opinioni

Porano

mercoledì 22 marzo 2017
di Fausto Cerulli
Porano

Mio pomeriggio di scrittore stanco, magari passeggio
per le vie sconnesse di una città invivibile,
gli anziani sotto il platano morente, le ragazze
con i jeans molto aderenti, a fasciare le natiche che
immagino sode, e Silvia del Baretto legge Kafka,
e il rumeno stasera non vende il mio giornale
preferito, condito di notizie false come Giuda,
con le parole false come lapidi, scritte
a pagamento, un tanto ogni parola.
Un autobus quasi vuoto trascina il suo odore malefico,
e scende soltanto una ragazza molto bella,
puttana in trasferta, Le donne la guardano con benigno
livore, gli uomini ammiccano, Quando è sera si vede
il Duomo di Orvieto oscenamente illuminato,
e le bigotte vanno in chiesa: appuntamento col Rosario.

 

Commenta su Facebook