politica

Cimicchi: "Niente rifiuti". Il Tg1: "Arriveranno ad Orvieto".

mercoledì 24 marzo 2004

Un binomio quanto mai attuale quello tra immondizia e politica. Ad Orvieto le due cose si sommano e, soprattutto, stanno caratterizzando la vita pubblica tanto più adesso che la campagna elettorale entra nel vivo ed è comunque fortemente condizionata dalla questione - discarica. Innanzitutto perchè la giunta comunale ha  annunciato di voler chiudere le porte di fronte all'ennesima emergenza Campania anche come forma di "ritorsione" contro i Ds perugini che hanno fatto di tutto per far decare la possibile candidatura Carpinelli (notizie più precise su tale questione ci saranno comunque nelle prossime ore ndr.), ma anche perchè si tratta di un argomento che le opposizioni hanno intenzione di cavalcare contro la politica ambientale della maggioranza.

"Non esiste alcuna ipotesi che i rifiuti di Napoli possano arrivare qui anche perchè l'impianto non potrebbe trattare altre quantità di quelle attuali - dice Cimicchi - per quanto riguarda invece la campagna che sta conducendo Conticeli, voglio precisare che si tratta di un'iniziativa del tutto demagogica e fondata sul nulla". Conticelli ha promosso una petizione contro l'uso definito "intensivo" della discarica. Nel frattempo, nell'edizione di ieri sera, il Tg1 ha annunciato che i rifuti partenopei saranno smaltiti proprio ad Orvieto. Un'eventualità che ha spinto diversi militanti di Alleanza Nazionale ad attivarsi per porre in essere clamorose iniziative di protesta come l'occupazione della strada che  conduce alla discarica.

Commenta su Facebook