opinioni

Gli orvietani al voto alle prossime comunali

domenica 2 dicembre 2018
di Massimo Gnagnarini, ex assessore al bilancio
Gli orvietani al voto alle prossime comunali

A sei mesi dal Contratto nazionale di governo la vorace competizione per il potere unisce gli uni contro gli altri entrambi irrisi nella bolla di una fraudolenta e cinica devozione al potere sovrano del popolo. Se è impossibile sapere come finirà la tragica farsa della manovra con tanto di dileggio verso i competenti da parte dei nulla sapienti sappiamo, però, che anche una stagione breve può portare grandi danni.

Tra meno di sei mesi si vota per il Comune e allora ai voglia a dire che le elezioni amministrative sono un'altra cosa, l'elettore va sempre dove lo porta il cuore e il cuore si non ha bisogno di pensare. Dubito che a primavera prossima il gradimento verso Lega e 5S si mantenga ai livelli attuali, ma ho meno dubbi nel pensare che non assisteremo affatto a un automatico riflusso dell'elettorato verso il PD.

E questo è il punto. Il PD come partito a vocazione maggioritaria è scomparso non a marzo del 2018 ma nel marzo del 2017 a seguito dell'esito del referendum che bocciò la Riforma Costituzionale. Non si è trattato di un semplice incidente di percorso della brillante leadership di Matteo Renzi, ma di un risultato che ha cancellato la ragione fondante di quel Partito che definendosi a vocazione maggioritaria aveva, per statuto, l'ambizione di riunire tutti i democratici, i liberali, i comitati civici e la galassia della sinistra italiana.Inutili si sono dimostrati, dopo il varo di una legge elettorale proporzionale, i tentativi di alimentare artificialmente un'area di centrosinistra piddicentrica ormai distrutta o cooptata attraverso la partenogenesi di formazioni politiche fiancheggiatrici rabberciate all'ultimo minuto beneficiarie con riserva di qualche poltrona in parlamento a favore dei soliti “culi” eccellenti.

Paradossalmente la forza del PD è stata ed è inversamente proporzionale alla capacità di rappresentanza delle forze cosiddette di sistema che costituiscono certamente i riferimento per la maggioranza degli italiani. Ergo se il PD si scioglierà , comprendendo la fine di un ciclo come fece la DC nel 1993, allora un “centrosinistra” europeista , liberale e progressista potrà riappropiarsi del destino comune offrendo alle nuove generazioni una prateria per coltivare l'alternativa al populismo sovranista e nichilista dilagante a Orvieto come in Europa e soprattutto a beneficio di buona parte di quella maggioranza silenziosa , quasi la metà degli italiani, che da anni non vota più.

In questo quadro gli orvietani il 26 maggio prossimo sceglieranno il loro Sindaco e la squadra di governo cui affidare le sorti della città. Lo strumento sarà un fiorire di liste civiche e indipendenti. Germani e la sua squadra hanno fatto bene perché , dopo anni di immobilismo sia di sinistra che di destra e dopo anni di abbandono della cultura del fare sacrificata al benaltrismo di comodo o all'analisi infinita, sono state compiute scelte comprendendo, finalmente, che amministrare la città non è come scrivere su un foglio le cose migliori da fare, ma per lo più, è scegliere di fare quelle possibili. Infatti per quanto alte e ambiziose siano le aspettative di una comunità locale è solo la loro sostenibilità finanziaria a renderle possibili.

Questa verità incontrovertibile ha caratterizzato, con il successo ottenuto attraverso il risanamento finanziario dell'Ente, il Germani 1.0 . Non so se ci sarà un Germani 2.0, ma so che la strada da seguire è quella già intrapresa.  

Commenta su Facebook

Accadeva il 14 dicembre

Con "Loading Umbria" i luoghi della cultura diventano location per videogame

San Venanzo investe in servizi, infrastrutture, cultura e attrattività turistica

Giornata Garibaldina in ricordo di Roberto e Florindo Dimiziani

La Zambelli Orvieto si esalta e batte Ravenna

"Si Fa Natale" nella Chiesa di Santa Maria Assunta. Rassegna corale dedicata al M° Maria Santa Rosiello

"Ripartiamo dal basso, risolleviamo l'ex Caserma Piave"

Avvocati e commercialisti lanciano l'allarme sulle sorti del tribunale

Da Forza Italia, "ancora nuove proposte per la nostra idea di città"

Marina Massironi porta al Teatro Secci "Ma che razza di Otello?"

Tradizione, musica e teatro per accendere "La Magia del Natale"

In tutti gli uffici postali della provincia, scatta il "Mese della Prevenzione"

Celebrato il "Natale del Soldato" alla Caserma "Nino Bixio"

Dedicato ai piccoli borghi umbri più belli il Calendario 2018 di Villa Umbra

"Fai centro nella storia", così i più piccoli portano in scena il Medioevo

"Sonorità Antiche. Concerto di fine anno con gli Etruschi" a Palazzo della Corgna

Monica Paparelli, nuova consigliera di parità della Regione Umbria

Consulta per il sociale, Tomassoli: "Non servono i titoli, basta onestà e buona volontà"

"Natale in Musica" con la Camerata Polifonica Viterbese "Zeno Scipioni"

Contrasto al gioco d'azzardo, l'Osservatorio nazionale promuove l'Umbria

Natale in fabbrica, nelle scuole e alla mensa di San Valentino

Gianni Minà all'inaugurazione dell'anno accademico dell'Istituto Universitario Progetto Uomo

"Alla scoperta di Viterbo immersi nel mondo fatato di Babbo Natale"

"Natale sicuro". La Guardia di Finanza sequestra oltre 11.000 prodotti

"OrvietoJazzPortrait", la mostra che ripercorre 25 anni di Umbria Jazz Winter

Nuova donazione dell'associazione onlus Le note di Fra'

Arriva la videosorveglianza. Iniziata l'installazione delle videocamere ai piedi della Rupe

Nuovo inquilino nel "condominio culturale" di Palazzo dei Sette. Si inaugura la sede Cittaslow International

Terza edizione per "Voci d'Inverno". Concerto di fine anno per "Omphalos Voices"

"SOS Rosarno". L'appuntamento per ripartire dalle arance bio-solidali

Si presenta il libro "Da Cellere a Capalbio. Fatti e misfatti del brigante Domenico Tiburzi"

"...un Canto vien dal Ciel...". Dodicesima edizione per la rassegna di corali polifoniche

Carta Tutto Treno. Federconsumatori: "La Regione è latitante"

"Un efficace servizio a tutela dei cittadini". Orvietano più sicuro grazie ad Alert System

Susanna Tamaro si fa ambasciatrice per Orvieto. "Svegliati, bella addormentata"

Cerimonia di consegna delle lauree 110 e lode all'Università della Tuscia

Monte Landro, dopo gli scavi continuano gli studi sui reperti

Francigena, Appia Antica, Romea Germanica. Tra pellegrini e moderni viandanti

Sognare colombe e lei

L'Istituto "Dalla Chiesa" presenta il progetto "Custodire la terra, coltivare l'umanità"

Sisma, presentato il calendario 2017 di Norcia. "Stimolo a lavorare ogni giorno per la rapida ricostruzione"

Massimo Ghini in scena al Teatro Mancinelli con "Un'ora di tranquillità"

Vetrya Orvieto Basket a Foligno per il recupero della terza giornata

Opposizione all'attacco: "La crisi politica di maggioranza deve arrivare in consiglio comunale"

In distribuzione "L'Orvietan". Quanta storia ritrovata dentro quella bottiglia

La libero Giulia Rocchi tiene alta la guardia alla Zambelli Orvieto

"Il volontariato degli anziani nei Comuni umbri, un patrimonio da difendere"

Roberto Colonnelli presenta il libro di poesie "Ogni stella ha il suo perché"

Sì della giunta al progetto per riqualificare la Strada di Pievelunga

Ai nastri di partenza la terza edizione di "Bookiamo lo schermo"

L'invito del sindaco Ciardo: "Venite a farvi un selfie natalizio sotto il Castello di Bartolomeo"

Jonathan Doria Pamphili dona al Comune una foto dell'antico affresco del Castello

Tra danza e musica, al Boni arrivano "Cappuccetto Rosso" e i Solisti dell'Umbria

"Natività Contemporanee" all'Antiquarium di Tenaglie

Note di Natale apre il calendario di "Natale in Musica"

Nella Chiesa di S.Maria Assunta, 11esima edizione della rassegna "Un canto vien dal Ciel"

Presentato il progetto "I sentieri del Perugino nelle terre del Marchese"

Paolo Maurizio Talanti rappresenta l'Istituto nazionale di urbanistica al summit delle città antiche cinesi