politica

I Cavajoli incontrano l'assessore Germani: problemi e possibili risoluzioni

mercoledì 21 settembre 2005
Serata impegnativa ieri sera per l’assessore Germani, che ha incontrato prima i residenti della zona della Cava e successivamente il Consiglio di zona di Sferracavallo.
L’incontro con “La Cava e i Cavajoli” era stato sollecitato da alcuni abitanti per discutere di varie necessitŕ del quartiere, tra cui quella di una regolamentazione del traffico lungo via della Cava che, pur essendo tra le piů scoscese e trafficate di Orvieto, non ha nessun dispositivo per prevenire o per punire quegli eccessi di velocitŕ che spesso si verificano. Le lamentele dei cittadini hanno riguardato una certa latitanza della polizia urbana e hanno suggerito, ad esempio, l’adozione di un autovelox.
Sul fronte delle urgenze, un altro problema fatto presente dai residenti ha riguardato le condizioni di Vicolo Malcorini, scosceso, molto stretto e dissestato, un pericolo per residenti e turisti.
Affrontato anche l’argomento della presenza dei piccioni sotto Porta Maggiore e delle ingenti perdite d’acqua che rischiano di compromettere la stabilitŕ di Porta Maggiore e della rupe sovrastante le grotte del Pozzo della Cava.
Altri problemi presentati a Germani sono stati “l’abbandono delle aree verdi” e scarso intervento per quanto riguarda la manutenzione, la pulizia e il controllo del quartiere.

L’assessore Germani, in sede di riunione, si č dapprima scusato per la mancata ripavimentazione di Piazza Malcorini, prevista per il marzo scorso, adducendo il fatto che i fondi programmati per la sistemazione di alcune piazze asfaltate del centro storico sono serviti per risolvere l’emergenza frane, e ha poi dato assicurazioni rispetto al problema dei piccioni che – ha dichiarato ad Orvietonews – “visto che i dispositivi elettrici in quell’ambito a poco servono, previo un altro passaggio con la sovrintendenza, potrebbe essere risolto con una rete”. Per quanto riguarda il problema della velocitŕ, afferma invece che, piů che con l’autovelox, si cercherŕ di risolverlo con un maggiore controllo dei vigili. Anche rispetto al problema delle perdite d’acqua l’assessore dichiara che lo si sta studiando, dato che non si tratta di un qualunque muro, ma delle mura maestre della cittŕ, che per il loro spessore e la loro monumentalitŕ pongono rilevanti problemi. “E’ chiaro – aggiunge poi rispetto al problema delle manutenzioni e della pulizia – che la Piazza del Duomo viene pulita tutti i giorni e il quartiere medievale, per ovvi motivi di turnazione e utilizzazione del personale, due volte a settimana, ma non ci sembra che sia abbandonato”.

Nel corso della riunione gli operatori della via hanno lamentato un sempre maggior spostamento dei flussi turistici verso Piazza Cahen, con l’esclusione del quartiere medievale “che costituisce – comunicano - la parte piů antica e piů vera della cittŕ, e quindi piů adatta a stimolare l’immaginario e a coinvolgere un turista che non sia quello del mordi-e-fuggi a cui Orvieto sembra inequivocabilmente ed inesorabilmente destinata”. D’altra parte, secondo l’assessore, gli autobus non possono che arrivare dal versante di Piazza Cahen e, il quartiere medievale, deve poter attrarre con altre e diverse possibilitŕ, come la Mostra su Arnolfo di Cambio che si sta facendo a Sant’Agostino in questo momento o altre iniziative e potenzialitŕ da prevedere. Secondo l’assessore Germani un ruolo potrebbe essere in tal senso giocato anche dallo spazio verde sotto San Giovenale che l’impresa incaricata dei lavori sulla rupe ha riconsegnato, e che potrebbe diventare uno spazio verde-anfiteatro per alcune iniziative che possano vivacizzare il quartiere.

Altra richiesta, una migliore segnalazione della Cittŕ alla rotatoria di Orvieto Scalo e una migliore segnaletica per il parcheggio coperto che su alcune insegne č chiamato “Campo della Fiera”, su altre “Ex Campo della Fiera”, su altre ancora “Foro Boario”, per non essere infine chiamato in nessun modo quando ci si approssima al suo ingresso.

L’Associazione Culturale per la tutela e la valorizzazione della Cava, nel ringraziare l’assessore per la disponibilitŕ accordata, ribadisce la propria volontŕ a collaborare vigilando sia sugli impegni presi, sia su altre necessitŕ in merito alle quali non ci sono ancora prese di posizione ufficiali da parte della Amministrazione.

Commenta su Facebook

Accadeva il 20 febbraio

"Tuscia Etruria". Presentata la guida ai sapori e ai piaceri di Repubblica

Orvieto ai Campionati della Cucina Italiana, medaglia di bronzo per Consuelo Caiello e Angelo D'Acquisto

Al Teatro Santa Cristina, è di scena "Riccardo (Lunga Vita al Re)"

Tre ori per Emanuela Marchini ai campionati di nuoto FISDIR

Sentenza del Tar, incontro pubblico con i cittadini

Di fiori e di altri profumi

Musica e solidarietà in Carcere, con il concerto dei Maleminore

Cresce la richiesta per gli asili nido, liste d'attesa in aumento

Cala la popolazione, cala il numero delle pratiche

Una Zambelli Orvieto carica e determinata si reca alla corte del Chieri

"Alba Etrusca" al Museo "Claudio Faina". In mostra le pitture di Renato Ferretti

Il Comune annuncia l'arrivo della carta d'identità elettronica

Il vino è condivisione, gemellaggio tra "Wine Show" e "Due Mari WineFest"

Salto con l'asta, Eugenio Ceban (Libertas Orvieto) torna a volare ai Campionati italiani assoluti

"Il Forno" presenta "Due", il nuovo libro di Carlo Pellegrini

Riaperta al culto la chiesa parrocchiale di San Pancrazio

"Croce e delizia, signora mia", l'omaggio a Verdi di Simona Marchini

"Il Liceo Artistico non è merce politica di scambio"

Dopo "Frammenti d'un mosaicista morto dal freddo", "Inseguivo il vento pei campi"

A 12 anni dalla morte, i genitori di Luca Coscioni depositano il loro biotestamento ad Orvieto

La chiesa di San Pietro è di proprietà comunale. Grassotti: "Fatta luce dopo anni di incertezza"

"Orvieto in Danza". Prima rassegna nazionale al Teatro Mancinelli

Ferretti, Vezzosi e Bonifazi in cima alle classifiche 2017. Ricco di aspettative il 2018

Centro Congressi, incontro sul futuro del turismo congressuale a Orvieto

I tesori di Campo della Fiera in mostra in Lussemburgo

Luci spente e camminate per "M'illumino di meno 2018"

La Uil fa rete e si mobilita per i territori tagliati fuori dall'Alta Velocità