opinioni

Corteo, la proposta di Ettore della Casa: "Rifare lo Statuto e abolire il collegio dei Decani"

mercoledì 15 febbraio 2017
di Ettore Della Casa
Corteo, la proposta di Ettore della Casa: "Rifare lo Statuto e abolire il collegio dei Decani"

Sono entrato a far parte del corteo "storico" fin dal 1987, su invito della signora Lea Pacini. Frequentavo il San Giovanni quando un mese prima si preparava l’uscita dei figuranti per la solennità del Corpus Domini. Dopo la morte della "Signora" molte cose sono naturalmente mutate, ma, tra varie polemiche, il corteo non ha subito lacerazioni evidenti nella gestione come invece ultimamente si sta verificando.

Come socio ho chiesto più volte di avere una copia dello Statuto, e finalmente un membro del comitato me l’ha cortesemente procurata. L’ho letto attentamente e vi ho trovato alcuni punti discutibili. Inoltre va corretto e aggiornato ai tempi, appunto per evitare contestazioni a non finire soprattutto sull’argomento "votazioni".  La "Signora” incaricò a suo tempo una persona di sua fiducia, e figurante del corteo, a redigere uno Statuto che continuasse la sua eredità sotto il nome di "Associazione Lea Pacini". In pratica furono creati due settori, quello dei Decani (inizialmente scelti dalla stessa “Signora”, e quelli dei Soci ordinari, con determinate condizioni di appartenenza.

Questi Decani hanno il potere di eleggere ben cinque (su nove) membri, a piacere, del comitato di gestione, avendo quindi sempre la maggioranza decisionale. In una democrazia questa è un’evidente stonatura. Essi (Collegio dei Decani) hanno anche la carica a vita e vengono rimpiazzati in caso di decesso con altri eletti. La sera del 4 novembre 2016 ho assistito alla votazione, da parte dell’assemblea dei soci ordinari, per l’elezione dei quattro membri del nuovo comitato di gestione. Ero presente per la prima volta, poiché anch’io avevo proposto la mia candidatura con un programma illustrato sinteticamente ai convenuti.

Sono sorte le prime interrogazioni in merito alla norma di votazione, avvenuta in contrasto palese con l’articolo 12 dello Statuto che cita: "In sede di Assemblea Generale votano i soci ordinari, purché in regola con il versamento della quota sociale per l’anno in corso, da corrispondere entro il termine massimo del 30 giugno che precede la data della elezione, mentre non votano i componenti del Collegio dei Decani". Guarda caso quella sera il numero dei soci era aumentato notevolmente rispetto a quelli iscritti al 30 giugno 2016. E pure le deleghe erano tante…

Il Presidente ha avallato questa “irregolarità” dicendo che si poteva fare una deroga come in passato. Le deroghe allo Statuto, successive a quello ufficialmente in vigore dal 24 giugno 2008, vanno approvate, verbalizzate e riportate in una nuova modifica allo Statuto stesso, cosa che non mi è stata realizzata. Poi i Decani, non tutti e 18 presenti fisicamente, hanno votato per ben due volte rimestando le carte in tavola nel scegliere i 5 nuovi “consiglieri”. E questi, avendo la maggioranza, al fine si sono attribuiti le cariche più importanti (Presidenza, Vice-Presidenza e Reclutamento), lasciando le briciole agli altri.

Possiamo quindi comprendere la decisione della minoranza di dare le dimissioni oltre ad altri motivi personali d’incompatibilità verso i colleghi di “lavoro”. Si era chiesto anche rinnovamento ed esperienza in qualche persona. Gestire un apparato così complesso come il corteo richiede dedizione, passione, impegno, professionalità, conoscenza, ecc.  La diatriba avviata non avrà fine se non si modifica ciò che ormai è logoro: mentalità e soprattutto norme più elastiche. Una pausa sabbatica per rivedere il tutto ormai urge.

Sarebbe opportuno nominare un “Commissario”, che conosce bene il corteo, Orvieto, magari al di fuori delle parti ma di fiducia, che in tempi rapidi elabori uno Statuto più paritario senza caste dominanti che possono decidere a loro piacimento ciò che più gli aggrada, penalizzando la qualità e il merito.

Vanno quindi aboliti i Decani (ormai la Signora è morta da 25 anni). Va bene come modello uno Statuto, corretto, simile all’I.S.A.O. dove sono ammessi solo soci ordinari (con le stesse modalità stabilite in precedenza), in regola con la quota di iscrizione entro una precisa data. Così l’Assemblea convocata potrà eleggere liberamente i 9 membri. I due più votati avranno la Presidenza e la Vice- Presidenza. I rimanenti si divideranno le cariche secondo le proprie competenze illustrate prima della votazione. Le deleghe, di regola come in altre Istituzioni democratiche, sono ammesse solo nelle votazioni per alzata di mano e non per il voto segreto. Il delegante, infatti, a priori, essendo assente, non può sapere la lista dei candidati e quindi non sa se il delegato voterà effettivamente nello scrutinio segreto quello indicato; quindi voteranno solo i presenti aventi diritto.

Questa potrebbe essere una prima soluzione per sbrogliare un sistema non più accettabile e vincolante. Il corteo ha bisogno di una nuova linfa, un rilancio di immagine e una liberazione da una cristallizzazione che lo penalizza da troppo tempo e lo isola dal contesto nazionale di realtà simili. Gemellaggi o patti di amicizia sono una buona partenza che poi vanno rafforzati e intensificati sempre con oculatezza. Se poi all’interno del Comitato continuano gelosie, invidie, ripicche, manie di protagonismo, inesperienza, mancanza di rispetto, allora questi sono problemi di persone e di coscienze e non più di Statuto.

 

 


Questa notizia è correlata a:

Corteo Storico, Ciotti: “Solo chiacchiere, la città deve sapere come stanno le cose"

Pubblicato da Fabio Massimo Del sole il 16 febbraio 2017 alle ore 15:53
Ma i "decani" non sono forse tutti quelli che ancora oggi governano veramente in questa città?
Cominciare da qualche parte non farà che bene...sono d'accordo caro Ettore.

Commenta su orvietonews

Inserisci un commento

Per dare più forza alle tue idee usa la tua vera identità. Puoi anche usare uno pseudonimo.

È obbligatorio inserire la tua e-mail.

È obbligatorio specificare un valore.Formato non valido.

Spunta questa opzione, per rimanere aggiornato: riceverai una e-mail che ti avvisa ogni volta che verrà aggiunto un commento a questa notizia.

Numero massimo di caratteri: 1500

Note:
E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purché rispettoso della persona e delle opinioni. La redazione si riserva pertanto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi. Inviando un commento accetti le nostre regole di pubblicazione. Prima di inviare leggi l'informativa sulla Privacy. .

Commenta su Facebook

Accadeva il 23 marzo

Zambelli Orvieto sempre più apprezzata, lo dice Martina Sabbatini

Attentati a Bruxelles, bandiere a mezz'asta e un invito a reagire con determinazione

La mostra-mercato di prodotti agroalimentari e artigianali di Città della Pieve compie vent'anni

Materiale per la biblioteca dalla raccolta degli oli esausti di origine vegetale

Il Coordinamento dei ristoratori orvietani dice no a Orvieto pattumiera dell'Umbria

L'Archivio di Stato lascia Piazza Duomo e trasloca nell'ex tribunale

Audizione con i vertici di Cosp per analizzare i primi risultati della differenziata

Bocciata la mozione sulla discarica, in aula scoppia il caos

Dal dibattito tutti contro l'inefficienza della raccolta differenziata nel ternano

Sì alla risoluzione geotermia, sull'Alfina si può sperare in un futuro senza speculazioni

Il messaggio del vescovo Tuzia in occasione della Pasqua: "Vigilate e pregate"

Gnagnarini replica alla minoranza: "Picconati tasse e deficit comunale"

"La Pasqua tra sacro e profano". Concerto con gli allievi del maestro Davide Rocca

Nuovo orario e una ricorrenza particolare per il Museo Etrusco "Claudio Faina"

Discarica, De Sio (FdI-An) attacca l'esecutivo: "La Regione ha la memoria corta"

Materazzo Vs Tatta, la sfida tra Comunista e Democristiano. Arbitra Conticelli

Protesta in Regione contro l'ampliamento della discarica: le immagini

Lo strano caso dei lavori sul torrente Carcaione. Italia Nostra: "Nessuna partecipazione"

A proposito di ambiente, le priorità dei Giovani democratici: "Cosa serve all'Orvietano"

Hosteria di Villalba, uno sviluppo "Coeso" per la valorizzazione delle aree montane

Fiorini e Mancini (Lega Nord): "Il Pd trasforma Orvieto in pattumiera dell'Umbria"

Dopo il documento, i venti sindaci dell'Area Interna icontreranno la Marini

Corso di lingua italiana per stranieri e laboratorio di disegno per studenti

Nel pomeriggio di Pasqua alla Chiesa dei Servi torna la messa in latino

Processioni e rievocazioni storiche della Passione in tutto l'Orvietano

In corso la campagna di tesseramento 2016 dell'associazione "Lea Pacini"

Fascino e suggestione a Palazzo Orca, con i "Quadri Viventi" del Terziere Borgo Dentro

La rievocazione della Passione nei borghi della Tuscia viterbese

"Orvieto per tutti" svela il logo. Ad aprile la presentazione ufficiale

Successo per la mostra "Omaggio a Francesco" e il libro "Dialoghi nell'Immenso"

"The art of the brick". I mattoncini Lego vanno in mostra e diventano opera

"Blowing Art. Se a Orvieto ci fosse il mare…". In mostra, le visioni di Carlo Rognoni

Rifondazione Comunista propone un percorso comune a sinistra del PD

In tilt da tre giorni le linee telefoniche di Ospedaletto. Protestano gli abitanti isolati anche dalla neve

38 mila euro di contributi per lo spettacolo dalla Provincia. Lo annuncia l'assessore alla cultura Sganappa

Conviviale d'eccezione del Rotary Orvieto: ospite d'onore la dott.ssa Rita Valecchi con un'interessante relazione sul futuro dell'Ospedale di Orvieto

La relazione della dott.ssa Valecchi: 'Ospedale di Orvieto: Innovazione e progettualità'

La Filarmonica Mancinelli inaugura a Montefiascone 'Primavera in Etruria'. Solista al pianoforte il maestro Riccardo Cambri

Accessibile al pubblico il Fondo bibliotecario Renato Bonelli. Domenica 25 marzo l'inaugurazione

Mondovino: quando il tempo premia l'Orvieto. A Roma Palazzone in verticale: 15 anni di Campo del Guardiano

Non si placano gli animi sulla delibera della Corte dei conti. AN e Altra Città chiedono un Consiglio Comunale in seduta segreta per discutere il comportamento del Presidente

Una giornata di studi dedicata alle novità della legge Finanziaria. Seminario di studi della Presidenza del Consiglio di Orvieto e della Fondazione PROMO P.A.

Scontro a sinistra sulla ripubblicizzazione dell'acqua. Un polemico intervento del consigliere Imbastoni: 'Battaglia per l’acqua pubblica: basta con i verniciatori'

La lettera del Comitato Promotore Regionale Umbro per la ripubblicizzazione dell'acqua agli eletti dell'Umbria

'Un dibattito serrato ma franco' tiene impegnata la direzione DS al completo fino alle due di notte

Meteo

giovedì 23 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 13.7ºC 79% buona direzione vento
15:00 17.6ºC 59% buona direzione vento
21:00 9.4ºC 95% buona direzione vento
venerdì 24 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 15.3ºC 71% buona direzione vento
15:00 19.9ºC 45% buona direzione vento
21:00 11.1ºC 80% buona direzione vento
sabato 25 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 17.6ºC 59% buona direzione vento
15:00 19.4ºC 43% buona direzione vento
21:00 10.9ºC 91% buona direzione vento
domenica 26 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 12.2ºC 68% buona direzione vento
15:00 14.9ºC 41% buona direzione vento
21:00 6.9ºC 81% buona direzione vento

Previsioni complete per 7 giorni