opinioni

La terra TeMa

martedì 12 luglio 2016
di Fausto Cerulli
La terra TeMa

Entro nell’argomento a cose fatte e rifatte. Premetto che dello Sconsiglio di Amministrazione conosco solo Omero Tizi, per antica amicizia, e Massimo Morcella, per colleganza forense. Della Calcagni posso solo dire che ha per abitudine il dimettersi, e della Ceprini posso solo presumere che sia l’illustre figlia del Ceprini novello zar di Orvieto. Un Ceprini mi è stato compagno di scuola, ma lui ha fatto scuola io no.

Dunque, tornando al TeMa vorrei dire che rimasi sorpreso quando lessi su qualche giornale che i quattro sullodati si erano dimessi, a modo loro in modo irrevocabile. Ebbi qualche timido sospetto quando appresi che si erano dimessi perché non era stato approvato il bilancio consuntivo. E mi son detto qui gatta ci cova. Se uno si dimette perché non gli approvano il bilancio consuntivo, vuol dire, con beneficio o maleficio di dubbio, che non gli sta bene che qualcuno frughi nell’armadio in cerca dei soliti scheletri. Fin qui tutto normale, per questa Orvieto anormale.

Ebbi appena il tempo di approvarre comunque le dimissioni, parola sconosciuta a chi siede su una poltrona profumata di soldi. Ma pronto come un fulmine giunse il commento di Germani che si sperticava in lodi per i dimissionari, diceva che erano stati bravi, li pregava di restare al loro posto. Tanto per restare al TeMa mi domando a che titolo sia intervenuto il nostro Sindaco, incompetente, come dire, per materia. Ma il suo accorato richiamo ha sortito l’effetto voluto. Come in una commedia all’italiana, i nostri temerari dimissionari, si sono affettati a tornare sui propri passi. Ed hanno fatto finta che le dimissioni fossero state frutto di questo caldo di luglio, e con una discreta faccia tosta sono tornati ad occupare le sante poltrone, ancora calde.

Con il permesso non dovuto di Germani. Senza fregarsene del fatto che il bilancio consuntivo non era stato approvato. E contando sul plauso di Germani che rappresenta la città, e dunque può comportarsi da Podestà. Poiché si tratta di teatro, i patetici dimissionari hanno pensato di mettere in scena una specie di balletto. Hanno ignorato la bocciatura del bilancio, roba passata, e si sono scatenati nel futuro promettendo mari e monti, adatti alla stagione, ed inventando progetti futuristici. Io non conosco la posizione politica dei dimissionari pentiti, ma posso dire che il loro comportamento mi fa pensare alla Democrazia Cristiana esperta in questi giochi di potere.

Dunque dimissioni ritirate, Germani soddisfatto, gli orvietani, come il solito a non contare. Avevo qualche tema a parlare di TeMa, poi mi sono fatto coraggio. Nulla di nuovo sotto il sole: le poltrone si incollano al sedere, anche per un piccolo potere. Come diceva il gigantesco Andreotti a poltrona data non si guarda in bocca. Forse parlo per invidia, forse avrei voluto essere cooptato nel Consiglio di Amministrazione. Comunque una ciliegina sulla torta: mi dicono che Pino Strabioli si sarebbe offerto a dirigere il Teatro Mancinelli senza chiede compenso. Offerta respinta. Paura che Pino potesse disturbare il manovratore. Penso, per dirla con il bardo, che ci sia qualcosa di marcio, ovviamente in Danimarca, Dio ne guardi.

Commenta su Facebook

Accadeva il 25 marzo

Semaforo mobile blocca il traffico sul Ponte dell'adunata

Comprensorio e Intercomunale del Pd pronti per le Regionali, ampio consenso su Galanello

Coppia di Ficulle vittima della truffa della casa di legno, i carabinieri denunciano due messinesi

La Conferenza permanente delle Donne Democratiche di Orvieto elegge portavoce Alice Leonardi

Il clero della diocesi di Orvieto-Todi in ritiro spirituale a Spagliagrano

Zambelli Orvieto: sarà una Coppa Italia di grande attrattiva

Un logo per Civita di Bagnoregio. Via al concorso di idee per realizzarlo

Polemica rientrata, la sala piccoli interventi dell'ospedale è operativa

Le iniziative a cura del Centro di Documentazione Popolare di Orvieto

Il Lions Club vicino al Gruppo Fai di Orvieto per le Giornate di Primavera

Rupe di Sugano. Entro fine estate, via agli interventi di mitigazione del rischio idrogeologico

Nuova data per la tappa di Orvieto del tour "In strada con sicurezza"

Sacripanti (FdI-An): "Affidare quanto prima il Centro Congressi a soggetti esterni competenti"

Royale Confrerie Prestige des Sacres. Serata di beneficenza per sostenere la lotta contro il cancro

Sul palco di "Amateatro" è la volta di "Come d'Autunno"

La Farsiccia di Archeofood pronta a conquistare il San Giovanni di Orvieto

A Camorena le celebrazioni in ricordo del sacrificio dei Sette Martiri orvietani

"SNS Meeting" al Palazzo dei Congressi. Attività svolta e programmi di gestione e di sviluppo

Verso la candidatura del merletto italiano come patrimonio immateriale dell'Unesco

Cerimonia delle Candele e due nuovi ingressi per la Fidapa di Orvieto

Centrale a biomasse. Ancora un contributo per capire meglio

Perché aderire all’associazione Libera. Anche in Umbria occorre impegnarsi contro le mafie

Buoni frutti dall'impegno politico di Emily Umbria: molte le socie elette. Nell'immediato un'iniziativa politica il 7 aprile e la piena attuazione sul lavoro dei diritti per le pari opportunità

Settimana della Cultura: '...che il buon Dio ci faccia ritornare a casa sani e salvi e vincitori'. Lettere e cartoline di soldati della I guerra mondiale. All'Archivio di stato di Orvieto fino al 30 aprile

Settimana della Cultura: 25-31 marzo 2008. Domenica 30 Marzo visite guidate presso i tre Antiquarium Comunali di Baschi, Lugnano in Teverina e Tenaglie

Un voto a sinistra per una scelta di parte. Mercoledì 26 marzo incontro-dibattito con il candidato al Senato Giuseppe Ricci: ore 21 a Palazzo dei Sette

La valorizzazione della Tuscia passa per il Casello autostradale Nord. Soddisfazione di Assocommercio per il comune impegno dei Comitati dell'aeroporto di Viterbo e del Casello Nord

La Nuova Biblioteca Luigi Fumi si arricchisce della donazione Giuseppe Gadda Conti

Il Dottor Terrezza confermato direttore sanitario alla Divina Provvidenza di Ficulle. 600 firme a suo sostegno

Protestano i lavoratori dell'autogrill di Fabro chiuso per inagibilità. Summit in Prefettura per trovare una celere soluzione

Confagricoltura Orvieto chiede coinvolgimento e trasparenza sulla centrale a biomassa

Giovedì 27 marzo a Orvieto incontro alle 21 con Giampiero Bocci e Carlo Emanuele Trappolino. Altri incontri a Viceno, Castelgiorgio, Porano