politica

Non si ricompone la frattura tra gli azzurri

lunedì 26 maggio 2003
Il nuovo cordinatore di Forza Italia Antonio Barberani dovrà fare i conti con un partito diviso, almeno in questi primi mesi. Anche se Barberani ha annunciato di voler ricucire i rapporti con i dirigenti che si accingono a confluire nell'associazione politica Forza Orvieto, i suoi interlocutori non hanno dimostrato ancora alcuna volontà di mantenere rapporti con il nuovo gruppo che controlla il partito.

La situazione di conflittualità è dunque destinata a protrarsi ancora per qualche tempo. Dando un'occhiata alle cifre, si nota come per Barberani abbiano votato una novantina di persone su circa duecento iscritti. Un dato numerico che sembra delinerare uno scenario di perfetta suddivisione delle forze in campo e che rappresenta anche un elemento di preoccupazione per i nuovi dirigenti azzurri nel caso in cui la metà degli iscritti decidano di confluire nell'associazione che si riconosce in Romolo Pelliccia, Renato Gribaudo, Lucio Riccetti ed altri ex appartenenti alla segreteria.

Barberani: diritto al voto lo avevano in 161


Questa notizia è correlata a:

Commenta su Facebook