opinioni

Tetuan

martedì 5 novembre 2019
di Fausto Cerulli
Tetuan

Scrivo, dunque non mi ha rapito ancora
nostra sorella morte corporale, due fili
mi trattengono in vita, tecnica ed erotismo
e quando muore un amico, suscita
in me arcana meraviglia che non abbiano
a spezzarsi quei fili e siamo dunque
tutti sopravvissuti. Superstiti di qualche
guerra spaventosa. Le troppe morti
pesano sulla mia strana vita, eppure
lei che attende sulla porta di,
lasciate ogni speranza voi che
varcate questa soglia scivolosa,
è fatta di speranza, occhi
brillanti, zigomi aspri, e un seno
acerbo di fanciulla. Ma se lei scompare
subitamente come apparve,
fiore di Tetuan, che cosa resta
che sia degno? Che cosa maledetta?

Commenta su Facebook