politica

Le chance della Stella e la crisi del centrodestra. I socialisti spaccano la Cdl. Forza Italia vittima dei "guastatori".

martedì 18 febbraio 2003
Un esponente di spicco del centrosinistra orvietano fotografa con questa battuta la posizione politica di Loriana Stella e le sue effettive chance di scalare il palazzo comunale dopo aver ottenuto consensi maggiorati all'interno del partito: "La Stella sarebbe una candidata fortissima.

Forse la migliore che potrebbero mettere in campi i Ds. Di certo sarebbe un personaggio quasi impossibile da battere. Il suo ostacolo maggiore non è solo legato agli accordi generali della coalizione, ma anche al fatto che purtroppo per lei non c'è in vista un congresso del partito grazie al quale ottenere un consenso generalizzato.

Per questo motivo - continua il nostro interlocutore - ritengo che avrà grosse difficoltà ad imporre il suo nome nel caso in cui i Ds avranno la candidatura. Non si deve nemmeno dimenticare che lei, nel passato congresso, era la portabandiera della linea fassiniana che è risultata quella minoritaria".

Se il centrosinistra avrà da sfogliare una "margherita" quanto mai composita di possibili candidature, la situazione nello schieramento opposto è ancora indefinita. Dopo essersi sentito rispondere un secco "No, grazie" alla sua proposta di affidare la leadership della Casa delle Libertà a Maurizio Conticelli, adesso il capo umbro dei socialisti italiano Stefano Moretti afferma di volersi staccare dal centrodestra ed andare per conto suo.

Un grattacapo in piu' per una Casa delle Libertà che deve fare ancora i conti con la "zavorra" politica di una Forza Italia dilaniata da scontri, rivalità, gelosie e ripicche interne. Il centrodestra appare insomma paralizzato e, soprattuto, privo di una o due idee guida forti sulle quale poter abbozzare un progetto di governo cittadino alternativo a quello della sinistra.
La situazione piu' allarmante si registra proprio dentro Forza Italia dove un manipolo di iscritti continua la propria battaglia contro il coordinatore ricorrendo a pressioni sui dirigenti di alto livello e a raccolte di firme. Un clima che crea fibrillazione ed instabilità all'interno del partito.

Questa notizia è correlata a:

Stefano Mocio si prepara a succedere a Cimicchi

Commenta su Facebook

Accadeva il 19 dicembre

Auguri in versi di Buone Feste dall'Unitre Orvieto

La sabbia, amore mio

I cigni

Noi ci svegliammo piangendo

Tra democrazia e demagogia

Zambelli Orvieto sensazionale, batte Ravenna ed è prima

L'Orvietana vince col Clitunno e mantiene il passo

Lucio Dragoni è il nuovo allenatore giallorosso. "Uomo di calcio e Maestro di calcio"

Con le corde, dentro il Pozzo della Cava, per il nuovo presepe-evento: "I Quaranta Giorni"

Sisma, firmata la convenzione Regione-Comuni. Si avvia l'Ufficio speciale per la ricostruzione

Ammissione ai collegi del mondo unito, riaperto il bando selezioneper gli studenti dei Comuni colpiti dal sisma

Castello di Alviano aperto per le feste. Visite al maniero e ai musei che ospita

Uisp Orvieto Medio Tevere, elogio ai giovani ambasciatori dello sport orvietano

L'Avis dona fondi per acquistare uno scuolabus per i bambini di Preci

A Perugia incontro pubblico su fare libri e lettori

Cespuglio di more

Verso le elezioni, due candidati per la presidenza. Tre liste per il consiglio provinciale

Ascensori di Via Ripa Medici in manutenzione, navetta sostitutiva fino a venerdì

I Borghi più belli dell'Umbria discutono di temi e progetti di sviluppo turistico

Lo Sportello del Consumatore, riflessioni su presente e futuro del servizio

La TeMa si aggiudica il bando Psr per sviluppo e commercializzazione del turismo

"Capodanno in Famiglia" al Santuario dell'Amore Misericordioso

L'Università della Tuscia è il primo Ateneo statale del Lazio e il settimo del Centro Italia per la qualità della ricerca