opinioni

Sulla nostra pelle

mercoledì 7 novembre 2018
di Fausto Cerulli
Sulla nostra pelle

Il film di Alessio Cremonini "Sulla mia pelle", che racconta lo strazio cui fu sottoposto Stefano Cucchi prima di morirne, è un terribile atto di accusa contro questo Stato crudele e cialtrone. Giustamente Ilaria cerca di farlo vedere dovunque, perché tutti conoscano uno Stato che fino all’ultimo, con depistaggi superati solo da quelli che ancora oggi coprono i responsabili della strage di Piazza Fontana o di quella di Bologna, ha cercato di coprire chi ha mandato a morte suo fratello Stefano. E lei stessa cerca di essere presente ad ogni proiezione, con il suo volto che sembra ancora segnato da quella morte, e dalla rabbia cocciuta con cui ha cercato di stanare, nonostante i depistaggi, i responsabili di quell’orrendo mortale strazio.

La battaglia di Ilaria sembra ora vinta, con il rinvio a giudizio di due carabinieri. Ma Ilaria è convinta, o deve esserlo, che la battaglia non è ancora finita. I due carabinieri sono accusati di semplice, per così dire, omicidio preterintenzionale: il che significa che, secondo i magistrati della Procura non avrebbero avuto intenzione di uccidere Stefano, ma soltanto quella di infierire sul suo corpo, esagerando magari nel selvaggio pestaggio. Anche uno studente del primo anno di Giurisprudenza sa o dovrebbe sapere che l’omicidio preterintenzionale non è molto grave, e che la pena prevista  per tale reato è quasi simile a quella prevista per un omicidio colposo. Il che significa che con ogni probabilità, terminati i tre gradi di giurisdizione, i due carabinieri felloni saranno assolti per la famigerata prescrizione.

A meno che i due picchiatori non  ricorrano al cosiddetto patteggiamento: nel qual caso potrebbero  essere condannati al massimo a due anni di reclusione con la sospensione condizionale della pena. L’unica speranza di vederli finire in carcere sta in una eventuale decisione del giudicante di cambiare in corso di causa l’imputazione in quella di omicidio volontario o di delitto con dolo eventuale, che ricorre quando gli imputati, pur non volendo uccidere, hanno avuto coscienza della possibilità che il loro comportamento potesse causare la morte della persona sottoposta a pestaggio, e ciò nonostante non hanno desistito dal loro infame comportamento.

Ma la possibilità che il capo di imputazione possa essere modificato “in peius” nel corso del dibattimento è davvero molto rara, e sarebbe una sorta di miracolo in questo Paese disgraziato dove un uomo in divisa conta più di quattro senza divisa. Chi glielo fa fare, al giudice giudicante, di modificare il capo di imputazione? Con il rischio di essere messo all’indice e di sciuparsi la carriera...

Ovviamente esistono giudici coraggiosi come esistono carabinieri rispettosi dei diritti umani, anche quando si trovassero di fronte un drogato, magari anche spacciatore, come sembra essere stato Stefano. In Italia, almeno per ora, non esiste la pena di morte per chi si droga o spaccia. E il reato di tortura, faticosamente inserito nel nostro codice penale, che risale al tempo del fascismo e che nessun partito politico ha il coraggio di cancellare o almeno di riformare. Si tratta di materia scottante, del tipo chea chi tocca i fili muore, e nessun governo vuole morire. Ilaria è una donna coraggiosa: la sua incrollabile ricerca della verità merita tutta la nostra solidarietà e il nostro affetto. E i suoi avvocati hanno saputo dimostrare chbe non tutti gli avvocati sono pavidi ed avidi.

Ma la vittoria di Ilaria, con tutto il rispetto per chi ha seguito ed aiutato la sua implacabile battaglia, combattuta non solo per Stefano ma per tutte le vittime di questo Stato imbelle e complice, rischia di essere una vittoria di Pirro. E ad Ilaria converrebbe rivolgersi alla Corte Europea per i diritti dell’uomo. Una Corte che, nonostante la Merkel e Macron, dimostra talvolta che esiste un giudice giusto a Strasburgo.

Commenta su Facebook

Accadeva il 16 gennaio

In cammino nei luoghi e nella storia del Monte Peglia, candidato a Riserva Mab Unesco

Orvietano e Alfina nel primo Elenco degli Alberi Monumentali d'Italia

Ai piedi della Rupe il calore del Presepe ha fatto germogliare i semi dei grani antichi

Nuovi furti ai piedi della Rupe. Vertice del Comitato per l'ordine e la sicurezza

Animali benedetti a Ciconia e Bardano Alto nel nome di Sant'Antonio Abate

Social, sono le mamme il punto di riferimento delle pagine delle scuole viterbesi

Zambelli Orvieto nella tana del fanalino di coda Caserta

Trasporto scolastico, oltre 1,1 milioni di euro all'Umbria per i disabili delle superiori

"Un mondo di fiabe", letture ad alta voce alla Scuola Primaria

Rassicurazioni e risorse umane in arrivo per la Biglietteria della Stazione

Open Day alla Sezione Primavera e Scuola dell'Infanzia "Maria Bambina"

Ex Ospedale, in pubblicazione l'avviso di asta pubblica

Per il nuovo anno scolastico, a Ciconia nuova sede, nuovo orario

Nuovo Open Day all'Istituto Agrario. Il futuro è agricoltura e ambiente

Trasferta sarda per Monteleone, Livia Di Schino intervista Sergio Brio

Viperette di nuovo in campo con le Seven Pellegrins

Ritardi dei pagamenti Agea, le associazioni agricole e le centrali cooperative scrivono alla Regione

Gestione privata per l'illuminazione pubblica

Computer

Aiuto psiconcologico e cure palliative, firmata la convenzione tra OCC e Ausl Umbria 2

Fare Verde: "Bene il provvedimento antiplastica, siano i cittadini i veri protagonisti"

"Ogni maledetto giovedì" tornano i film di "Sequenze Frequenze"

Arriva il lunch box, nelle mense scolastiche si producono meno rifiuti

Morrano piange il parroco emerito don Ercole Plini

Differenziata, sacchetti dell'organico in distribuzione anche nelle frazioni

Tra animali benedetti e sacri fuochi, gli eventi nel nome di Sant'Antonio Abate

Una Vetrya Orvieto basket decimata torna a mani vuote da Assisi

"Degrado, abbandono e irregolarità". All'Ipsia e all'Artistico esplode la polemica

Terza edizione del Concorso di Poesia e Narrativa "Saverio Marinelli"

Scatta il senso unico alternato sulla strada provinciale 33

Provincia, guasto a sistemi informatici: entro la settimana ripristino strumentazioni

Fiocchi di neve sull'Orvietano. Pericolo ghiaccio: circoli stradali in pre allerta

L'appello dell’Avis fa centro: 153 donazioni in 4 giorni, ma è ancora emergenza

"Bravi emigrati, cattivi immigrati. Storie di Migrazioni da Ellis Island a Lampedusa"

Castel Viscardo e Allerona verso la valorizzazione delle produzioni agricole locali

"Il ruolo degli amministratori nel percorso riformista dell'Umbria, della Provincia e del Paese"

"Flussi migratori e gestione dell'emergenza migranti". De Angelis alla Scuola Sottufficiali dell'Esercito

Pensieri pensabili tra le nuvole

Aree Interne Sud Ovest Orvietano nel programma degli attrattori culturali della Regione

Comitato Pro Casa di Riposo San Giuseppe, rinnovate le cariche

Parcheggi e ascensori, si cambia. In pubblicazione il bando che riorganizza la sosta

Un anno di attività del Consiglio Comunale e primi impegni istituzionali del 2017

Portano paziente a cena prima dell’operazione, muore dopo 13 giorni. Coinvolto medico orvietano

Nuda di Magdala

Arrivai che stava facendo notte

Furono momenti di meraviglia

Il primo incendio scoppiò al teatro

"Le stratificazioni dell'arte: percorsi vecchi e nuovi in rete nel sistema museale di Todi"

Nuovo libro per Claudio Lattanzi. In uscita "Amore e sesso al tempo degli Etruschi"

La città piange la scomparsa di Antonio Barberani

Coop taglia, chiudono i supermercati di Sferracavallo e Acquapendente

Treno fermo per tre ore tra Fabro e Orvieto

Il PDL Orvieto sulla vicenda dei rifiuti alle Crete: "Gli imputati rinuncino al salvagente della prescrizione"

Coar Orvieto Juniores senza freni sul Magione

Sviluppo per Orvieto. Incontri con il Censis in vista della conferenza socio-economica di Marzo

"Majorana scuola aperta". Come informarsi meglio e iscriversi al Liceo Scientifico di Orvieto: scuola e docenti a disposizione delle famiglie sabato 14 febbraio

A proposito di Facebook... Vieri Venturi risponde a Pasquino

Sabato 17 gennaio ad Assisi Manifestazione nazionale per la pace in Medio Oriente. Il Programma

Le adesioni locali alla marcia di Assisi

L' Amministrazione Comunale di Orvieto aderisce alla manifestazione per la Pace in Medio Oriente

Chiediamo un’informazione onesta. Appello della Tavola della Pace e di Articolo 21

Buconi: "Occorrono volti nuovi. Perdente la scelta di un candidato PD a Sindaco di Terni

A Roma manifestazione pacifista per la Palestina a Piazza Vittorio

Domenica 18 gennaio Allerona festeggia San Antonio Abate

Proposta di legge del PD per la riduzione del numero dei consiglieri regionali

Per Vinti (Prc), ridurre il numero dei consiglieri significa restringere gli spazi di democrazia. Piuttosto diminuire indennità e sprechi

Dai megadebiti per i parcometri alle megamulte

Si ridimensiona l'episodio del giovane di Collelungo arrestato per droga. Concessi i domiciliari

Il Crescendo rientra in possesso dell'immobile ex Mabro. E in più 75 mila euro per il danno d'immagine

Chiusure e prezzi maggiorati durante UJW. Il Caffè Montanucci dice la sua

Verso le primarie. Oltre 500 le firme raccolte da Loriana Stella