politica

500 orvietani a Roma per ricordare Marco Biagi e contestare Berlusconi

venerdì 22 marzo 2002
Aumentano a dismisura gli orvietani che domani saranno a Roma per manifestare contro il governo e contro il terrorismo, a seguito dell'omicidio di Marco Biagi. La CGIL fa sapere che i pullman sono stati portati da 5 a 8 per soddisfare le numerosissime adesioni, inoltre altre 100 persone raggiungeranno la capitale in Treno. In totale saranno 500 manifestanti, una cifra mai raggiunta per manifestazioni di questo genere. La CGIL di Orvieto esprimerà il proprio cordoglio alla famiglia Biagi con uno striscione listato a lutto di 50 metri di lunghezza con sopra scritto: DIGNITA', DIRITTI E LIBERTA'. La Libertà in questione è quella contro ogni forma di terrorismo, a prescindere da ogni idea politica. Contro il governo Berlusconi gli orvietani contesteranno la riforma sull'articolo 18 e sulla riforma scolastica della Moratti.

Commenta su Facebook