politica

"L'assessore Petrangeli ha un grave conflitto d'interessi"

martedì 21 ottobre 2003

L'assessore alla Cultura Enrico Petrangeli cumula su di sè troppe cariche, in sostanza ha un conflitto d'interessi che lo rende al tempo stesso controllore e controllato da sè stesso. Ad afferrmarlo è un comunicato di Alleanza Nazionale con il quale si attacca duramente la duplicazione di incarichi di Petrangeli, in particolare per quanto riguarda il suo ruolo di assessore e di presidente dell'associazione TeMa che gestisce il teatro Mancinelli.  "Questo doppio ruolo deve essere dibattuto una volta per tutte - afferma An - il cumulo di cariche oltre a risultare difficilmente digeribile alla cittadinanza, soprattutto per ciò che riguarda il sommarsi delle indennità, deve far riflettere seriamente in merito alle azioni di controllo. In qualità di membro della giunta, può decidere quale livello di finanziamenti assegnare all'associazione TeMa di cui è contestualmente presidente.

 Lungi da noi affermare che vi siano violazioni di legge, ma l'assessore si trova contemporaneamente a ricoprire l'incarico di controllore e di controllato - afferma una nota del partito - come membro della giunta si trova a controllare e a decidere dei finanziamenti a favore dell'associazione da lui presieduta". Secondo An la questione pone anche il problema del cumulo delle indennità dell'assessore oltre a quello della "concentrazione della cosa pubblica in pochissime mani che denota la volontà della sinistra di concentrare su pochissime persone la gestione della cosa pubblica, in barba alle normali logiche della democrazia e della trasparenza amministrativa".


Questa notizia è correlata a:

Commenta su Facebook

Accadeva il 19 gennaio