politica

Il coraggio di Luca

venerdì 19 aprile 2002
Il presidente dei Radicali non assumerà piu' i farmaci che gli sono indispensabili per alleviare in parte il dolore lancinante causato dalla sclerosi laterale amiotrofica. La decisione è stata assunta per solidarietà con Marco Pannella che sta attuando lo sciopero della sete per protestare contro i gravi ritardi del Parlamento nel nominare i due membri della Corte Costituzionale che garantirebbero la piena funzionalità della Consulta. Luca Coscioni si trova in un ospedale di Torino per un intervento particolarmente delicato. I farmaci in questione vengono assunti per ridurre gli effetti prodotti dalla progresiva contrazione dei muscoli, uno degli effetti piu' caratterizzanti e devastanti della sclerosi.

Commenta su Facebook