opinioni

Desdemona

giovedì 7 novembre 2019
di Fausto Cerulli
Desdemona

Non di te ero geloso ma del mio essere
antico quercia dai rami nodosi
pelle di cera nera anche  il sole
di Cipro isola cara agli dei e tu
mi hai voluto cristiano, mi hai redento
con astute lusinghe, e mi sono
sentito perso in una nuova luce
che svelava il tuo volto troppo
pallido il tuo seno accarezzato
da troppe mani nella mia
fantasia morbosa. Io in te
ho ucciso la paura di perderti
e ti ho fatta santa.

Commenta su Facebook