opinioni

La falce

venerdì 20 aprile 2018
di Fausto Cerulli
La falce

Non voglio aspettare che la falce
mi mieta come grano maturo
nella campagna assolata.
Ho visto tutto quello che
dovevo vedere, ho sofferto
le sofferenze che mi spettavano,
ho amato le donne e il vino
senza farmi scrupolo alcuno,
e senza lasciarmi ubriacare.
sono stato marinaio e fantasma,
Ho peccato i giusti peccati.
Non voglio aspettare la falce.
meglio una rupe, ed un volo
senza ritorno nella quiete
di troppi amici.

Commenta su Facebook