opinioni

Il generale Custer

domenica 19 marzo 2017
di Fausto Cerulli
Il generale Custer

La battaglia delle nostre lingue
senza vincitori né vinti. Mentre
le tue dita mi solcano la schiena
e io sfioro con il palmo
i tuoi capezzoli induriti
dalla voglia. Ora ti guardo,
hai gli occhi chiusi, stai
vedendo come in un film
il tuo piacere, fotogramma
dopo fotogramma.
No, ti prego, non godere
ancora, voglio sentirti
gemere all’infinito,
e tu devi chiedermi
l’orgasmo, nel sussurro.

Commenta su Facebook