politica

"Faremo ricorso al Tar contro l'area artigianale"

lunedì 13 gennaio 2003
Continua la polemica innescata dall'opposizione contro il progetto varato dalla giunta del sindaco Enrico Brugnoli si spostare la zona artigianale. Vi proponiamo il testo del comunicato inviato da Gisleno Breccia alla nostra redazione:

L’amministrazione comunale di Porano è accusata dall’opposizione di violare platealmente l’obbligo di promuovere lo sviluppo della comunità locale, come testualmente impone la legge. Il trasferimento della zona per insediamenti produttivi (commercio, artigianato e piccola industria) dalle vicinanze della strada statale Umbro-Casentinese alla periferia di Porano è, a parere dell’opposizione, un controsenso economico e urbanistico. Viene castrata la possibilità per la comunità di Porano di un effettivo sviluppo produttivo, che è possibile solo utlizzando un flusso di traffico adeguato.

Infatti la porzione di territorio poranese prossimo alla s.s. Umbro-Casentinese è l’unica ben collegata con gli insediamenti produttivi di Orvieto, Montefiascone e Acquapendente. Il trasferimento dell’area per insediamenti produttivi nella periferia di Porano rivela platealmente che l’obbiettivo dell’amministrazione comunale non è lo sviluppo, ma la creazione surrettizia di una zona di espansione residenziale spacciata per zona produttiva. Infatti sono previsti piccoli lotti, residenze per gli addetti e, ad abundantiam, anche rimesse, scuderie e stalle (a 60 metri dall’abitato!). Inoltre, sebbene l’amministrazione comunale dica il contrario, la nuova area è soggetta a vincolo idrogeologico e non sono state effettuate specifiche e preventive indagini geologiche, morfologiche e idrauliche. La minoranza sostiene che il decollo della zona per insediamenti produttivi presso la strada statale non è stato certo incoraggiato dall’amministrazione comunale, che non ha messo in campo tutte le iniziative necessarie per verificare la disponibilità di aziende locali e non all’insediamento in tale zona. Anzi, una interrogazione della minoranza per fare chiarezza sulla questione ha ricevuto dall’assessore al ramo una risposta evasiva. La minoranza si opporrà ad oltranza contro lo spostamento della zona per insediamenti produttivi, oggetto di variante urbanistica adottata dal consiglio comunale e in corso di pubblicazione. Si preannunciano varie osservazioni e opposizioni che, se saranno disattese dalla maggioranza, provocheranno più di un ricorso al tribunale amministrativo.

Commenta su Facebook