opinioni

Elogio del suburbio e il destino del centro storico

sabato 23 settembre 2017
di Massimo Gnagnarini - Assessore al Bilancio del Comune di Orvieto
Elogio del suburbio e il destino del centro storico

Mentre in tutta Europa ci si interroga su come rivitalizzare le periferie urbane a Orvieto, invece, ci si interroga su una apparente esigenza contraria quella di riportare attività e servizi nel Centro storico limitandone l'espansione nel Suburbio.

Secondo la narrazione prevalente sui Social, alimentata da certa propaganda politica, il problema sarebbe quello per cui gli abitanti di Ciconia o di Porano o piuttosto di Allerona ecc.. non scalerebbero più la Rupe per via del caro parcheggi, delle limitazioni al traffico veicolare ecc.. , ma, d'altra parte, sono gli stessi abitanti del centro storico che quotidianamente discendono la Rupe per rifornirsi di beni e servizi che si possono trovare nei centri commerciali della città.

La questione non riguarda solo il commercio ma più in generale scuole, uffici, sanità, ecc.

E' dunque una falsa pista quella di evocare un'inversione di tendenza di questo ormai consolidato e del tutto ovvio dislocamento territoriale.

La città è una, tutta!
Il fatto che le periferie orvietane siano tendenzialmente brutte e mal costruite è una triste realtà che ci proviene dal passato. Dobbiamo trasformarle per renderle degne della Grande Bellezza che esse contornano.

Dentro a questa visione futura c'è il destino del Centro Storico di Orvieto.

Patrimonio culturale, parcheggi e mobilità alternativa, pedonalizzazione, eventi, 137 esercizi di somministrazione , centinaia di appartamenti ad uso turistico ricettivo insieme ai posti letto dell'alberghiero e dell'extralberghiero ne fanno quel che è , già oggi, il Centro storico di Orvieto, un posto turistico.

Ora per quanto siamo ostinati noi orvietani dobbiamo convincerci che un luogo come quello appena descritto non può continuare ad esser vissuto dalla sua comunità locale come una sorta di mondo parallelo dove confliggono le esigenze e le regole necessarie per governare l'accoglienza turistica da una parte e la conservazione di abitudini e privilegi di chi c'è nato.

Muoversi liberamente in su e in giù con la propria auto sulla Rupe è una comodità per chi ci abita, ma è un orrore trovarvisi coinvolti per coloro che vengono a visitarla e uno svantaggio competitivo per la nostra offerta turistica.

Chiudere i negozi per la pausa durante il giorno è una sana abitudine per una comunità locale, ma è una assurdità per coloro che visitano la città.

Possiamo girarci intorno quanto ci pare, ma la vera sfida , la vera scelta, la visione futura della nostra città si gioca tutta su questo nodo ancora da sciogliere: L' equilibrio tra comunità locale e il turismo.

E' qualcosa di molto più complesso e delicato degli argomenti che rimbalzano nella politica cittadina arrovellata intorno ai 50 centesimi dei parcheggi, ai 21 posti macchina da eliminare a Piazza del Popolo, alla cacca dei cani e così via.

 

Commenta su Facebook

Accadeva il 13 dicembre

Ludovico Cherubini strepitoso a Spoleto, fa suo l'Open Regionale Assoluto di Spada Maschile

Mostra collettiva d'arte per gli studenti del Gordon College

A grande richiesta al Mancinelli torna per il sesto anno "Canto di Natale"

All'Unitus si parla di "Evoluzione delle tecnologie in ambito digitale" e "Project Management"

Promozione della lettura, sì della Regione allo schema di protocollo d'intesa con l'Associazione italiana biblioteche

"Disagio e pregiudizio minorile", convegno in sala consiliare su bullismo e violenza

Un aquilone, forse

Di fiori

Il colonnello Maurizio Napoletano alla guida del Comando militare dell'Esercito Umbria

Concerto Baratto per la Caritas. Maurizio Mastrini al Teatro degli Avvaloranti

Un'ordinanza del sindaco vieta l'accesso alla frazione di Pornello per motivi di sicurezza

Consumo di alcolici, i dati dell'indagine "Passi" nel territorio

In sala consiliare c'è il convegno su minori stranieri non accompagnati

All'Auditorium Comunale va in scena "Il Presidente, una tragica farsa"

Ussi Umbria si conferma campione d'Italia. Finale dedicata a Dante Ciliani e ai terremotati

"Natale in Musica", tutti i concerti della Scuola Comunale di Musica "Adriano Casasole"

Paolo Maurizio Talanti rappresenta il Comune di Orvieto nel consiglio direttivo di Felcos Umbria

Via le auto da Piazza della Pace, c'è la pulizia straordinaria

"Venite Adoremus". Concerto in Duomo della Corale "Vox et Jubilum"

Giornata di Studio per la Polizia Locale, tanti gli argomenti affrontati

Sei incontri per "Stare bene a scuola e a casa". Via al corso promosso da Iisacp, Orviet'Ama e Sert

Milano, troppo Milano o forse no

Elegia per una morte cattiva

Percorrevo con te una assolata

"Lazio in gioco", l'Istituto "Leonardo da Vinci" per il contrasto alla dipendenza da gioco d'azzardo

"Natale sicuro", la polizia intensifica il controllo del territorio