politica

ParteciPAttivo: approvato il progetto della nuova “cittadinanza digitale” in Umbria

mercoledì 23 marzo 2005
Prende le mosse da una vincente collaborazione tra Giunta, Consiglio Regionale e Consorzio SIR Umbria il processo di avvio della nuova cittadinanza digitale (e-democracy) che andrà a definire una vera e propria “rete tecno-sociale” necessaria per l’accesso alle opportunità dello sviluppo della nostra Regione. Si tratta del progetto ParteciPAttivo, attraverso il quale i cittadini ed il mondo dell’associazionismo assumeranno sempre di più un ruolo da protagonisti nella vita politica e pubblica in generale, che è risultato sesto nella graduatoria nazionale dei 129 progetti presentati.
Sono stati approvati anche gli altri due progetti presentati all’avviso per l’e-democracy, in particolare il Comune di Gubbio con il progetto Sistema Città (trentacinquesimo)ed i Comuni di Terni, Spoleto e Perugia con il progetto e_demps coordinato dal Comune di Pesaro (tredicesimo). A livello di coinvolgimento istituzionale, il progetto ParteciPAttivo si inserisce strategicamente nell’ambito del “Patto per lo Sviluppo dell’Umbria”, ponendosi quindi come ulteriore strumento direttamente a disposizione dell’ampio partenariato e dei tavoli tematici già costituiti per il Patto.
Dal punto di vista tecnologico, il progetto si inserisce organicamente nel quadro del multiprogetto “e-Gov Umbria” presentato, cofinanziato ed in fase di realizzazione, attraverso il coordinamento degli Enti Regionali svolto dal Consorzio SIR Umbria, nell’ambito del primo bando di e-government.

e-democracy nel senso che essere cittadini nella società dell'informazione non significa solo poter accedere ai servizi di una pubblica amministrazione locale più efficiente, capace di disegnare i propri servizi sui bisogni degli utilizzatori, ma anche poter partecipare in modo nuovo alla vita delle istituzioni politiche, tenendo conto della trasformazione in atto nelle relazioni fra attori pubblici e privati: in questo senso le nuove tecnologie possono essere utilizzate al fine di rimuovere o ridurre gli ostacoli ed i vincoli alla partecipazione.
Il progetto ParteciPAttivo punta dunque a realizzare una piattaforma per la governance on line dei processi di partecipazione e trasparenza dell’insieme degli Enti Locali della Regione Umbria. Il sistema si propone infatti di raccogliere e coordinare le informazioni (delibere, atti, bandi, procedimenti, comunicati stampa, opportunità, eventi, notizie) originate dalle “fonti istituzionali” e già presenti presso i singoli enti, ma spesso non ancora in rete.
Questa base trasparente di conoscenza verrà arricchita dalle informazioni provenienti dallo stesso cittadino e dalle associazioni di interessi che diventano quindi “soggetti attivi”, protagonisti della vita pubblica.
Il sistema fornirà al cittadino strumenti per essere informato tempestivamente sui processi in atto, chiedere spiegazioni e fornire osservazioni ottenendo risposte pubbliche, assumere un ruolo attivo fornendo informazioni in aree tematiche di discussione a commento moderato, partecipare attivamente ai processi di monitoraggio/valutazione degli interventi anche tramite strumenti di sondaggio e voto on line.
Rafforzare i processi di integrazione ed inclusione sociale attraverso le nuove tecnologie significa raggiungere un obiettivo di fondamentale importanza per lo sviluppo della nostra realtà regionale: recuperare un senso d’appartenenza e di fidelizzazione con il contesto territoriale ed istituzionale non solo attraverso una sempre più efficace inclusione sociale, ottenuta mediante un migliore accesso all’informazione, al coinvolgimento nel processo decisionale, alla lotta al digital divide, ma anche un’efficiente riorganizzazione gestionale della pubblica amministrazione locale.

Commenta su Facebook