opinioni

Democrazia e libertà in pericolo a causa delle ingiustizie

lunedì 26 settembre 2016
di Mario Tiberi
Democrazia e libertà in pericolo a causa delle ingiustizie

Le coscienze delle Italiane e degli Italiani sono turbate, inquiete ed irrequiete; il cuore palpita mentre nasce un sentimento di profondo imbarazzo. La nostra Italia sta probabilmente diventando un Paese scisso a metà ai cui due poli primeggia comunque, anche se in forme differenti, proprio l’imbarazzo. Esiste un’Italia imbarazzante e un’Italia, per la sua altra metà, imbarazzata. La palese instabilità economico-sociale e la decadente condizione politica, indipendentemente, è ovvio, dai propri “credo” ideologici, rappresentano sicuramente uno dei pochi dati oggettivi e veritieri di cui tutti possono avere perfetta conoscenza e incontrovertibile riscontro. Confusione e spaesamento, timore per il presente e per il futuro, delusione e sfiducia sono, con altrettanta quasi assoluta certezza, i tratti comuni che caratterizzano il nostro attuale periodo storico.

Quanto detto, costringe l’essere umano a indietreggiare fino a ricongiungersi con i suoi istinti più egoisti e violenti, i quali mal si conciliano con il vivere civilmente e pacificamente in una società che ha primaria necessità di riscoprire, riconoscere e riconquistare i valori del rispetto, dell’onestà, della giustizia e del bene comune sulla base di ferree leggi morali, etiche e giuridiche.  Dobbiamo forse dar ragione ad Hobbes quando sostiene che l’uomo è per sua natura malvagio, incline a sopraffare l’altro per il proprio tornaconto e interesse individualistico? Stiamo forse, anche se solo metaforicamente, regredendo ad uno stato di natura in cui regnano sovrani l’egoismo, l’egocentrismo, l’imposizione forzata della propria infinita bramosia, della corsa sfrenata verso il conseguimento, potenzialmente illimitato, del potere di comando? “Bellum omnium contra omnes”, lotta di tutti contro tutti? Quale peggiore ingiustizia potrà mai essere consumata oltre i limiti invalicabili dell’odio?

Al parlare è troppo spesso sostituito l’urlare, al confronto il bisticciare; l’esprimere il proprio pensiero si traduce, volentieri ma malauguratamente, nell’insultare l’altro mentre l’ascoltare, in contemporanea, viene eliminato da una totale chiusura e arroccamento nelle proprie convinzioni, non sempre fondate e sufficientemente riflettute. Il fine è inseguire i propri obiettivi a discapito dei diritti altrui, mentre i dissensi e le proteste si fanno sempre più aspri e conflittuali. Tutto ciò assume i toni del grottesco, che è insieme ridicolaggine, cinismo, dramma: siamo al paradosso! E il grottesco, se diviene la norma, è terribilmente imbarazzante. Abbiamo la consapevolezza di appartenere ad una Patria dal ricchissimo e invidiabile patrimonio paesaggistico, artistico, storico e culturale, animata da uomini e donne brillanti che tengono veramente al benessere generale dell’Italia e dei suoi abitanti, grazie anche a quell’entusiasmo per ciò che di estetico ci circonda, per ciò che potrà essere e per ciò che si potrà operare per meglio difenderlo e conservarlo e grazie, infine, a quella freschezza e robusta volontà, spiccatissima nei giovani, di progettare e costruire.

L’imbarazzo, allora, nasce proprio da questa consapevolezza unita al sapere che, un tale valore e una tale risorsa, vengono giornalmente offuscati da continue e laceranti guerre di potere per la supremazia economica e politica, per forme di licenzioso autoritarismo, per il dominio e il monopolio sempre più elitario. Consentitemi l’affermazione di avvertire pieno il sentore che la democrazia, quella più originaria e pura, è in grave pericolo. La stessa, assieme alla libertà, non sono conquiste acquisite illimitatamente e definitivamente; vanno invece protette e custodite come una madre, in ogni istante, si adopera per la tutela delle sue creature. Onde concludere: l’egoismo, al di là di ogni altra e pur fondata considerazione, racchiude in sé la massima espressione e la più terrificante manifestazione della caducità e della fragilità umana, anche e soprattutto di coloro che si reputano onnipotenti e invincibili. Mi vien da sorridere infatti, per non piangere, e mi consolo volando sulle ali della convinzione che il potere delle persone, quelle più umane e sensibili, è ben più potente delle persone al potere, schiave e prigioniere dei loro stessi poteri.

Commenta su Facebook

Accadeva il 20 giugno

Discarica "Le Crete" e mercurio nel fiume Paglia, gli impegni della politica

Nuova pavimentazione per la Bagnorese, autovelox lungo la Strada del Piano

Orvieto riscopre Gianni Rodari. Nominati i due rappresentanti in seno al cda del centro

Orvieto rinsalda l'amicizia con Marostica e manda in archivio le feste medievali 2016

Luoghi del Cuore FAI, basta un click per salvare l'Orto di San Giovenale

Prima seduta del nuovo consiglio comunale a Parrano, approvati tutti i punti

Si insedia il consiglio comunale. L'ordine del giorno della prima seduta

Il teatro entra a scuola, due classi si mettono in gioco

Servizio civile, ai nastri di partenza il progetto "Coriandoli di storie"

Tutti insieme a pulire il paese. Proceno inaugura le "Domeniche del borgo"

Enoteca regionale, convenzione con il Comune e il Consorzio dei vini per la gestione

Lega Nord riporta "Le Crete" in Regione. Si discute l'impiego del georadar alla discarica

Orvieto, l'Umbria e l'ascesa del MoVimento 5 Stelle

"Convegno 'La strada del mercurio', Enel convitato di pietra"

Poste, Regione e Comuni verso l'accordo. Più servizi integrati e gli uffici rimangono aperti

Taglio del nastro della nuova sede per la Cna Umbria del Comprensorio Orvietano

Riccardo Nencini presenta "Il fuoco dentro: Oriana e Firenze"

"Strade per l'integrazione", un progetto per il trasporto sociale di persone con disabilità psichica

Tamponamento sul ponte dell'Adunata. Illesi i conducenti, traffico in tilt

Lavori sul ponte del Carcaione, modifiche alla viabilità a Ciconia

Cittadino indignato: "Pago il doppio per un servizio porta a porta che non mi è erogato"

"Musonio l'Etrusco" di Luciano Dottarelli all'Istituto della Enciclopedia Italiana Treccani

Cava di Pietrara, Orvieto produrrà gli atti di presa visione

Caso quote Bpb, c'è l'incontro con i capigruppo consiliari

Infiltrazioni d'acqua piovana al PalaPapini, Sacripanti (Gm) sollecita

Differenziata, la proposta. Codici a barre ai mastelli precedentemente in uso?

Approvata la rimodulazione del piano di riequilibrio e uscita anticipata dal predissesto

Gnagnarini replica a Pizzo: "L'ex assessore trascura piccoli ma decisivi particolari"

Circolo ricreativo culturale ed Ancescao insieme per la "Festa del Lago"

Meteo

mercoledì 07 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 9.1ºC 94% discreta direzione vento
15:00 8.8ºC 90% discreta direzione vento
21:00 4.4ºC 97% buona direzione vento
giovedì 08 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 8.6ºC 87% buona direzione vento
15:00 12.6ºC 55% buona direzione vento
21:00 7.5ºC 84% buona direzione vento
venerdì 09 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 10.7ºC 81% buona direzione vento
15:00 12.8ºC 69% buona direzione vento
21:00 6.6ºC 97% buona direzione vento
sabato 10 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 10.5ºC 92% buona direzione vento
15:00 11.6ºC 94% buona direzione vento
21:00 10.0ºC 98% foschia direzione vento

Previsioni complete per 7 giorni