né io come Sindaco di Orvieto, né gli altri Sindaci dell’Orvietano stiamo intraprendendo alcuna rivolta nei confronti della Direzione Generale dell’ASL n. 4 di Terni relativamente alla riorganizzazione dei servizi dell’Ospedale di Orvieto – continua il Sindaco. L’Assemblea dei Sindaci dell’Orvietano sta interloquendo con la Direzione Generale dell’ASL affinché si possa pervenire ad un efficace ed efficiente riordino del Presidio Ospedaliero, attivando parallelamente le indispensabili politiche sanitarie che attengo ai servizi del Distretto Territoriale. Nei prossimi giorni l’Assemblea dei Sindaci esprimerà un giudizio complessivo sulla proposta di riordino”.
“Di sanità è importante parlarne in termini propositivi, anche in maniera critica purché costruttiva – conclude il Sindaco – perciò non capiscono coloro che fanno di tutta l’erba un fascio, sminuendo sistematicamente il lavoro importante di tanti medici, operatori sanitari e dipendenti amministrati. Da parte nostra continueremo a lavorare in stretto rapporto con la Regione Umbria, perché tutti i livelli istituzionali devono avere un unico interesse, che è quello dei bisogni dei cittadini”.

Questa notizia è correlata a:

Qualche scintilla in Città

Commenta su Facebook

Accadeva il 17 novembre

Tanta Umbria, ancora poco Orvietano nell'Atlante dei Cammini d'Italia

Mostrare per esserci, il progetto di cartellonistica per rifondare sulla bellezza Salci

Chiusa la fase congressuale del Pd, Scopetti confermato segretario

Pendolari sul piede di guerra: "Il futuro dei treni a Orvieto e il silenzio degli amministratori"

Tari, tariffe corrette e conformi alla normativa. Creta: "Non ci sono stati errori"

L'Orvietana punta il Castel Del Piano per riscattarsi dalla sconfitta

A Magione si corre l'Individual Race Attack, tanti orvietani al via

La Filarmonica festeggia Santa Cecilia. Concerto al Teatro Concordia

Parlare di violenza sulle donne per cambiare prospettiva. In Biblioteca, tre appuntamenti

Visita Pastorale del vescovo Benedetto Tuzia. Il decreto di indizione

Alla Rocca dei Papi, conferenza sul genio di Michelangelo

"Orvieto in Philosophia". Per la città della sapienza, Festival di Filosofia in Dialogo e Decade Kantian

Confetti rossi per Alessandra Polleggioni, prima laureata in Informatica Umanistica dell'Orvietano

Scuole, Variati (Upi): "Del totale dei fondi generali solo il 14 per cento destinato alle Superiori"

Ladri in azione in pieno giorno. Paura sull’Alfina

L'Università dell'Arizona presenta il progetto del Museo Archeologico "Poggio Gramignano"

In tanti agli Stati generali della Scuola. Bartolini: "Temi vitali per il futuro dei nostri giovani"

Anas, investimenti per quasi 200 milioni di euro per servizi di progettazione definitiva e fattibilità tecnico-economica

Monte Peglia e Provincia Autonoma di Bolzano, esperienze a confronto per il riconoscimento Mab Unesco

"La Natività ad Orvieto". Decima edizione per il concorso dei presepi, come partecipare

Al Museo di Palazzo Davanzati a Firenze, si presenta il volume di Lucio Riccetti

Giornata di studio su gestione pazienti con Bpco, integrazione Ospedale-Territorio

Al Museo Emilio Greco si presenta il volume "Cristo e il potere. Teologia, antropologia e politica"

Liberati (M5S): "Alta velocità? Poco chiare le risorse, Umbria tagliata fuori dalle opportunità"

Sostanze tossiche, rischio sismico. Consegnata la diffida ai sindaci

"100 Mete d'Italia", riconoscimenti a Monteleone d'Orvieto e Civita di Bagnoregio

"Il Tabarro" di Puccini risuona al Museo della Navigazione nelle Acque Interne

La Quercia

"Non fate come me". A Caffeina Incontri, l'esordio letterario di Massimiliano Bruno